Roma Eur, 55enne teneva in casa un fucile con matricola abrasa

Gli investigatori del commissariato Esposizione dell’Eur (Roma) lo hanno scoperto e sono prontamente intervenuti.

IL FUCILE DELL’UOMO

Un uomo, M.C., romano di 55 anni, finora incensurato, teneva in casa un fucile con matricola abrasa.

Si tratta di un semiautomatico calibro 12, ben oleato. Per caricarlo il signore aveva cartucce a pallettoni ed a palla unica.

L’ARRESTO E LE INDAGINI

Gli agenti sono intervenuti nell’abitazione dell’uomo per una perquisizione, quindi hanno sequestrato il materiale e lo hanno arrestato.

Il 55enne deve ora rispondere di detenzione illegale di arma clandestina.

Le indagini proseguiranno per cercare di stabilire l’eventuale utilizzo del fucile in azioni criminose.

Continua a leggere Roma Eur, 55enne teneva in casa un fucile con matricola abrasa su Il Corriere della Città.

Ladispoli, nuova tragedia sui binari: persona travolta e uccisa

Ancora una tragedia sui binari a Ladispoli, dove questa notte intorno alle 3:30 una persona, di cui ancora non si conoscono sesso e generalità, è stata investita a poca distanza dalla stazione.
L’investimento è avvenuto da parte di un treno merci che transitava sulla linea FL5, nei pressi della stazione Cerveteri-Ladispoli.

La circolazione dei treni è stata sospesa alle ore 3:37 per consentire i rilievi e l’intervento delle autorità preposte.
Alle ore 7 Trenitalia ha reso noto di aver ripreso la circolazione dei treni, molto rallentata a causa delle operazioni di recupero della salma. Si viaggia su un solo binario.
Questo sta causando ritardi fino a 120 minuti sulla linea, con i treni in arrivo e in partenza dalla stazione – come comunica Trenitalia – che utilizzano gli altri binari disponibili.
Sul posto sono ancora presenti le forze dell’ordine per i rilievi di rito.
Si tratta del terzo investimento nei pressi della stazione di Ladispoli in pochi giorni.
(foto di repertorio)

Continua a leggere Ladispoli, nuova tragedia sui binari: persona travolta e uccisa su Il Corriere della Città.

Meteo: Caldo no stop! Primavera ma dove sei?

Sono già diversi giorni che la nostra penisola è piombata in una situazione meteo climatica di stampo tardo primaverile, se non a tratti simil estiva, con temperature decisamente al di sopra della norma sia nei valori massimi che in quelli minimi. 

A scaturire questo deciso aumento delle temperature è stato un promontorio alto pressorio di matrice nord Africana, il quale ha comportato la risalita di correnti molto calde, le stesse che nei giorni precedenti hanno dato luogo al curioso fenomeno della neve rosa sui Pirenei e successivamente della pioggia carica di sabbia nelle nostre regioni, in quanto queste corrente Africane hanno portato con se anche grossi quantitativi di polvere provenienti dal deserto del Sahara. 

La situazione è destinata a rimanere tale almeno fino alla fine del mese di Aprile, garantendo quindi altri 5-6 giorni di tempo stabile e temperature al di sopra dei valori medi all’incirca di 3-4°c. Successivamente sembra auspicabile un nuovo peggioramento del tempo proprio a cavallo con il mese di maggio, anche se vista la distanza temporale il quadro è tutt’altro che definito. 

Armiamoci quindi di molta pazienza, cercando di goderci al meglio queste giornate davvero piacevoli, nella speranza che ogni stagione faccia la sua parte senza troppi eccessi, come accaduto invece nell’estate scorsa. 

Continua a leggere Meteo: Caldo no stop! Primavera ma dove sei? su Il Corriere della Città.

‘Mi è caduto un anello sul balcone’, con questa scusa rapinano una pensionata in casa: arrestate 2 donne

Si sono finte madre e figlia, e inquiline del piano superiore, all’appartamento abitato da una 66enne pensionata e, fingendo di aver fatto cadere un anello sul balcone, hanno suonato al campanello di casa e si sono fatte aprire la porta.

La donna, credendo nella buona fede delle due malfattrici, entrambi di origini siciliane, di 58 e 35 anni, ha aperto la porta d’ingresso e mentre ha accompagnato la 58enne verso il balcone del salone, la 35enne, senza farsi notare si è diretta nella camera da letto della pensionata, riuscendo a rubare numerosi gioielli.

La 35enne mentre entrava nel salone, ha fatto insospettire la proprietaria di casa che, resasi conto che l’anello non era mai caduto sul suo balcone ha iniziato ad urlare, mettendole in fuga. La pensionata le ha inseguite fino a raggiungerle a pochi metri del civico del suo stabile, ma è stata aggredita, e fatta cadere a terra.

Fortunatamente la scena è stata notata anche da una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato, che è subito intervenuta. I militari sono riusciti a bloccare le truffatrici, e a seguito della perquisizione hanno recuperato l’intera refurtiva.

La vittima è stata soccorsa e trasportata presso il Policlinico Agostino Gemelli dove i medici le hanno riscontrato la frattura del polso sinistro e di una costola. 

Durante la perquisizione, i militari hanno recuperato anche altri gioielli, sui quali sono in corso accertamenti volti a risalire ai legittimi proprietari.

Per le due donne si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia, dove sono state accompagnate, e trattenute a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere ‘Mi è caduto un anello sul balcone’, con questa scusa rapinano una pensionata in casa: arrestate 2 donne su Il Corriere della Città.

Rubavano i fiori al cimitero e li rivendevano: arrestate due sorelle

R.D. e R.A., due sorelle romane, rispettivamente di 52 anni e 50 anni con precedenti di polizia, sono state arrestate per furto aggravato in concorso dagli agenti della polizia di Stato del commissariato Flaminio Nuovo, diretto da Massimo Fiore.

Le due donne, che gestiscono un banco di fiori a Prima Porta, al termine di una attenta attività di indagine, scaturita a seguito di alcuni furti segnalati all’interno del cimitero Flaminio, sono state colte in flagranza dagli investigatori della squadra giudiziaria proprio mentre stavano caricando, a bordo di una autovettura, alcuni mazzi di fiori appena rubati all’interno del cimitero.

Le due ladre sono state bloccate dai poliziotti mentre tentavano di allontanarsi e, dopo aver ammesso le proprie responsabilità, hanno raccontato che i fiori appena rubati sarebbero stati rivenduti presso il loro banco.

Continua a leggere Rubavano i fiori al cimitero e li rivendevano: arrestate due sorelle su Il Corriere della Città.

Fiumicino, lotta agli ‘zozzoni’: individuati e sanzionati 11 scaricatori abusivi

Continua la lotta agli incivili che deturpano il territorio del Comune di Fiumicino. Un’operazione congiunta condotta dall’ufficio Ambiente e dalla Polizia Locale ha individuato sette persone che hanno abbandonato rifiuti in un grande parcheggio di un supermercato a Torrimpietra.

Per i trasgressori scatteranno le sanzioni previste di 600 euro; alcuni di loro risiedono nel nostro comune a Torrimpietra, Castel Campanile ed Aranova, mentre altri provengono dai comuni limitrofi. Un intervento che segue quello dei giorni scorsi in via Petrucci, sempre a Torrimpietra e che ha portato a elevare multe nei confronti di altri quattro individui.

“Si intensificano i controlli con l’arrivo della bella stagione su tutto il territorio – dichiara il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino –  terremo alta la guardia contro chi non si rassegna a una raccolta differenziata che ci ha permesso di diventare uno dei comuni più virtuosi del Lazio arrivando a una percentuale dell’80 per cento. Oltre a squadre dedicate a scovare gli zozzoni ricordo che in tutte le località ci sono 115 telecamere e fototrappole deputate al controllo delle località che si rivelano preziose anche per incastrare chi si macchia di questo tipo di illeciti ambientali”.

Ringrazio le segnalazioni che sono arrivate dai cittadini attraverso social network e il lavoro svolto dal personale dell’ufficio Ambiente e dal Corpo della Polizia Locale – dichiara Roberto Cini, assessore all’Ambiente del Comune di Fiumicino – A carico dei nostri residenti che hanno abbandonato i rifiuti si sta procedendo ad approfondimenti e controlli per verificarne la posizione Tari”.

Continua a leggere Fiumicino, lotta agli ‘zozzoni’: individuati e sanzionati 11 scaricatori abusivi su Il Corriere della Città.

Velletri, rubarono in un appartamento: incastrati dalle tracce di sangue

I Carabinieri della Compagnia di Velletri, a conclusione di una complessa attività investigativa, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due cittadini albanesi entrambi di 30 anni, poiché riconosciuti come i responsabili di un furto in abitazione, avvenuto a Velletri nel mese di gennaio dello scorso anno.

I due, sono stati individuati grazie a una specifica attività info-investigativa condotta dai Carabinieri, orientata alla repressione dei reati commessi ai danni di persone anziane.

Nelle fasi immediatamente successive al furto, avvenuto presso una villa isolata ubicata nelle campagne veliterne, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Velletri procedevano ad accurati accertamenti e rilievi tecnici sia presso l’abitazione interessata dal reato che nelle zone limitrofe.

Nel corso del sopralluogo, in una delle stanze, gli investigatori riuscivano a repertare una piccola traccia di sostanza ematica, mentre dal controllo sulle ipotetiche vie di fuga, si risaliva al modello dell’autovettura utilizzata dai malfattori.

Dall’analisi dei dati presenti in Banca Dati sulle possibili auto compatibili con quella utilizzata per il furto, e tramite una serie di pedinamenti di soggetti di interesse investigativo gravitanti nell’area dei Castelli Romani, si riuscivano a raccogliere indizi sui due cittadini albanesi, dimoranti in una località vicino Velletri.
Inoltre il materiale biologico rinvenuto all’interno dell’abitazione veniva inviato per le analisi scientifiche al RIS di Roma, che a seguito di comparazione con profili genetici dei sospettati, confermava la riconducibilità ad uno dei soggetti destinatari del provvedimento cautelare.

Gli arrestati ora si trovano ristretti, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso le carceri di Palermo e Voghera.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma proseguono la campagna di sensibilizzazione per prevenire reati nei confronti degli anziani. L’iniziativa, avviata su tutto il territorio di Roma e Provincia, anche attraverso la collaborazione con amministrazioni comunali, parrocchie ed enti\associazioni locali, promuove una serie di incontri aperti alla popolazione e rivolti soprattutto alle fasce più deboli, nel corso dei quali vengono forniti preziosi consigli per evitare di incappare in furti, truffe o altri reati del genere, a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Continua a leggere Velletri, rubarono in un appartamento: incastrati dalle tracce di sangue su Il Corriere della Città.

Pontina, incidente all’altezza dello svincolo del GRA: 3 veicoli coinvolti

Incidente poco fa sulla Sr148 Pontina. Tre veicoli, in una dinamica ancora da accertare, sono rimasti coinvolti in un incidente all’altezza degli svincoli per il Grande Raccordo Anulare. 

Le vetture, stando a quanto si apprende da Astral, stavano viaggiando in direzione sud, verso Pomezia/Latina. Code si registrano pertanto sul tratto in questione.

Continua a leggere Pontina, incidente all’altezza dello svincolo del GRA: 3 veicoli coinvolti su Il Corriere della Città.