Colleferro, nascondeva un fucile in auto: arrestato cacciatore senza porto d’armi

I Carabinieri della Stazione di Valmontone hanno arrestato un 63enne italiano, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di porto illegale di arma da fuoco in luogo pubblico.

La notte scorsa, i militari, impiegati nei consueti controlli alla circolazione stradale, hanno fermato per un controllo l’auto condotta dal 63enne, in viaggio verso il Molise dove – a suo dire – sarebbe andato in cerca di funghi.

Sin da subito, però, i Carabinieri hanno notato lo strano atteggiamento dell’automobilista, apparso particolarmente nervoso: a quel punto i militari, insospettiti, hanno effettuato una accurata ispezione del veicolo rinvenendo, nascosta nel vano motore, un fucile da caccia calibro 12.

I successivi accertamenti eseguiti in caserma hanno consentito di appurare che il 63enne non era nemmeno in possesso di regolare porto d’armi e che, peraltro, era recidivo in tali tipi di condotte illecite.

Il cacciatore “fuorilegge”, all’esito del rito direttissimo celerato nelle aule del Tribunale di Velletri, è ricorso al patteggiamento ed è stato condannato a 8 mesi di reclusione con pena sospesa.

Continua a leggere Colleferro, nascondeva un fucile in auto: arrestato cacciatore senza porto d’armi su Il Corriere della Città.

‘Furbetto dell’assicurazione’ presenta documenti falsi ai carabinieri per dissequestrare l’auto: scoperto e denunciato

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Frascati hanno denunciato a piede libero un cittadino serbo di 51 anni con l’accusa di falsità materiale commessa da privato.

L’uomo si è presentato negli uffici dell’Aliquota Radiomobile per presentare le “prove” dell’avvenuto pagamento di un contratto di assicurazione per la sua autovettura, sequestrata lo scorso mese di agosto dagli stessi militari poiché all’atto di un controllo alla circolazione stradale era risultata sprovvista di copertura R.C.A. obbligatoria per legge, per ottenerne il dissequestro.

Quel bollettino, però, ha destato più di qualche dubbio nei Carabinieri che hanno voluto vederci chiaro, controllando tramite “Poste Italiane” la bontà di quella ricevuta. Gli accertamenti hanno fatto emergere che nessun pagamento era stato versato e che anche il contratto di assicurazione era stato artefatto.

Per il “furbetto” è scattato quindi il deferimento all’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere ‘Furbetto dell’assicurazione’ presenta documenti falsi ai carabinieri per dissequestrare l’auto: scoperto e denunciato su Il Corriere della Città.

Ostia, controlli dei carabinieri sul territorio: scattano 2 denunce e 6 arresti

È ancora intensa l’attività di controllo che i Carabinieri di Ostia stanno portando avanti per garantire la sicurezza sul territorio nonché prevenire e reprimere i reati in genere.

I Carabinieri hanno bloccato e arrestato un 44 enne di Acilia con l’accusa di rapina impropria e lesioni personali. Il malvivente era da poco entrato in un esercizio commerciale di via di Acilia dove, pensando di essere lontano da occhi indiscreti, ha iniziato a trafugare vari capi di abbigliamento, manomettendo i dispositivi dell’antitaccheggio. Quando il ladro si è diretto all’uscita evitando di passare per le casse, l’addetto alla vigilanza, che si era accorto dell’azione maldestra, gli ha sbarrato la strada. A quel punto il delinquente, per riuscire a guadagnare la fuga, non ha esitato ad aggredire il vigilante con calci e pugni. L’intervento immediato dei Carabinieri ha permesso di rintracciare l’uomo in una via limitrofa e bloccarlo e di restituire l’intera refurtiva al responsabile dell’esercizio; l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Ad Ostia, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato per evasione un pregiudicato di 48 anni, con precedenti penali per reati contro il patrimonio. I militari transitando per via della Martinica hanno notato la presenza dell’uomo che ha cercato in qualche modo di defilarsi. Sorpreso senza autorizzazione fuori dall’abitazione, dove stava scontando gli arresti domiciliari, è stato arrestato e sottoposto nuovamente alla misura restrittiva in attesa dell’udienza di convalida.

Sempre ad Ostia, i militari hanno arrestato due cittadini romani, un uomo e una donna, rispettivamente 57anni lui e 39 anni lei, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spacco di sostanze stupefacenti. I Carabinieri, avuto sentore della attività illecita, li stavano tenendo d’occhio e nella mattinata di ieri hanno deciso di far scattare un blitz nella loro abitazione di via Fasan. Durante la perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti degli involucri di cocaina e la somma di 150 euro, ritenuta provento dell’illecita attività, nonché vario materiale per il confezionamento dello stupefacente. La droga è stata sottoposta a sequestro e i due sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma, in attesa dell’udienza di convalida.

Altri due 27enni romani, per lo stesso motivo, sono stati arrestati dai Carabinieri di Casal Palocco. I militari, a seguito di un controllo per le vie del centro abitato li hanno sopresi con addosso numerose dosi di cocaina e il contante di 450 euro, ritenuto provento dell’illecita attività dello spaccio. Accompagnati in caserma sono stati trattenuti anche loro in camera di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida.

Nel corso dei servizi altre due persone sono state denunciate in stato di libertà dai Carabinieri di Ostia Antica. La prima, una donna di 44 anni disoccupata e con precedenti di polizia, è stata sorpresa ad asportare alcuni articoli di profumeria da un esercizio commerciale di via Ostiense, per un valore di circa 80 euro, mentre, la seconda persona, un straniero di 42 anni, a seguito di un controllo presso la stazione metropolitana Lido Centro, è stato trovato in possesso di un coltello da cucina di 21 centimetri. La refurtiva nel primo caso è stata restituita all’avente diritto, il coltello, invece, è stato sequestrato.

Infine, i Carabinieri di Ostia, in collaborazione con militari dell’Ispettorato Carabinieri Tutela del Lavoro e del Nucleo Carabinieri Antisofisticazione di Roma hanno effettuato numerosi controlli nei confronti di alcune attività commerciali della zona, che hanno permesso di elevare numerose violazioni in materia di tracciabilità degli alimenti e del controllo delle scadenze e conservazione dei prodotti, per un importo complessivo di quasi 6000 euro.

Continua a leggere Ostia, controlli dei carabinieri sul territorio: scattano 2 denunce e 6 arresti su Il Corriere della Città.

COOP, riuscito lo sciopero in tutti i punti vendita a rischio: 270 dipendenti in protesta (foto)

Questa mattina tutti i punti vendita Coop del Sud/Lazio, tra cui i due di Pomezia e quello di Aprilia, sono rimasti chiusi per lo sciopero che i sindacati hanno dichiarato nei giorni scorsi.
Le lavoratrici e i lavoratori tutti hanno incrociato le braccia e risposto alla prima iniziativa di oggi, Sabato 22 settembre, suddividendosi tra chi si è recato in piazza a protestare e chi rispondeva alle richieste di spiegazioni presentate dai clienti e dai soci Coop nei vari SIT IN di volantinaggio.
“Oggi i soci – hanno dichiarato i lavoratori – vedendo i negozi chiusi, hanno preteso i riferimenti e i contatti della dirigenza, vogliono risposte visto il blocco dei negozi. Un tema delicato, più volte denunciato dalla Uiltucs Latina e rimasto senza risposte dal gruppo dirigente oggi fallimentare ma ancora in carica, soci abbandonati e mai coinvolti nelle scelte e politiche del territorio. Per la Uiltucs Latina ricordiamo che non parliamo di societa’ per azioni ma di una Cooperativa che si definisce espressione di migliaia di soci clienti e prestatori”.

“I volantini, i manifesti consegnatti oggi dichiarano il disagio dei lavoratori Coop – hanno proseguito i sindacalisti UIL – A Fiuggi, in coincidenza della maxi conferenza di Forza Italia, davanti al negozio sulla strada adiacente i migliaia di simpatizzanti e politici si soffermavano curiosi per ritirare il volantino distribuito: è stato l’emblematico esempio di lavoratori in strada che denunciano la fuga della COOP dei proletari dal basso lazio, ritenuti a loro dire diversi da altri gruppi imprenditoriali, ed un movimento politico che a pochi metri organizza la convention con migliaia di persone”.

“La mobilitazione continua: lunedì 24 proseguiremo in sciopero e manifestazione a Vignale Riotorto sede di Unicoop Tirreno – hanno concluso i sindacalisti – I lavoratori si fermeranno lunedì, per proseguire Mercoledi 26 sotto la sede del Ministero Sviluppo Economico, dove sarà presente Coop con i suoi dirigenti che debbono far pareggiare il bilancio svendendo lavoratori e negozi al di sotto del raccordo anulare, scelta sbagliata che contrasteremo con tutti i mezzi e con tutti i lavoratori. Non permetteremo lo svuotamento dei negozi, la Coop per la Uiltucs Latina non è una societa’ per azioni che puo’ comportarsi senza il consenso dei soci, non esistono azionisti di maggioranza, i lavoratori continueranno a gridare la responsabilità sul declino dei negozi in capo al gruppo dirigente oggi ancora nel palazzo della sede con tanto di benefit ancora intoccabili.
I lavoratori hanno risposto con lo sciopero, i lavoratori continueranno perchè non puo’ essere un handicap aver vissuto e lavorato nel sud del Lazio. Le maestranze da oggi hanno cominciato la giusta e corretta ribellione nei confronti di Coop, rimasta attenta solo ai comparti finanziari ed immobiliari tralasciando lavoratori e soci, coloro che sono stati usati solo ad alimentare il prestito sociale, denaro e liquidità, oggi abbandonano e lasciano incertezza e dubbi su una Coop che si chiamava LA PROLETARIA, nata con il popolo, invece ad oggi alle dipendenze ed accentrata su un direttore generale unico, gestore dei punti vendita al collasso”.

Continua a leggere COOP, riuscito lo sciopero in tutti i punti vendita a rischio: 270 dipendenti in protesta (foto) su Il Corriere della Città.

Pensioni: si pensa al condono sui contributi

di Gabriella Lax – Si profila all`orizzonte un condono per i contributi delle pensioni. La proposta del condono sui contributi previdenziali è strettamente legata alla volontà della Lega di pensare ad una riforma delle pensioni con...

Fiumicino, forte vento: annullata la notte delle lanterne

A causa del vento in aumento sulla costa di Fiumicino, l’evento della Notte Bianca denominato “Notte delle lanterne”, previsto alle 23.30 di questa sera sul Lungomare della Salute è stato annullato.
Si svolgerà, invece, a Passoscuro, Tragliatella e Aranova.
Per la precedente scelta di questa Amministrazione, a tutela degli animali domestici, non è previsto lo spettacolo di fuochi di artificio a Fiumicino.

Continua a leggere Fiumicino, forte vento: annullata la notte delle lanterne su Il Corriere della Città.

Ardea: butta i rifiuti in strada e viene beccato, ecco la sua giustificazione: ‘Lo fanno tutti’

Così fan tutti: ad Ardea va in scena una molto deprimente “rivisitazione” nostrana dell’opera buffa in due atti di Wolfgang Amadeus Mozart. Solo che, invece di essere “La scuola degli amanti”, è la scuola degli “zozzoni”.

Ieri pomeriggio, infatti, una pattuglia della Guardia Nazionale Ambientale di Ardea, in servizio di controllo del territorio comunale a contrasto dell’abbandono dei rifiuti in strada, mentre transitava sul Lungomare degli Ardeatini, ha notato che nel parcheggio antistante il complesso le “Salzare”,  un uomo era intento a scaricare rifiuti dal proprio furgone. Prontamente, la pattuglia si è diretta sul posto ma l’uomo, accortosi dell’arrivo degli agenti, è salito sul mezzo e a tutta velocità ha tentato di rifugiarsi tra gli edifici del complesso stesso. Raggiunto e fermato, a discolpa di ciò che aveva fatto, si è giustificato dicendo: “Lo fanno tutti”.

Dopo un controllo, l’interno del furgone risultava pieno di rifiuti edili e ferrosi.
La persona è stata identificata e sanzionata ed obbligata a ripristinare lo stato dei luoghi.

Continua a leggere Ardea: butta i rifiuti in strada e viene beccato, ecco la sua giustificazione: ‘Lo fanno tutti’ su Il Corriere della Città.