Roma, trovato morto il 20enne Matteo Barbieri: era scomparso dal 12 luglio

E’ stato trovato senza vita Matteo Barbieri il giovane 20enne di cui si erano perse le tracce lo scorso 12 luglio in zona Balduina. Il ragazzo è stato trovato sulla Braccianese all’altezza del km 4: accanto al corpo è stata ritrovata la sua moto. Quella dell’incidente stradale resta pertanto l’ipotesi al momento più accreditata.

Continua a leggere Roma, trovato morto il 20enne Matteo Barbieri: era scomparso dal 12 luglio su Il Corriere della Città.

M5S X Municipio, Nasetti: Taxi solidale un servizio in più per disabili e anziani

È stato approvato in Consiglio municipale un documento di commissione ampiamente condiviso da tutte le forze politiche, che impegna la Presidente del X municipio e la giunta a stipulare un protocollo d’intesa con la Cooperativa Samarcanda il servizio di taxi solidale.
“Il servizio permetterà alle persone indigenti di raggiungere gli ospedali, i centri di riabilitazione o i centri di analisi in maniera gratuita con servizio di andata e ritorno offerto dai volontari della Cooperativa stessa.
Ovviamente questo tipo di servizio non andrà a sostituire quello già esistente per il trasporto disabili e anziani del nostro municipio, ma andrà ad integrarsi, con il suddetto.
Affronteremo, nelle prossime commissioni anche la possibilità che altre realtà, possano garantire lo stesso servizio, come servizio complementare al fine di migliorare la qualità della vita delle fasce che più ne necessitano”.
Così in una nota il Presidente della commissione Politiche Sociali Sport – Alessandro Nasetti.

Continua a leggere M5S X Municipio, Nasetti: Taxi solidale un servizio in più per disabili e anziani su Il Corriere della Città.

Gaeta, minaccia la moglie con un coltello: arrestato

Nella mattinata odierna, a seguito della richiesta telefonica di aiuto di una donna, che riferiva di essere stata aggredita in casa dal coniuge e dallo stesso minacciata con un grosso coltello da cucina, il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Gaeta ha proceduto all’arresto di A.V. classe 1949, per maltrattamenti in famiglia.
Da quanto ricostruito l’uomo, che è stato trovato dagli agenti ancora all’interno dell’abitazione, aveva provocato sul corpo della propria moglie alcune lesioni, colpendola con il coltello superficialmente sulla spalla, giudicate guaribile in 10 gg circa dai sanitari dell’ospedale di Formia.
I coniugi erano già conosciuti ai poliziotti in quanto, poco tempo prima, la donna aveva già formalizzato denuncia nei confronti del coniuge per lo stesso tipo di reato, che veniva perpetrato ai suoi danni già da diverso tempo, fatti che hanno portato, a seguito dell’informativa di reato inoltrata alla Procura della Repubblica di Cassino, ad incardinare un procedimento penale tuttora in fase istruttoria.
Al termine delle attività di rito, l’arrestato, posto a disposizione dell’A.G. di Cassino, è stato associato al carcere di quel Centro.

Continua a leggere Gaeta, minaccia la moglie con un coltello: arrestato su Il Corriere della Città.

Blackout Pomezia e Torvaianica: polemiche per il “silenzio” del Comune

Ieri sera Pomezia e Torvaianica si sono ritrovate all’improvviso al buio a seguito dell’incendio che ha colpito una cabina elettrica situata sulla Via del Mare. Diversi i cittadini che hanno subito dei danni (chi li ripagherà?) in casa a causa degli sbalzi di tensione elettrica: dagli elettrodomestici, agli impianti nelle abitazioni fino ad arrivare ai sistemi di automazione per i cancelli, per una conta dei danni tuttora in corso e della quale, per ora, non è possibile azzardare stime. Ma oltre a questo, un altro cortocircuito si è verificato contemporaneamente: quello della comunicazione istituzionale, saltata anch’essa…come la luce.

[See image gallery at ilcorrieredellacitta.com]

IL DOPPIO BLACKOUT A POMEZIA E TORVAIANICA: CITTADINI ALL’OSCURO IN TUTTI I SENSI?

Il primo blackout si è verificato intorno alle 23.45 (ed è stato registrato anche in altre località: Ardea, Tor San Lorenzo, Anzio, Nettuno, Lavinio), il secondo ha avuto luogo invece a distanza di circa un’ora ed è durato leggermente di più. In tutto sono stati 15 minuti circa di buio totale durante i quali la cittadinanza è rimasta all’oscuro in tutti i sensi: letteralmente, a causa della mancanza di corrente, ma anche e soprattutto dal punto di vista dell’informazione dato che nessun mezzo istituzionale dell’ente pometino ha provveduto ad informare la popolazione su ciò che stava accadendo. 

E allora viene da chiedersi: a cosa servono tutti i canali di comunicazione del Comune se poi in casi eccezionali come quello di ieri sera, quando cioè servirebbero davvero, non vengono usati? 

Di quanto accaduto ieri infatti, oltre che sul nostro giornale (rimasto l’unica fonte di informazione a cui i cittadini hanno potuto far riferimento), c’è traccia solo sul sito relativo alle segnalazioni di guasti dell’Enel. 

E’ pur vero che l’episodio è avvenuto di notte, sostengono alcuni, è stato molto breve , ha visto subito l’intervento dei Vigili del Fuoco, e non ha provocato – fino a prova contraria – danni significativi. Tutte motivazioni addotte anche, per il momento ufficiosamente, dal Comune di Pomezia che tende così, in un certo senso, a circoscrivere l’accaduto sostenendo inoltre “di non aver ancora ricevuto alcuna nota dall’Enel”. Ma le nostre perplessità, ad ogni modo, restano.

E voi cosa ne pensate? 

 

 

Continua a leggere Blackout Pomezia e Torvaianica: polemiche per il “silenzio” del Comune su Il Corriere della Città.

Caos Pontina, scontro nei pressi di Via di Pratica di Mare: code lunghissime (FOTO)

 

Giornata da bollino nero sulla Pontina. Dopo l’incidente che ha inchiodato in fila gli automobilisti nel primo pomeriggio un altro scontro sta paralizzando l’arteria che collega Roma a Latina. Almeno due sono i veicoli coinvolti nello scontro avvenuto nei pressi dello svincolo per Pratica di Mare in direzione sud. Il traffico è completamente in tilt: lunghissime le code che partono addirittura dal Grande raccordo Anulare.

 

Continua a leggere Caos Pontina, scontro nei pressi di Via di Pratica di Mare: code lunghissime (FOTO) su Il Corriere della Città.

Latina, task force di Polizia e Finanza sul litorale: 10kg di droga sequestrati, erano pronti per la Movida

Nell’ambito dell’Operazione ad alto impatto denominata “Estate Sicura 2018”, la Questura di Latina – Commissariato di P.S. di Terracina congiuntamente alla Compagnia della Guardia di Finanza di Terracina, nella giornata di ieri 19 Luglio u.s., hanno effettuato un mirato servizio straordinario di controllo del territorio con particolare riguardo alle aree interessate dal flusso turistico e dalle strutture ricettive presenti nel litorale Pontino.

Il dispositivo ha visto impiegate complessivamente 21 unità operative, sia in uniforme, con auto aventi colori d’Istituto, che in “borghese” con autovetture c.d. di “copertura”, alle quali si sono aggiunte n. 3 unita cinofile, antidroga e antiesplosivo, dei reparti della Polizia di Stato di Nettuno e del Gruppo Guardia di Finanza di Formia, per un totale di oltre 50 unità impiegate. Gli Agenti hanno operato sinergicamente seguendo un predisposto protocollo di azione finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei reati con particolare riguardo a quelli in materia di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dell’operazione di polizia sono state eseguite 15 perquisizioni che hanno interessato le abitazioni di soggetti pregiudicati noti alle Forze dell’Ordine. Grazie alle conoscenze info-investigative messe in campo dai reparti impiegati, veniva individuato un deposito di sostanze stupefacenti pronte per essere immesse sul mercato e con ogni probabilità destinate maggiormente ai locali della “Movida” notturna e più in generale ai luoghi di aggregazione.

L’ingente quantitativo rinvenuto e sottoposto a sequestro consiste in circa 10 Kg tra Hashish e Marijuana e si presenta suddiviso in “panetti” di peso e dimensioni tali da lasciar presupporre che fossero destinati a spacciatori, piuttosto che a singoli assuntori e quindi alla vendita al “minuto”. Gli investigatori stimano che sul mercato al dettaglio il quantitativo potesse fruttare circa 100 mila euro.

La sostanza stupefacente era nascosta all’interno di un box-garage, non lontano dal centro cittadino di Terracina, in un conglomerato di abitazioni di una zona residenziale. Il locale, che è risultato di pertinenza di un’abitazione la cui proprietaria da diversi mesi si trova ricoverata presso una struttura ospedaliera, era stato dato in uso a soggetti che gestiscono un’attività commerciale a vocazione turistica.

Gli accertamenti finalizzati all’individuazione dell’effettivo utilizzatore del locale si presentavano inizialmente complessi tanto da richiedere l’estrapolazione di filmati estratti dai circuiti di videosorveglianza cittadini e privati nonché l’effettuazione di certosini accertamenti camerali e catastali.

Grazie all’analisi incrociata di dati tecnici ed info-investigativi, dopo appostamenti e al prezioso apporto delle unità cinofile impiegate, veniva individuato il probabile utilizzatore del box e successivamente rintracciato presso l’attività commerciale che cogestisce con alcuni familiari. L’uomo, che si identifica in M.M., quarantanovenne terracinese, apparentemente insospettabile, ignaro del rinvenimento del deposito di stupefacenti veniva trovato in possesso delle chiavi del locale e pertanto tratto in arresto.

Dopo le formalità di rito l’arrestato veniva condotto e ristretto presso la Casa di Circondariale di Latina a disposizione dell’A.G. procedente. Nel corso delle operazioni venivano inoltre rinvenuti ulteriori quantitativi di sostanze stupefacenti che venivano sottoposte a sequestro amministrativo con la contestuale segnalazione degli assuntori presso la competente Prefettura di Latina.

Continua a leggere Latina, task force di Polizia e Finanza sul litorale: 10kg di droga sequestrati, erano pronti per la Movida su Il Corriere della Città.

Pomezia, ricercato internazionale arrestato in Via Singen: deve scontare 10 anni in Romania

I Carabinieri della Stazione di Pomezia, infine, hanno rintracciato in via Singen un 46enne, nato in Romania e da tempo residente a Pomezia, risultato colpito da un Mandato di Arresto Europeo. Il 46enne che deve scontare 10 anni di reclusione per aver commesso in Romania i reati di truffa, evasione fiscale e falsificazione di documenti è in attesa di essere consegnato alle autorità rumene.

Continua a leggere Pomezia, ricercato internazionale arrestato in Via Singen: deve scontare 10 anni in Romania su Il Corriere della Città.

Pomezia, sostava in Via Pontina Vecchia con fare sospetto: era un pusher. Un altro arresto a Torvaianica

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno svolto una serie di controlli straordinari coordinati nell’area del Comune di Pomezia. Nel corso delle attività sono state identificate 120 persone e controllate circa 50 autovetture.

Un 25enne italiano residente a Pomezia, con precedenti, è stato notato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile mentre, con atteggiamento sospetto sostava in via Tre Cannelle, all’incrocio con Via Pontina Vecchia ed è stato trovato in possesso di gr. 10 di marijuana e di circa 150 euro in contanti. Nell’abitazione del giovane i militari hanno poi trovato ulteriori 332 gr. di marijuana. Il pusher è stato arrestato e, considerati i numerosi precedenti a suo carico, è stato rinchiuso in carcere in attesa della convalida dell’arresto.

Un 34enne italiano, anch’egli residente a Pomezia e con precedenti, è stato controllato alla guida del suo furgone in via Mar Libico a Torvaianica. L’uomo, alla vista dei militari ha tentato di disfarsi di un involucro in cellophane contenente 12 dosi di cocaina e gr. 6 di hashish. L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa di direttissima.

 

Continua a leggere Pomezia, sostava in Via Pontina Vecchia con fare sospetto: era un pusher. Un altro arresto a Torvaianica su Il Corriere della Città.

Ardea, a fuoco i rifiuti in Via Bergamo: incendio doloso? (FOTO E VIDEO)

Incendio questo pomeriggio in Via Bergamo: a prendere fuoco sia i rifiuti – abbandonati in questi giorni – che le sterpaglie nelle vicinanze. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e il nucleo operativo della Protezione Civile Airone. Ancora non sono chiare le cause e per questo non si può escludere la matrice dolosa.

Gepostet von Anna Leardi am Freitag, 20. Juli 2018

Continua a leggere Ardea, a fuoco i rifiuti in Via Bergamo: incendio doloso? (FOTO E VIDEO) su Il Corriere della Città.