In arrivo nuovi fondi dalla Regione per Aprilia e Pomezia per urbanistica, igiene sanitaria ed ambiente

In arrivo soldi dalla Regione Lazio per Aprilia e Pomezia per urbanistica, igiene sanitaria ed ambiente.

NUOVI FONDI PER APRILIA E POMEZIA DALLA REGIONE

Oggi la giunta di Nicola Zingaretti ha deliberato in commissione un bando di concessione di contributi ai Comuni ai fine della riqualificazione urbanistica, ambientale e per il risanamento igienico sanitario e paesaggistico del comune di Pomezia e del Comune di Aprilia.

Aprilia ha ottenuto oltre 1,5 milioni di euro.

Pomezia ha ottenuto 828mila euro, fondo con cui finanziare la realizzazione delle fognature per le acque bianche nei quartieri di Castagnetta e Campo Jemini.

A questo punto mancano solo le procedure per la gara d’appalto.

Il Comune di Pomezia aveva presentato anche dei progetti per costruire le fogne a Campobello e in via del Mare, che però non sono stati accordati.

Un altro impegno mantenuto ed un altro risultato del nostro partito per il nostro territorio” commenta il coordinatore pomentino del PD Andrea Cisternino.

Continua a leggere In arrivo nuovi fondi dalla Regione per Aprilia e Pomezia per urbanistica, igiene sanitaria ed ambiente su Il Corriere della Città.

Pomezia, gruppi consiliari, insorge Stazi: “Regolamento M5S antidemocratico e di parte”

Il Consigliere comunale di minoranza appartenente a Forza Italia, il Dott. Alessandro Stazi, critica aspramente la maggioranza pentastellata sul caso riguardante la formazione dei gruppi consiliari in Consiglio comunale a Pomezia (critiche sul tema erano arrivate anche dall’ex Sindaco Fucci giusto qualche giorno fa).

Per l’esponente di FI il regolamento targato 5 stelle è “antidemocratico” oltre che ad essere “palesemente di parte. “Dopo aver ascoltato in Consiglio Comunale, ed aver letto poi, una serie di strumentali ed ipocrite affermazioni fatte da alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle in merito al diritto di rappresentatività dei capigruppo consiliari in consiglio comunale”, scrive il consigliere di minoranza, “in qualità di consigliere comunale neo eletto, ritengo sia opportuno e doveroso fare alcuni chiarimenti, soprattutto verso gli elettori che mi hanno dato fiducia”.

Scrive allora Stazi: “Tra le varie dichiarazioni ascoltate spiccano in particolare alcune in merito a quanto siano importanti per il M5S i valori e le regole e quanto sia sbagliato un eventuale “utilizzo personale delle Istituzioni”, principi da me condivisibili, peccato però che quando si parla di regole per la formazione dei gruppi consiliari contenute nell’art. 20 del Regolamento del C.C., ci si dimentica di un passaggio che prevede la formazione di gruppi consiliari soltanto se composti da almeno 3 componenti (comma 3), e che il gruppo consiliare può essere formato anche da un solo consigliere qualora appartenga ad una lista presentatasi singolarmente alla tornata elettorale (vedi M5S) e non in coalizione con altre liste (comma 4)”.

E ancora: “Il precedente regolamento prevedeva invece la possibilità di rappresentatività di un gruppo consiliare anche con un solo consigliere, qualora eletto però in una lista presentatasi alla tornata elettorale”.

“Ebbene, è a mio avviso importante sapere che questa modifica al regolamento, antidemocratica e di parte, è stata creata appositamente nella passata legislatura dall’attuale sindaco, Adriano Zuccalà che, quando era Presidente del Consiglio Comunale ha creato a vantaggio esclusivo del M5S, con la piena e scientifica consapevolezza che il M5S ne avrebbe tratto vantaggio perché si presenta sempre singolarmente alla tornata elettorale, e che di conseguenza avrebbe penalizzato tutti coloro che si sarebbero presentati in coalizione”.

“Di Fatto, il risultato è stato che con questa nuova regola di “partecipazione democratica” ideata dal Movimento 5 Stelle sono rimasti penalizzati soltanto ed esclusivamente i gruppi consiliari dell’opposizione che, per avere un capogruppo, dovrebbero trovare un accordo ed unirsi a gruppi di tre anche se con idee e principi politici diversi tra loro”.

“Liste civiche con partiti politici nazionali, partiti di destra con partiti di sinistra (Forza Italia, Lega Lazio, Fratelli d’Italia, Partito Democratico) e Liste Civiche di diversa estrazione politica (Pomezia Domani, Essere Pomezia e Lista Fucci), che si sono presentati alle amministrative anche in coalizioni diverse; e comunque da questo marasma amministrativo rimarrebbero orfani i due consiglieri Mengozzi e Schiumarini, che così non sarebbero mai rappresentati da un Capogruppo in consiglio Comunale”.

Ridicole, false e strumentali sono poi le affermazioni fatte in merito allo “sbilanciamento della presenza della minoranza rispetto alla maggioranza” nelle commissioni consiliari che invece rimarrebbe inalterata”.

“In conclusione penso che, la “questione democratica” invocata dalla minoranza, e che ha determinato anche la mia protesta in Consiglio Comunale, sia legittima a prescindere dagli errori fatti nel passato e che, se vi è consapevolezza di errore, le regole vanno riviste e corrette nel vero rispetto degli elettori e della reale partecipazione democratica”.

“Sono alla mia prima esperienza politica e, come faccio nella mia professione medica, vorrei dare del mio meglio per questa Città che con rispetto mi ha adottato”, conclude quindi la nota.

LA REPLICA DEL MOVIMENTO 5 STELLE

In un post su Facebook di due giorni fa i grillini avevano precisato e ribadito la loro posizione sulla questione. 

“Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla questione della composizione dei gruppi consiliari a Pomezia. La minoranza si rifiuta di rispettare il regolamento di funzionamento del consiglio comunale il quale prevede che i gruppi consiliari devono essere composti da minimo 3 consiglieri e che una soglia diversa e inferiore è possibile solo in due casi: qualora il gruppo consiliare sia formato da un consigliere eletto in una lista che si è presentata da sola alle elezioni e non in coalizione e nel caso del gruppo misto. A conferma di quanto detto si è espresso anche il segretario generale, interpellato dal Presidente del Consiglio, che di fatto ha invitato tutti i consiglieri comunali al rispetto delle regole. Stiamo assistendo alla fiera dell’assurdo con rappresentanti delle istituzioni comunali che da poco eletti già cercano di violare il chiaro regolamento vigente e minacciano, a danno della cittadinanza, il blocco dei lavori consiliari. È singolare che sia proprio il consigliere ed ex sindaco Fabio Fucci, a proclamarsi capopopolo di chi vuole violare le regole, visto che il regolamento oggi in vigore è stato approvato nella scorsa consiliatura da lui compreso, e che la questione non riguarda nemmeno la formazione del suo gruppo già costituito da tre persone. Quale sarebbe la logica che vede ora divisi gli stessi partiti che fino a pochi giorni fa erano in coalizione a supporto del loro candidato sindaco e quindi di un unico programma elettorale? Quale sarebbe la logica della formazione di GRUPPI consiliari formati da una SINGOLA persona, se non la voglia di protagonismo e la ricerca di un titolo che nulla aggiunge ai diritti di ogni consigliere comunale eletto? Da parte nostra abbiamo già espresso la disponibilità a rivedere il regolamento al fine di ristabilire una serena convivenza tra tutte le forze politiche, nonostante l’attuale regolamento non pregiudichi in alcun modo i lavori del consiglio. L’atteggiamento di chiusura espresso dalle minoranze consiliari si configura alla stregua di un ricatto gravissimo nei confronti della cittadinanza, che eleggendo i suoi rappresentanti in consiglio, ha scelto persone che dovrebbero portare avanti un programma elettorale e non consiglieri alla ricerca di onorificenze”.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla questione della composizione dei gruppi consiliari a Pomezia.La minoranza…

Gepostet von MoVimento 5 Stelle – Pomezia (RM) am Montag, 16. Juli 2018

Continua a leggere Pomezia, gruppi consiliari, insorge Stazi: “Regolamento M5S antidemocratico e di parte” su Il Corriere della Città.

Pomezia, consiglio comunale: costituite le nuove Commissioni Consiliari

Si è appena concluso il Consiglio comunale di Pomezia che ha votato la costituzione e nomina delle nuove Commissioni Consiliari Permanenti. Questo il dettaglio:

Commissione “Servizi Finanziari e Tributi, Patrimonio e Partecipate”: Conte, Mercanti, Minicucci, Monti, Ruo, Pecchia, Schiumarini, Matarese

Commissione “Attività Produttive, Turismo e Cultura”: Alunno Mancini, Batistoni, Mercanti, Navisse, De Zanni, Abbondanza, Pinna, Stazi

Commissione “Scuola e Servizi alla Persona”: De Zanni, Mercuri, Minicucci, Mondazzi, Navisse, Mengozzi, Pagliuso, Stazi

Commissione “Urbanistica, Lavori Pubblici e Mobilità”: Alunno Mancini, Antonelli, Batistoni, Monti, Piumata, Fucci, Mengozzi, Pinna

Commissione “Affari Generali, Risorse Umane e Partecipazione”: Antonelli, Conte, Mercuri, Piumata, Villani, Abbondanza, Pagliuso, Pinna

Commissione “Tutela Ambiente e Territorio”: Antonelli, Mercuri, Mondazzi, Ruo, Villani, Pecchia, Abbondanza, Pagliuso

Commissione “Controllo e Garanzia”: Alunno Mancini, Batistoni, Mondazzi, Navisse, Piumata, Fucci, Matarese, Schiumarini

Continua a leggere Pomezia, consiglio comunale: costituite le nuove Commissioni Consiliari su Il Corriere della Città.

Pomezia, Fucci: “Incredibile l’atteggiamento del M5S, non consentono la formazione dei gruppi politici in consiglio comuale”

Il consigliere comunale capogruppo di Essere Pomezia, Fabio Fucci, si è espresso in merito alla mancata costituzione dei gruppi politici di opposizione, ancora bloccati dall’interpretazione del regolamento in materia, adottata dai grillini. “È incredibile quello che sta combinando il Movimento 5 Stelle in consiglio comunale a Pomezia. Praticamente – afferma il capogruppo di Essere Pomezia – stanno limitando la rappresentatività delle forze comunali in consiglio, proibendo la costituzione di alcuni gruppi politici nella massima assise stessa. Mi spiego meglio: voi cittadini alle scorse elezioni comunali avete votato per una forza politica, eleggendo uno o due consiglieri comunali; ebbene, per il Movimento 5 Stelle – spiega Fucci – questi consiglieri non possono costituire il gruppo politico con il quale sono stati eletti in consiglio comunale. Dovranno invece transitare nel gruppo misto: si tratta di un gruppo generico e senza rappresentatività politica. Questo è un grave atto di prepotenza e prevaricazione, che va contro il principio della democrazia che salvaguarda la rappresentanza delle forze politiche all’interno dei consessi istituzionali. Noi di Essere Pomezia, insieme a tutta l’opposizione, abbiamo proposto al M5S di portare già nel prossimo consiglio comunale di martedì una delibera che interpreti correttamente il regolamento, che effettivamente in alcuni passaggi è contraddittorio e che consenta ai gruppi politici di costituirsi correttamente all’interno della massima assise pometina. Finora – conclude Fucci – i grillini si sono dimostrati arroganti e chiusi, come al loro solito direi. Ora vedremo se già da martedì 17 luglio prossimo la musica cambierà”.

 

Continua a leggere Pomezia, Fucci: “Incredibile l’atteggiamento del M5S, non consentono la formazione dei gruppi politici in consiglio comuale” su Il Corriere della Città.

Pomezia, identità politiche annullate dal regolamento comunale: l’accusa di Matarese

Pomezia, identità politiche annullate dal regolamento comunale. È questa la constatazione dal sapore di accusa mossa da Pietro Matarese, consigliere di opposizione ed ex candidato sindaco per la coalizione di centrodestra.
“La volontà dei cittadini alla vita politica della Città di Pomezia manifestata nelle ultime amministrative indicando la preferenza per un partito, deve ritenersi nulla, alla luce dell’interpretazione letterale dell’articolo 20 del regolamento comunale”.
Perché?
“La norma in questione, che comunque dà adito a errori di interpretazione, consente la costituzione di un Gruppo Consiliare solo se composto da tre componenti, mentre può essere formato da una persona esclusivamente qualora il consigliere appartenga af una lista presentatisi singolarmente e non in coalizione. Inoltre, la norma stabilisce che non è consentita la creazione di Gruppi consiliari per quelle liste, che, pur avendo preso parte alla consultazione elettorale, non abbiano avuto eletti Consiglieri Comunali in seno al Consiglio. Ciò detto, la composizione dei Gruppi Consiliari del Comune di Pomezia appare paradossole”.
Infatti, attualmente, i Gruppi Consiliari sono solo tre: M5S, Essere Pomezia e Misto, i cui Capigruppo sono rispettivamente Giovanni Ruo, Fabio Fucci e Pietro Matarese. Ma il fatto singolare è – a causa di quanto riportato nel regolamento – che nel Gruppo Misto sono confluiti i consiglieri di liste avversarie della competizione elettorale, con ideali e programmi non in sintonia tra loro.
“L’attuale composizione del Gruppo Misto non è altro che la conseguenza della rigida applicazione del citato articolo 20 – spiega Matarese – che deve definirsi un’assurdità giuridica in quanto annulla l’identità politica non solo del consigliere, ma anche del cittadino. Entrambi non hanno più un’appartenenza al partito nel quale si riconoscono. Per ovviare a tale paradosso, sarebbe stata sufficiente un’interpretazione rispettosa dei diritti della minoranza, consentendo la formazione di Gruppi Consiliari anche se non composti da tre. Ciò in aderenza ai principi fondamentali richiamati dall’art. 2 del vigente statuto comunale, dove si sancisce che “il Comune di Pomezia, richiamandosi alla Dichiarazione Universale dell’uomo adottata dall’Assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948 e ai valori della Costituzione Repubblicana, riconosce il valore assoluto dei diritti inviolabili della persona umana come fondamento di libertà, giustizia ed eguaglianza sociale“.
La Dichiarazione Universale dell’Uomo considera, tra l’altro, che i diritti umani siano protetti da norme giuridiche, se si vuole evitare che l’uomo sia costretto a ricorrere, come ultima istanza, alla ribellione contro la tirannia e l’opposizione. La nostra Costutuzione sancisce, tra l’altro, che “la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale“.
Concludo auspicando in un repentino ripensamento dei colleghi consiglieri di maggioranza, che può manifestarsi già nel prossimo Consiglio, a garanzia, questa volta, dei consiglieri di minoranza, evitando così una dura opposizione di quest’ultimi, che potrebbero ricorrere a mezzi quale l’abbondono delle sedute del consiglio, l’assenza alle commissioni permanenti e alle conferenze dei Capigruppo. Tutto ciò sarebbe un danno per i cittadini”.

Continua a leggere Pomezia, identità politiche annullate dal regolamento comunale: l’accusa di Matarese su Il Corriere della Città.

Pomezia, costituito ufficialmente il gruppo consiliare di Fucci

Si è costituito ufficialmente il gruppo consiliare dell’ex Sindaco di Pomezia Fabio Fucci. Nella prima seduta del Consiglio Comunale, è stato annunciato che Fabio Fucci, Massimo Abbondanza ed Emanuela Pecchia entreranno nel gruppo “Essere Pomezia“.

“Opposizione dura”

Si riuniscono quindi sotto la stessa insegna i consiglieri eletti con le due liste civiche a sostegno di Fucci Sindaco, che per poche centinaia di voti non era riuscito ad accedere al ballottaggio. “Faremo un’opposizione dura“, ha affermato Fabio Fucci, “solleciteremo la maggioranza sui temi principali del nostro programma. Riteniamo che i 6400 cittadini che ci hanno votato per le nostre idee debbano essere rappresentati adeguatamente. Per noi sarà importante parlare di sviluppo della città e di lavoro: il polo industriale di Santa Palomba e l’area artigianale di Torvaianica sono punti che vogliamo a tutti i costi vedere realizzati. Essere Pomezia, come gruppo consiliare, si muoverà dentro e fuori dall’aula di Piazza Indipendenza – ha concluso Fucci – perché la nostra squadra sarà a disposizione dei cittadini, avremo presto una sede che sarà un punto di ascolto; porteremo in aula i problemi dei pometini, affiancandoli nelle loro battaglie più importanti”.

Continua a leggere Pomezia, costituito ufficialmente il gruppo consiliare di Fucci su Il Corriere della Città.

Pomezia, Partito Democratico: “maggioranza si apra alla città”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Partito Democratico di Pomezia, a commento del Consiglio Comunale svoltosi lo scorso 9 luglio.

“Maggioranza si apra alla città”

“Il 9 luglio presso la sala consiliare del Comune di Pomezia, abbiamo assistito al primo giorno della nuova consiliatura di Zuccalà. Un contesto a cui la città era abituata da tempo, con una maggioranza monocolore ed una variegata opposizione. Il Partito Democratico, rappresentato dal suo capogruppo, Omero Schiumarini, ha invitato il sindaco a non commettere gli errori del passato, a non chiudersi ermeticamente nella propria maggioranza, ma ad aprirsi alla città e trovare un comune terreno di confronto e di dialogo che possa dare soluzioni concrete alle reali esigenze di Pomezia.
Questo è il momento di fare chiarezza, soprattutto su temi importanti quali acqua, assetto del territorio, sviluppo; temi che ogni cittadino sente cari e che segneranno senz’altro l’attività politica della nuova opposizione. Una opposizione molto diversa da quella cui abbiamo assistito negli ultimi anni, con un alto tasso di capacità e professionalità, tecnica e politica, che saprà incalzare l’attuale amministrazione sicuramente in modo più incisivo.
Crediamo che, proprio partendo dalle battaglie in Consiglio Comunale, si possa intraprendere un percorso di costruzione di un nuovo progetto politico che abbia al centro il Partito Democratico e i suoi uomini; invito che estendiamo ovviamente anche a Stefano Mengozzi, capogruppo di Pomezia Domani, con il quale ci auguriamo di intraprendere, nel rispetto delle reciproche autonomie dei gruppi consiliari, un valido cammino comune. Siamo certi che questo sia l’unico percorso possibile per tornare ad amministrare la città e dare a Pomezia una vero governo dello sviluppo e della crescita che aspetta ormai da troppo tempo”.

Continua a leggere Pomezia, Partito Democratico: “maggioranza si apra alla città” su Il Corriere della Città.

Pomezia, Stefania Padula nominata Presidente del Consiglio Comunale: prima donna della storia del Comune

Sarà una donna, la consigliera eletta nel Movimento 5 Stelle Stefania Padula, a ricoprire la carica di Presidente del Consiglio Comunale di Pomezia. Nominata all’unanimità dalla maggioranza pentastellata nel corso del primo consiglio comunale di ieriè la prima donna a ricoprire questo ruolo nella storia di Pomezia.

“Classe ’64, nata e cresciuta a Pomezia, è stata la candidata con il maggior numero di preferenze, fiducia accordata dai cittadini che la conoscono grazie alla dedizione con la quale si è impegnata nel mondo del calcio pometino, passione ereditata dal padre, Giuseppe Padula che fondò nel 1979 l’associazione sportiva Indomita Pomezia”, si legge in un post del Movimento 5 Stelle di Pomezia. 

“Oltre l’impegno calcistico, Stefania è anche dirigente di un’ importante azienda di promozione e marketing, ruolo che l’ha portata spesso all’estero e che ricopre con professionalità grazie alle sue capacità di relazionarsi con tutti, forte di un sorriso che non l’abbandona mai, e allo stesso tempo, di un polso di ferro che sa adottare al momento opportuno. Siamo sicuri sia la persona giusta al posto giusto. Da parte di tutti noi, un grosso in bocca al lupo”. 

 

 

Continua a leggere Pomezia, Stefania Padula nominata Presidente del Consiglio Comunale: prima donna della storia del Comune su Il Corriere della Città.

Pomezia, 1° Consiglio Comunale della nuova Amministrazione: il discorso del Sindaco Adriano Zuccalà

Si è appena concluso il primo Consiglio comunale della nuova Amministrazione di Pomezia. L’assise ha votato la consigliera comunale Stefania Padula nuovo Presidente del Consiglio. Vice Presidenti vicari Teodorico Minicucci per la maggioranza e Massimo Abbondanza per la minoranza.

Il Sindaco Adriano Zuccalà ha giurato sulla Costituzione italiana, ha presentato la Giunta comunale e ha esposto le linee programmatiche di governo.

“Voglio ringraziare i cittadini – ha dichiarato – che ci hanno dato la possibilità di continuare ad amministrare Pomezia anche per i prossimi 5 anni. Sono felice perché oggi siamo qui a testimoniare un messaggio importante: nella politica sono importanti i progetti, i programmi, i temi e la credibilità con cui questi vengono portati avanti. Il voto popolare ci ha confermato come prima forza politica della Città. Certo, un impegno dobbiamo prendercelo tutti: avvicinare sempre di più i cittadini alla politica, l’astensione al voto è forte e noi dobbiamo lavorare tutti insieme, al fianco delle persone, per portarle nuovamente ad esprimere la propria preferenza alle urne”.

“La politica deve essere sempre più di qualità e trovare la strada per raggiungere quello che deve essere l’obiettivo di ogni amministratore, vale a dire migliorare la qualità della vita delle persone. Rivolgo i miei complimenti a tutti i consiglieri eletti: siete seduti qui, oggi, per onorare la fiducia che i cittadini hanno espresso in voi con i voti di preferenza, fatelo sempre con il massimo rispetto dei ruoli e delle istituzioni. Studiate costantemente per portare nuove proposte all’interno di quest’aula. Nei primissimi giorni successivi alle elezioni ho visitato con grande piacere la maggioranza degli uffici comunali accompagnato dalla Giunta. Ai nostri dipendenti deve andare il più grande augurio di buon lavoro. La politica può e deve dare le linee di indirizzo, abbiamo il compito di programmare e creare una struttura e delle procedure solide che possano garantire servizi ottimali alla cittadinanza, ma sono loro il vero motore dell’Ente. Grazie al loro lavoro, gli indirizzi si tramutano in servizi che funzioneranno a prescindere dalla politica di turno. Questo è un concetto importante che dobbiamo sempre ricordare”.

“Cinque anni fa sono stato eletto nel Movimento 5 Stelle come consigliere, poi come presidente della commissione ambiente, poi presidente del consiglio, ed ora come Sindaco – ha concluso – In ogni fase della mia esperienza politica mi sono ispirato ad una celebre frase: “Sii tu stesso il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Perché una città migliore, una qualità della vita migliore, dipende principalmente da quello che facciamo noi in prima persona. Noi politici, che abbiamo l’onere e l’onore di rappresentare gli interessi di una comunità, abbiamo l’obbligo di dare l’esempio. Per questo mi rivolgo a tutti voi consiglieri, giunta e dipendenti comunali: lavoriamo tutti per il solo bene della nostra comunità, confrontandoci sui programmi e sulle idee per migliorare questa città”. Buon lavoro!”

Il Consiglio ha infine votato:

– Commissione elettorale comunale: membri effettivi i consiglieri Andrea Batistoni, Silvio Piumarta e Stefano Mengozzi; membri supplenti i consiglieri Alessandro Stazi, Stefano Alunno Mancini e Iolanda Mercuri.

– Commissione comunale per la formazione degli albi dei giudici popolari: i consiglieri Marco De Zanni ed Emanuela Pecchia.

[See image gallery at ilcorrieredellacitta.com]

Continua a leggere Pomezia, 1° Consiglio Comunale della nuova Amministrazione: il discorso del Sindaco Adriano Zuccalà su Il Corriere della Città.

Pomezia, primo consiglio comunale dell’era Zuccalà: segui la diretta

E’ in corso il primo consiglio comunale dell’era Zuccalà, nuovo Primo Cittadino di Pomezia, che oggi giurerà come sindaco della città.

Questi i punti che verranno trattati nell’aula consiliare di piazza Indipendenza a partire dalle 16:00

1. Esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli eletti nella consultazione elettorale del 10 giugno e ballottaggio del 24 giugno 2018;
2. Elezione del presidente del Consiglio Comunale;
3. Elezione dei Vicepresidenti del consiglio comunale ai sensi dell’art. 26 comma 5 dello Statuto Comunale;
4. Giuramento del Sindaco;
5. Comunicazione dei componenti della Giunta Comunale e degli indirizzi generali di governo
6. Nomina della Commissione elettorale comunale;
7. Nomina Commissione comunale per la formazione degli albi dei giudici popolari

Segui qui la diretta streaming:

http://www.magnetofono.it/streaming/pomezia/play.php?flv=PMZ_33753_50769_001_20180709&q=

http://www.magnetofono.it/streaming/pomezia/

Continua a leggere Pomezia, primo consiglio comunale dell’era Zuccalà: segui la diretta su Il Corriere della Città.