Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dalla serata di oggi, mercoledì 31 ottobre e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio ‘precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, sui settori costieri. Mareggiate lungo le coste esposte’.

Il Centro Funzionale Regionale ha adottato l’avviso di criticità con indicazione dalle prime ore di domani, giovedì 1 novembre e per le successive 24-36 ore, si prevede nelle zone di allerta del Lazio: criticità idrogeologica per temporali codice arancione su Bacini Costieri Nord, Medio Tevere, Roma; criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica per temporali codice giallo su Rieti. È stata inoltre emessa un’attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio.

La Sala Operativa Permanente ha diffuso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555″.

Lo comunica in una nota la Protezione civile del Lazio.

Continua a leggere Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo su Il Corriere della Città.

Anzio e Nettuno, scuole aperte nonostante il maltempo: la protesta del Blocco Studentesco

“E’ inammissibile nonostante l’allerta meteo diramata con il dovuto anticipo che le amministrazioni comunali di #Anzio e #Nettuno, hanno ben deciso di giocare con la fortuna, lasciando le scuole aperte e sperando nella buona sorte.

Forse, sarebbe stato meglio un paio di giorni in meno di scuola, piuttosto che ritrovarci, nelle aule scolastiche bagnati e nel timore che le finestre non riuscivano a fronteggiare la pressione del vento.

Oltre questo, in molti plessi scolastici, ci siamo ritrovati bloccati al suono della campanella, a fronte delle forti raffiche di vento, che hanno causato il volo e caduta di oggetti sparsi nei cortili, alberi e altro.

Siamo stati sottoposti a rischi inutili, che potevano benissimo essere evitati.

Adesso, speriamo, ci siano i dovuti interventi e le giuste decisioni, le tragedie vanno prevenute anziché piangerle successivamente.

Porteremo avanti la battaglia nelle scuole, essendo i portavoce degli studenti.”

Così in una nota il blocco studentesco di Anzio.

Continua a leggere Anzio e Nettuno, scuole aperte nonostante il maltempo: la protesta del Blocco Studentesco su Il Corriere della Città.

Nettuno, la poesia omaggio alla città di Fabio Strinati

S’intrecciano i cimeli
i culti reperti matronèi
cunicoli albori
tatuato l’òppido Cenone;

Antium volsca marinaresca
medievale borgo Nettunium
litorale scorcio una contrada
l’antica strada romana,

penetra in mare Torre Astura
nel Foglino…boschivo
lembo residuo l’erica da scope,

le selvatiche orchidee
decìdue le ottobrine foglie.

Continua a leggere Nettuno, la poesia omaggio alla città di Fabio Strinati su Il Corriere della Città.

I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto

I ragazzi di oggi sono ignoranti anche per via dei social!
Questa è la denuncia scattata qualche giorno fa dal una trasmissione televisiva dove si affrontava il rapporto dei ragazzi con i social e, quindi i cellulari.
I risultati portati da taluni docenti scolastici sono allarmanti e sconfortanti: temi in classe sconclusionati; capacità di apprendimento azzerata, memoria solo quella breve.
Abbiamo chiesto lumi all’esperta Maria Tinto, psicologa, psicoterapeuta e comportamentalista, che collabora con la testata con le sue analisi approfondite:

 

“Fragili, distratti, ignoranti, bamboccioni, inoccupabili, sfigati, choosy, sono loro, la Generazione Y, Millennial Generation, quelli nati tra gli anni 80 e il 2000 e questi sono solo alcuni degli appellativi che, nel corso degli ultimi anni, si sono susseguiti a definirli.
Ritenuti di non possedere le conoscenze sufficienti né per avere una vita sociale soddisfacente, né per entrare nel mondo del lavoro.
Come a dire, idioti, incapaci funzionali, inadatti ad assolvere un compito complesso, incapaci di capire e di fare il riassunto di quanto letto, quando leggono.
Insomma un esercito di incompiuti col punto interrogativo.
Ma cosa è successo ai nostri ragazzi?

Possibile che li abbiamo talmente abbrutiti da non riuscire più a cavarli dal pozzo nero della somma incapacità.

Come è possibile che con le tecnologie avanzate disponibili, con gli strumenti della cultura digitale, abbiamo creato incultura generazionale.

Dove nasce questo paradosso in cui sta pascolando questo annoiato, impaziente e insoddisfatto gregge.

Dove nasce questa deriva di abominevole riluttanza verso ogni forma di attivazione del pensiero, questa digito frenesia compulsionale in cui gettano le ore del giorno e della notte.

Dove hanno imparato a comunicare con le “faccine”, con gli acronimi, senza peraltro neanche sapere che si chiamano così.

Disusa la parola, se non per urlare rabbia, unico modo per esprimere l’incapacità di riferire il loro malessere e di farsi comprendere.

Ma soprattutto, chi ha insegnato ai nostri ragazzi che il valore di un essere umano dipende dai risultati che ottiene.

Perché con tale consapevolezza, l’unica che hanno, ovvero quella di non arrivare mai ad un risultato compiuto, neanche ci provano, credendosi degni incapaci.

Le tecnologie digitali, che dovrebbero essere un ausilio alla possibilità di informazione, di formazione culturale e di crescita personale, sono diventate un ennesimo strumento di distruzione di massa.

E’ tutta colpa di internet?

E’ tutta colpa delle risposte immediate che fornisce la rete, senza dare la capacità di dubitare di quanto attesta?

E’ pur vero che l’uso illimitato degli smartphone non attiva alcuna capacità di riflessione, l’iperattivazione cerebrale stimola l’attività delle cellule, ma senza alcuna finalità logica di pensiero.

Si dice che i nostri ragazzi non credono nel futuro.

Ma perché non credono nel futuro?

Perché il futuro non esiste.

Lo sanno bene, in fondo il presente è semplice, a portata di mano, c’è una soluzione per ogni difficoltà.

Da bambini non si sono mai sbucciate le ginocchia, perché quando cadevano c’era il cuscinetto ammortizzatore, apposto all’occorrenza da mamma e papà.

Non hanno imparato a cadere.

Non sanno quali strategie usare per non farsi male.

A casa stanno bene, sono coccolati, venerati, indisturbati, chiusi nella loro stanza e se provi ad entrare ti urlano contro, perché stanno guardando la loro serie televisiva preferita o stanno giocando con il loro corrispettivo idiota dall’altra parte del mondo, ma sono tutti abbondantemente nutriti e soprattutto, giustificati.

Vivono puntandosi addosso una telecamera, in attesa di un gratificante like, che se non arriva, è capace di distruggere l’immagine deformata che hanno di se stessi.

Non hanno più bisogno di nessuna “giustifica”, nè da portare a scuola, se non hanno studiato, né se passano anni a pascolare all’Università.”

Continua a leggere I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto su Il Corriere della Città.

Nettuno, Parco Palatucci nel degrado: la denuncia di CasaPound

Parco Palatucci è immerso nel degrado. Questa l’ultima denuncia di CasaPound Italia Anzio-Nettuno, che ha affisso uno striscione all’ingresso del cantiere.

“Il Parco Palatucci e il cantiere della piscina comunale sono in totale stato di abbandono e degrado. È inammissibile ed inaccettabile che le vecchie amministrazioni comunali e il commissario prefettizio Bruno Strati lascino nella totale indifferenza e in questo stato il più grande polmone verde al centro della città”. Lo dichiara in una nota Daniele Combi, responsabile di CPI Anzio-Nettuno. “La struttura di quella che doveva essere la nostra piscina comunale è diventata un cantiere abbandonato ed accessibile a tutti. Priva delle adeguate recinzioni e di qualsiasi presidio di sicurezza, oggi è diventata luogo di bivacco, spaccio e prostituzione. Questo cantiere abbandonato confina con lo spazio antistante il Parco Palatucci, anch’esso abbandonato al suo destino. Abbiamo raccolto lamentele del quartiere, dove ci è stato segnalato che durante varie fasce della giornata il parco si trasforma in un vero delirio. Fa da padrone lo spaccio di droga e l’uso sconsiderato di alcol da parte di stranieri che disseminano centinaia di bottiglie di vetro rotte nella zona dell’anfiteatro. Nel momento in cui una persona dovesse ferirsi, cadere in uno dei tanti crateri del cantiere o addirittura infettarsi con le varie siringhe a terra chi si assumerà la responsabilità di questa totale indifferenza a una problematica esistente già da tempo?”

“Pertanto – conclude la nota – chiediamo l’immediata messa in sicurezza del cantiere abbandonato, la bonifica della zona dell’anfiteatro, l’aumento dell’illuminazione, l’installazione di un sistema di videosorveglianza e un presidio di guardiania diurno che provveda alla chiusura dei cancelli come prevede l’orario sul cartello dell’ingresso di via Lombardia.”

Continua a leggere Nettuno, Parco Palatucci nel degrado: la denuncia di CasaPound su Il Corriere della Città.

Meteo: weekend caldo, poi brusco calo termico

Abbiamo già anticipato come il weekend sarà caratterizzato da condizioni di tempo stabile e soleggiato, a tratti simil estivo; ma attenzione perché la configurazione meteo-climatica del territorio Europeo si appresta a subire decisi cambiamenti. 

La giornata di domenica vedrà il realizzarsi della prima spinta decisa dell’anticiclone Azzorriano verso nord, fin sull’Inghilterra, permettendo lo scivolamento di aria decisamente fredda per il periodo sul suo bordo più orientale, fin sulla nostra penisola. 

Le temperature subiranno cosi una brusca diminuzione, portandosi diversi gradi al di sotto delle medie stagionali, e molto probabilmente fra la notte di domenica e il mattino di lunedì si avranno anche le prime imbiancate delle cime appenniniche centro-meridionali. 

Si piomberà a tutti gli effetti in Inverno, segnando cosi l’ennesima anomalia di un’autunno che sa di tutto tranne che d’autunno.

Intorno alla metà della prossima settimana l’alta pressione si riprenderà in parte il bacino del Mediterraneo, andando a mitigare anche il clima nostrano. 

Tuttavia al momento sembra ipotizzabile un nuovo affondo freddo a ridosso della fine del mese, forse a significare che l’estate 2018 è finalmente giunta a termine. 

Meteo Centro Italia – www.meteocentroitalia.it

Continua a leggere Meteo: weekend caldo, poi brusco calo termico su Il Corriere della Città.

Anzio e Nettuno: ancora nessuna traccia dei due dispersi in mare

Passa il tempo e con essa l’apprensione per le sorti dei due diportisti Maurizio Baglieri di 56 anni di Latina e Fabio Falzone di 70 anni, scomparsi da martedì in mare.

Da allora la Guardia Costiera è al lavoro per rintracciarli ma le ricerche sin qui non hanno dato l’esito sperato. L’ultima traccia è l’ SOS partito dalla loro imbarcazione di 6 metri a largo di Nettuno, poi più nulla. Le ricerche sono state estese lungo tutta la costa e hanno coinvolto anche i mezzi aerei della Guardia di Finanza. 

Continua a leggere Anzio e Nettuno: ancora nessuna traccia dei due dispersi in mare su Il Corriere della Città.

Nettuno, pitbull sbrana un cagnolino: il vicino si presenta armato di pistola, discussione accesa in strada

Incredibile quanto accaduto ieri a Nettuno, nel quadrante di Sandalo di Ponente. Un cittadino straniero stava portando a spasso il suo cagnolino lungo Via di Lago Moro quando all’improvviso è sbucato un pitbull che ha iniziato ad azzannare il suo animale di taglia notevolmente più piccola; la ferocia del cane è stata talmente forte da causare la morte del cagnolino.

A quel punto i padroni del pitbull sono scesi in strada per capire cosa stesse succedendo, così come un residente della zona che si è presentato armato di pistola (poi rivelatasi ad aria compressa, ndr) nel tentativo, laddove fosse necessario, di difendersi dal cane. Ne è nata una discussione particolarmente accesa, placata solo dall’arrivo della Polizia che nel frattempo era stata allertata.

Dei fatti è stata avvisata anche la Polizia Locale che ora dovrà disporre la rimozione del povero cagnolino rimasto ucciso.

La notizia è stata riportata dall’edizione odierna di Latina Oggi.

Continua a leggere Nettuno, pitbull sbrana un cagnolino: il vicino si presenta armato di pistola, discussione accesa in strada su Il Corriere della Città.

Nettuno, fuga di gas in Via Romana: chiusa la strada (FOTO)

Dalle ore 16 circa a Nettuno in via Romana all’altezza del civico 9, zona centrale, è in corso un intervento dei Vigili del Fuoco per una fuga di gas.

Sul posto ci sono tre squadre dei vigili del fuoco del comando di Roma a supporto del nucleo NBCR.

Parte della strada è stata interdetta al traffico veicolare a scopo precauzionale.

Continua a leggere Nettuno, fuga di gas in Via Romana: chiusa la strada (FOTO) su Il Corriere della Città.

Nettuno, domenica 14 la camminata di sensibilizzazione per l’Alzheimer

Si terrà domenica 14 ottobre la camminata di sensibilizzazione per la malattia di Alzheimer. L’iniziativa, lanciata dall’associazione “APS Con_tatto”, ha visto anche l’adesione dell’Università Civica “Sacchi” di Nettuno.

I dettagli dell’evento

L’evento partirà alle ore 10 a Nettuno, dallo Snack Bar Paradiso da Lele, in via Palmiro Togliatti, 11. “Una camminata collettiva perché le persone malate di Alzheimer spesso vagano senza meta, un po’ perse nel tempo e nello spazio, nei volti di chi sta loro accanto”, scrive l’associazione. “Perché anche i loro familiari vivono momenti di smarrimento quando arriva la diagnosi; perché è possibile dirigere le forze e l’attenzione su una patologia come questa e camminare al fianco di chi assiste giornalmente, con fatica, il malato di Alzheimer: il suo caregiver“. Dalla collaborazione tra Con_tatto e l’Università Civica nascerà inoltre un corso di formazione, dedicato al tema della cura degli anziani.

Continua a leggere Nettuno, domenica 14 la camminata di sensibilizzazione per l’Alzheimer su Il Corriere della Città.