Aprilia, 39 anni di galera complessivi per il gruppo di spacciatori che riforniva tutta la città

Condannati a 39 anni complessivi di galera gli imputati accusati di aver creato un giro di spaccio di cocaina, marijuana ed hashish ad Aprilia.

LE CONDANNE DEL GRUPPO DI SPACCIATORI DI APRILIA

Gli arresti erano avvenuti lo scorso anno, per un’attività iniziata tra l’aprile e l’ottobre 2016.

Il gruppo riforniva di droga sia Aprilia che il veronese.

In 6 hanno scelto di essere giudicati allo stato degli atti, puntando sullo sconto di un terzo della pena.

Queste, ora, le condanne: 10 anni di reclusione e 60mila euro di multa per Daniele Scibè, 8 anni e 30mila euro per Monica Boe, stessa pena per l’ivoriano Issa Camara, 5 anni e 20mila euro per Angela Cavaricci e 4 anni e 20mila euro per Giampaolo Manera e Davide Altieri.

Continua a leggere Aprilia, 39 anni di galera complessivi per il gruppo di spacciatori che riforniva tutta la città su Il Corriere della Città.

Roma, contrasto allo spaccio: arrestati pusher di yaba, hashish, cocaina e marijuana

Sette persone finite in manette, sequestrate alcune pasticche di “yaba”, numerose dosi di hashish, cocaina e marijuana; questo è il bilancio dei servizi antidroga messi in atto nella giornata di ieri dagli agenti della Polizia di Stato.

I primi tre arresti sono stati effettuati nella zona est della capitale. Il primo in via San Biagio Platani dove gli investigatori del commissariato Casilino  Nuovo hanno arrestato C.D. 19enne italiano trovato in possesso di 50 grammi di hashish e numerose banconote di vario taglio. Il secondo invece, in via Giacinto Camassei dove gli agenti del reparto volanti hanno fermato per un controllo G.T.R. , 43 enne romano trovato con indosso 12 dosi di cocaina.

L’ultimo invece (R.A. 54enne di origini napoletane) è stato sottoposto agli arresti domiciliari continuava la sua attività di spaccio da casa.

Diversi i servizi di appostamento da parte dei poliziotti di Casilino presso l’abitazione in via Nocere Terinese, dove hanno potuto notare l’andirivieni di diversi “clienti” e la presenza fissa di due giovani all’altezza dell’ingresso della palazzina con la funzione di “vedette” – poi una distrazione  che ha permesso agli agenti di entrare nel portone, salire al 4 piano ed entrare in casa, dove la porta era aperta. Una volta dentro, gli investigatori hanno trovato, dentro diversi sacchetti in cellophane diverse dosi di cocaina già pronte per essere vendute, denaro contante e un bilancino di precisione.

E ancora in via Labico gli agenti del commissariato Torpignattara hanno proceduto al controllo di un cittadino del Bangladesh, M.Z.K. di 43 anni, trovato in possesso di venti pasticche di “yaba”. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente, per lui si sono aperte le porte del carcere.

W.J 20enne tunisino, è stato fermato per un controllo dagli agenti del reparto volanti in via degli Olivi, indosso aveva nascosti 25 grammi di cocaina, arrestato dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli ultimi due a cadere nella rete della Polizia sono stranieri: S.A. del Mali di 26 anni e K.K. guineano di 20 anni. I due, durante un servizio straordinario finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, sono stati controllati all’interno del parco di Colle Oppio. Indosso avevano circa 55 grammi di marijuana e 112 grammi di hashish. Anche loro dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.   

Continua a leggere Roma, contrasto allo spaccio: arrestati pusher di yaba, hashish, cocaina e marijuana su Il Corriere della Città.

Arrestato un “Pony express” della droga, trasportava hashish e marijuana

Ieri sera, nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un 45enne romano, operaio, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

ARRESTATO UN OPERAIO “PONY EXPRESS” DELLA DROGA

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato notato da una “gazzella”, a bordo di un Honda SH in via della Consolata (Vicino Villa Pamphili), ed è stato fermato.

Durante il controllo, il 45enne si è mostrato agitato, motivo per cui i militari hanno deciso di perquisirlo.

LA QUANTITA’ DI DROGA

La perquisizione ha dato esito positivo: infatti, nascosti sotto la sella, i Carabinieri hanno rinvenuto 298 g di hashish divisi in “panetti”.

Successivamente nel suo appartamento i militari hanno trovato circa 90 g di marijuana e 90 euro in contanti, ritenuto il provento dell’attività illecita.

Dopo l’arresto il pusher è stato accompagnato in caserma ed è stato trattenuto, in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Continua a leggere Arrestato un “Pony express” della droga, trasportava hashish e marijuana su Il Corriere della Città.

Latina, Polizia scatenata: sequestri preventivi e arresti per droga e stalking

Polizia di Latina scatenata negli ultimi giorni, con una serie di interventi: un sequestro preventivo, un arresto per stalking ed uno per droga.

POLIZIA SCATENATA: SEQUESTRO PREVENTIVO DI BENI PER ALTA INFEDELTA’ PATRIMONIALE

Nei giorni scorsi, a termine di articolate e minuziose indagini, personale della Squadra Mobile , c’è stato un sequestro preventivo di beni, ammontante a 104.515 euro nonché
di un immobile sito in Latina, via degli Aurunci di proprietà della “Ginevra Service s.r.l.” , a carico di T. M. (cl. ‘76), C.V. (cl. ‘75), D.M. (cl. ’77), P.D. (cl.’74).

L’indagine trae origine dalla denuncia presentata presso la squadra Mobile di Latina, da un ex socio della società “Latina Gestioni Immobiliari s.r.l.”, nella cui compagine societaria figurava T.M.. Il denunciante dava a quest’ultimo la responsabilità di aver organizzato una compravendita di immobili finalizzata a pregiudicare il patrimonio della “Latina Gestioni Immobiliari s.r.l.” e nello stesso tempo a favorire gli interessi economici
della “Ginevra Service” il cui amministratore di fatto e socio occulto era proprio il T.M.

Le indagini svolte dalla Squadra Mobile e da consulenti della Procura della Repubblica, hanno consentito di accertare che negli atti di compravendita, venivano indebitamente risparmiate e conseguite somme per un valore totale di 95.000 euro,
oltre ad ulteriori oneri, pari a 9.515 euro, derivanti da sentenze della Corte di Appello di Roma, in favore di una terza persona, per le riconosciute impugnazioni di delibere assembleari della Latina Gestioni Immobiliari.

Sulla base dei risultati dell’indagine, il G.I.P. del Tribunale di Latina dr. Giuseppe Cario, ha emesso un decreto di sequestro preventivo per i beni sopra indicati e per equivalente
fino al versamento dei 104.515 euro a carico di T. M. e delle altre persone che avevano contribuito alla realizzazione del reato.

POLIZIA SCATENATA: ARRESTO PER DROGA

Nell’ambito delle investigazioni attuate dalla Squadra Mobile di Latina volte ad arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti la Squadra Mobile ha inoltre individuato ed arrestato un soggetto che deteneva circa 350 grammi di marijuana destinata allo spaccio.

L’attività di polizia giudiziaria ha avuto origine dalla segnalazione di un privato, riguardante il conducente di una Toyota Yaris di colore acqua marina, che veniva notato mentre in località Borgo Piave incontrava un soggetto noto come venditore di
stupefacenti, e con una stretta di mano, cedeva qualcosa in cambio di denaro.

I poliziotti hanno trovato l’auto e l’hanno seguirla abilmente fino alla destinazione, ossia una villetta posta su due piani, sita nel comune di Anzio.
Gli accertamenti volti alla identificazione del conducente del veicolo pedinato, hanno consentito di verificare che tale soggetto in precedenza, era già stato arrestato nel 2012 per produzione ai fini di spaccio di marijuana, che lo stesso coltivava in una serra con la complicità di altri individui.
In considerazione delle evidenze investigative, nella tarda mattinata di ieri, è stata fatta una perquisizione domiciliare che ha permesso agli agenti di trovare a carico del tale Roberto Celani (classe ‘87) e porre in sequestro: una busta contenete
circa 300 gr. di Marijuana destinata allo spaccio, uno stampo artigianale per comprimere la droga e renderla fruibile in panetti nonchè la somma in contanti di 1380/00 euro.
La persona controllata pertanto è stata tratta in arresto è sarà giudicata per direttissima presso il Tribunale di Velletri.

POLIZIA SCATENATA: ARRESTO PER STALKING

Nel tardo pomeriggio di lunedì il personale della Seconda Sezione della Squadra Mobile ha arrestato Andrea Zampilloni, un uomo di 50 anni di Sabaudia e gestore di un noto stabilimento balneare.

Il provvedimento è stato emesso a seguito dell’attivita’ investigativa dopo la denuncia dell’ex convivente. Sono state infatti raccolte prove di maltrattamenti in
famiglia e lesioni aggravate. 

La vittima, insieme alla figlia minore, è stata portata in una struttura protetta, mentre Zampilloni, si trova presso la casa circondariale di Latina.

Continua a leggere Latina, Polizia scatenata: sequestri preventivi e arresti per droga e stalking su Il Corriere della Città.

Roma, controlli straordinari nel campo nomadi di viale del Foro Italico

Continuano i controlli straordinari della Polizia di Stato del commissariato Villa Glori, diretto dal dr. Ermanno Baldelli, all’interno del campo nomadi di viale del Foro Italico.

I CONTROLLI STRAORDINARI DELLA POLIZIA NEL CAMPO NOMADI

La verifica, grazie anche agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e del Reparto Mobile, ha permesso agli agenti di controllare 100 persone, di cui 75 cittadini stranieri e 47 con precedenti di polizia.

3 cittadini stranieri sono stati accompagnati negli uffici di Polizia per accertamenti e 2 di questi sottoposti a rilievi segnaletici.

Una persona è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione e violazione della legge sugli stupefacenti.

TROVATI FINTI TESSERINI, DROGA E STRUMENTI PER RAPINARE

Nel corso della perquisizione fatta all’interno della sua roulotte, infatti, gli agenti hanno trovato e successivamente sequestrato un “portatessere” e un “porta placca” in uso alle Forze dell’Ordine, con numero seriale su cui sono in corso accertamenti, che potrebbero essere stati utilizzati per commettere reati.

In particolare sul porta tessere era applicata una piccola “Aquila Turrita”, simbolo dei piloti militari di tutte le Forze Armate. Un’altra persona, trovata in possesso di droga, è stata segnalata alla Prefettura.

Rinvenute diverse dosi di hashish e marijuana – mentre a carico d’ignoti, i poliziotti hanno sequestrato un martello, una mazza di ferro, una mazza da baseball ed un “piede di porco”, tutti arnesi idonei per commettere furti.

Continua a leggere Roma, controlli straordinari nel campo nomadi di viale del Foro Italico su Il Corriere della Città.

Dopo Roma, la “droga legale” è sbarcata ad Anzio e punta a Ladispoli

Dopo essere arrivata a Roma, “Grace”, la “droga legale” o “l’erba che non sballa” è sbarcato da poco (circa un mese) ad Anzio ed ora punta a Ladispoli.

LA DIFFUSIONE DI GRACE, LA “DROGA LEGALE” O “L’ERBA CHE NON SBALLA”

E’ Grace il marchio che si moltiplica, partendo da
Ponte Milvio per arrivare per la prima volta al centro di Roma, in via d’Ascanio (traversa di via della Scrofa) fino a Monte Mario (zona Torrevecchia), Frascati, Anagnina ed ora Anzio (con in previsione anche Nettuno, dove sorgerà un centro a via Carlo Cattaneo e Ladispoli, dove non è ancora stato individuato il punto per il futuro negozio).

Si tratta della marijuana (sostanza psicoattiva che si ottiene dalle infiorescenze essiccate delle piante femminili di Cannabis) “depotenziata”, ovvero con un livello di Thc inferiore allo 0,6%, come imposto dalla legge.

I prodotti derivati da questa pianta hanno un potente effetto antinfiammatorio e antiossidante, contribuiscono a rinforzare il sistema immunitario e a combattere i disturbi del sonno e la depressione.

La presenza di omega 6 e omega 3, inoltre, rendono i semi di canapa dei veri alleati per prevenire o curare colesterolo, trigliceridi, diabete, artrite, artrosi, asma, psoriasi, eczema atopico, lupus e varie malattie autoimmuni.

Via libera, dunque, alle infiorescenze, ma anche a prodotti legati alla canapa come olio, farina, pasta e uova. Sì, uova di galline alimentate a canapa, curcuma e zenzero: un’integrazione della “dieta” che rivisita – ampliandolo – il concetto di “bio”. La gallina felice ricambia con un uovo ricco di omega 3 e omega 6 e a basso contenuto di colesterolo.

IL PUNTO VENDITA DI ANZIO ED IL PREGIUDIZIO

Il punto vendita creato ad Anzio (in via dei Pescatori) vende anche i dolci tradizionali a base di canapa.

Il nostro laboratorio – ha spiegato uno dei soci, Simone Bizzarri – tiene salda la tradizione del vecchio forno che, nato nel’54, mantiene le ricette di famiglia tramandate di generazione in generazione, adattandosi alle esigenze dei nostri tempi e andando incontro alla golosità di chi è allergico o intollerante al lattosio, alle uova e via dicendo. Con l’apertura di Grace ho ampliato la
produzione di dolci utilizzando la canapa, prodotto artigianale raffinato che da sempre viene utilizzato dalla radice al fiore , ma troppo spesso è stato collegato ad usi impropri e poco considerato per le sue proprietà salutari”.

Il preconcetto è ancora molto diffuso. Tuttavia, dicono dall’azienda produttrice, il primo Grace a Ponte Milvio ha registrato dati sorprendenti.

L’identikit del cliente affezionato sarebbe: “Dai 40 ai 60 anni, sia uomini che donne“. Secondo i responsabili del negozio: “Questa è la fascia d’età preponderante, anche se accogliamo in negozio acquirenti dai 20 anni in sù. Tutti attirati dai prodotti alimentari e cosmetici a base di canapa, li provano e tornano”.

Continua a leggere Dopo Roma, la “droga legale” è sbarcata ad Anzio e punta a Ladispoli su Il Corriere della Città.