Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dalla serata di oggi, mercoledì 31 ottobre e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio ‘precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, sui settori costieri. Mareggiate lungo le coste esposte’.

Il Centro Funzionale Regionale ha adottato l’avviso di criticità con indicazione dalle prime ore di domani, giovedì 1 novembre e per le successive 24-36 ore, si prevede nelle zone di allerta del Lazio: criticità idrogeologica per temporali codice arancione su Bacini Costieri Nord, Medio Tevere, Roma; criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica per temporali codice giallo su Rieti. È stata inoltre emessa un’attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio.

La Sala Operativa Permanente ha diffuso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555″.

Lo comunica in una nota la Protezione civile del Lazio.

Continua a leggere Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo su Il Corriere della Città.

Celebrazioni del 4 novembre a Ladispoli

L’amministrazione informa che giovedì 1 novembre il sindaco Alessandro Grando alle ore 15,00 deporrà una corona di fiori al cimitero della via Settevene Palo in memoria di tutti i defunti.
In occasione della ricorrenza del 4 novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, l’amministrazione comunale celebrerà l’evento con un articolato programma che prevede alle 9.45 il raduno in piazza Falcone presso casa Comunale da dove il corteo si muoverà per arrivare alle 10.15 presso l’Ancora davanti al palazzetto comunale di piazza Falcone. 

Alle 10.30 il Corteo arriverà a piazza Scarabellotto dove una corona di fiori sarà deposta presso la lapide del Capitano Scarabellotto. Alle ore 11.10 si svolgerà la cerimonia presso il Monumento ai caduti. L’amministrazione comunale invita la cittadinanza a partecipare.

Continua a leggere Celebrazioni del 4 novembre a Ladispoli su Il Corriere della Città.

Ladispoli, scuole chiuse per maltempo

I Sindaci di Bracciano, Cerveteri e Ladispoli hanno disposto la chiusura delle scuole per la giornata di domani, lunedì 29 ottobre.

L’ultimo bollettino della Protezione Civile nazionale mostra un quadro in netto peggioramento.

Abbiamo atteso questa ultima comunicazione proprio per avere dati certi e non dover chiudere le scuole senza che ci fossero reali motivi di preoccupazione ma, dato il forte vento e la possibilità di piogge intense, in via precauzionale, abbiamo deciso di tenere le scuole chiuse per domani, lunedì 29 ottobre.

Lo comunicano in una nota congiunta i Sindaci di Bracciano, Cerveteri e Ladispoli.

L’Amministrazione comunale di Ladispoli rende inoktre noto che domani 29 ottobre, a causa del maltempo, il bosco di Palo Laziale resterà chiuso al pubblico per motivi di sicurezza.

Continua a leggere Ladispoli, scuole chiuse per maltempo su Il Corriere della Città.

Ladispoli, surfista ferito da un elicottero militare durante un’esercitazione: il M5S chiede spiegazioni alle autorità

Nei primi giorni di ottobre, un uomo che praticava kitesurf sarebbe stato risucchiato e poi sbattuto a terra da un elicottero militare impegnato in un’esercitazione nello spazio aereo antistante una spiaggia di Ladispoli.

A seguito dell’evento, il surfista ha riportato diversi traumi ma non è in pericolo di vita.

Sembrerebbe che anche un’altra persona presente sulla spiaggia,  sia rimasta ferita in maniera più lieve.

La presenza dell’elicottero militare sembra connessa ad esercitazioni militari congiunte che si sarebbero svolte anche nei giorni precedenti quello dell’evento.

In seguito all’episodio il Movimento 5 Stelle di Ladispoli ha ottenuto, per tramite della parlamentare Marta Grande, di poter fare un’interrogazione al Ministro della Difesa per avere spiegazioni su questo grave avvenimento.

Gli interrogativi sono relativi al perché si è operata un’esercitazione senza avvertire le autorità locali e senza precise misure di sicurezza per la popolazione locale. 

Continua a leggere Ladispoli, surfista ferito da un elicottero militare durante un’esercitazione: il M5S chiede spiegazioni alle autorità su Il Corriere della Città.

Ladispoli, iniziati i corsi di auto difesa per la Polizia Locale

L’amministrazione comunale informa che sono iniziati i corsi di difesa personale per gli agenti della polizia locale, presso la palestra del centro sportivo Il Gabbiano di Ladispoli.

“Ribadiamo che il progetto – afferma l’assessore alla polizia locale, Amelia Mollica Graziano – nasce dall’esigenza di addestrare i nostri agenti all’auto difesa in caso di emergenza. Il corso iniziato oggi durerà tre mesi e sarà svolto dal maestro di arti marziali Glauco Nespeca che insegnerà agli allievi le tecniche di difesa del Kali Kalasag già adottate da alcuni reparti di Polizia e Carabinieri. E’ un’iniziativa che permetterà alla nostra polizia locale di essere sempre pronta ad intervenire in soccorso dei cittadini e potersi difendere in caso di aggressioni”.

Continua a leggere Ladispoli, iniziati i corsi di auto difesa per la Polizia Locale su Il Corriere della Città.

Ladispoli, la notte di Halloween si festeggia alla Grottaccia: il sindaco inaugura il party

A Ladispoli, la notte più spaventosa dell’anno prende forma in un luogo magico! Si terrà, infatti, mercoledì 31 ottobre, a partire dalle ore 17:30, presso lo spazio archeologico- culturale de “la Grottaccia”, l’unico party di Halloween a Ladispoli, ideale per grandi e piccini, ideato e realizzato da “I Servitori dell’Arte”: “Halloween – The Party”.

Si tratta di un evento unico nel suo genere che, coincidenza, proprio come l’originale e antica festa celtica di Samhain, di cui Halloween ne è una moderna trasposizione, funge da spartitraffico tra il vecchio e il nuovo, una sorta di “capodanno” a tutti gli effetti.

“Halloween – The Party”, con il taglio del nastro alle ore 17:30 da parte del Sindaco Alessandro Grando, inaugura, infatti, ufficialmente, lo spazio culturale adibito ad eventi presso l’antica villa romana de “la Grottaccia”, che torna così, dopo anni di fermo e inattività, a farsi valido punto di incontro e offerta culturale per l’intera comunità.

Ma andiamo con ordine.

Dopo gli interventi di recupero dell’area archeologica iniziati nel 2017, era forte l’esigenza da parte del Comune di Ladispoli – dell’Assessore alla Cultura Marco Milani e dalla Delegata ai Beni Archeologici Annalisa Burattini – di tornare a valorizzare l’intero complesso, inserito con una delibera della Giunta comunale nella “Rete regionale delle dimore, ville, complessi architettonici, parchi e giardini di valore storico e culturale della Regione Lazio”. Dallo scorso 1 settembre, dopo i ripetuti atti vandalici cui è stata soggetta negli ultimi mesi, la gestione de “la Grottaccia” è stata assegnata a “I Servitori dell’Arte”, l’Associazione Culturale di Ladispoli risultata vincitrice del bando pubblico atto a individuare soggetti cui affidare la manutenzione e custodia del punto informativo dell’area adibita ad eventi, situata presso il sito archeologico di Via Rapallo.

La concessione mira a ripopolare l’intero complesso, grazie ad incontri, appuntamenti e attività che, di certo, “I Servitori dell’Arte”, nati nel 2008 come Associazione Culturale ma, a tutti gli effetti una vera e propria poliedrica Compagnia Teatrale dal caloroso seguito, sapranno abilmente creare.

“Halloween – The Party” funge dunque da apripista a una lunga serie di eventi; la festa è aperta a tutti, senza limiti di età e, a partire dalle ore 17:30, vedrà alternarsi diverse attività e sorprese per un divertimento assolutamente mostruoso.

Dopo la cerimonia di riapertura con le autorità, seguiranno giochi come la caccia al tesoro , la caccia alla strega, l’immancabile must di Halloween “Dolcetto o Scherzetto?”, la danza della strega e uno spaventoso angolo “Photoboot” per foto ricordo da brivido!

A seguire anche una rievocazione storica che, complice il sole che va tramontando sull’area dell’antico mulino e degli altri spazi della villa sopravvissuti al logorio dei secoli, certamente non peccherà quanto a cupe e misteriose atmosfere d’impatto.

Alle ore 19:00 il contest “Maschere di Halloween” premierà il miglior abito di adulti e bambini e, a seguire, alle ore 20:30, verrà proiettato il film “La notte dei morti viventi” . Occhi ben aperti!

Presenti all’evento “La Biscotteria” di Viviana Rossi con i suoi dolcetti a tema, un fornitissimo angolo coffee break e bevande e “Fonte di Mimir – Il Villaggio Vichingo”, con didattica ed entusiasmanti duelli per adulti e bambini: un acampamento in pieno stile vichingo ti attende!

“Ognuno di noi è una luna, ha un lato oscuro che non mostra mai a nessuno.” (Mark Twain) E voi, siete pronti ad indossare il vostro lato oscuro ad “Halloween – The Party”?

Per chi fosse interessato a rimanere aggiornato sulle varie iniziative de “I Servitori dell’Arte”, anche presso “la Grottaccia”, può seguire il sito internet dell’Associazione e la pagina Facebook ufficiale della Compagnia oppure incontrare personalmente il Presidente Manuel D’Aleo e i suoi soci/collaboratori, il martedì dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e il giovedì dalle ore 15:00 alle ore 19:00, presso il punto informativo di Via Rapallo 14 a Ladispoli.

Continua a leggere Ladispoli, la notte di Halloween si festeggia alla Grottaccia: il sindaco inaugura il party su Il Corriere della Città.

I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto

I ragazzi di oggi sono ignoranti anche per via dei social!
Questa è la denuncia scattata qualche giorno fa dal una trasmissione televisiva dove si affrontava il rapporto dei ragazzi con i social e, quindi i cellulari.
I risultati portati da taluni docenti scolastici sono allarmanti e sconfortanti: temi in classe sconclusionati; capacità di apprendimento azzerata, memoria solo quella breve.
Abbiamo chiesto lumi all’esperta Maria Tinto, psicologa, psicoterapeuta e comportamentalista, che collabora con la testata con le sue analisi approfondite:

 

“Fragili, distratti, ignoranti, bamboccioni, inoccupabili, sfigati, choosy, sono loro, la Generazione Y, Millennial Generation, quelli nati tra gli anni 80 e il 2000 e questi sono solo alcuni degli appellativi che, nel corso degli ultimi anni, si sono susseguiti a definirli.
Ritenuti di non possedere le conoscenze sufficienti né per avere una vita sociale soddisfacente, né per entrare nel mondo del lavoro.
Come a dire, idioti, incapaci funzionali, inadatti ad assolvere un compito complesso, incapaci di capire e di fare il riassunto di quanto letto, quando leggono.
Insomma un esercito di incompiuti col punto interrogativo.
Ma cosa è successo ai nostri ragazzi?

Possibile che li abbiamo talmente abbrutiti da non riuscire più a cavarli dal pozzo nero della somma incapacità.

Come è possibile che con le tecnologie avanzate disponibili, con gli strumenti della cultura digitale, abbiamo creato incultura generazionale.

Dove nasce questo paradosso in cui sta pascolando questo annoiato, impaziente e insoddisfatto gregge.

Dove nasce questa deriva di abominevole riluttanza verso ogni forma di attivazione del pensiero, questa digito frenesia compulsionale in cui gettano le ore del giorno e della notte.

Dove hanno imparato a comunicare con le “faccine”, con gli acronimi, senza peraltro neanche sapere che si chiamano così.

Disusa la parola, se non per urlare rabbia, unico modo per esprimere l’incapacità di riferire il loro malessere e di farsi comprendere.

Ma soprattutto, chi ha insegnato ai nostri ragazzi che il valore di un essere umano dipende dai risultati che ottiene.

Perché con tale consapevolezza, l’unica che hanno, ovvero quella di non arrivare mai ad un risultato compiuto, neanche ci provano, credendosi degni incapaci.

Le tecnologie digitali, che dovrebbero essere un ausilio alla possibilità di informazione, di formazione culturale e di crescita personale, sono diventate un ennesimo strumento di distruzione di massa.

E’ tutta colpa di internet?

E’ tutta colpa delle risposte immediate che fornisce la rete, senza dare la capacità di dubitare di quanto attesta?

E’ pur vero che l’uso illimitato degli smartphone non attiva alcuna capacità di riflessione, l’iperattivazione cerebrale stimola l’attività delle cellule, ma senza alcuna finalità logica di pensiero.

Si dice che i nostri ragazzi non credono nel futuro.

Ma perché non credono nel futuro?

Perché il futuro non esiste.

Lo sanno bene, in fondo il presente è semplice, a portata di mano, c’è una soluzione per ogni difficoltà.

Da bambini non si sono mai sbucciate le ginocchia, perché quando cadevano c’era il cuscinetto ammortizzatore, apposto all’occorrenza da mamma e papà.

Non hanno imparato a cadere.

Non sanno quali strategie usare per non farsi male.

A casa stanno bene, sono coccolati, venerati, indisturbati, chiusi nella loro stanza e se provi ad entrare ti urlano contro, perché stanno guardando la loro serie televisiva preferita o stanno giocando con il loro corrispettivo idiota dall’altra parte del mondo, ma sono tutti abbondantemente nutriti e soprattutto, giustificati.

Vivono puntandosi addosso una telecamera, in attesa di un gratificante like, che se non arriva, è capace di distruggere l’immagine deformata che hanno di se stessi.

Non hanno più bisogno di nessuna “giustifica”, nè da portare a scuola, se non hanno studiato, né se passano anni a pascolare all’Università.”

Continua a leggere I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto su Il Corriere della Città.

Ladispoli: Corsi di auto difesa per la polizia locale

L’amministrazione comunale informa che mercoledì 24 ottobre inizieranno i corsi di difesa personale per gli agenti della polizia locale, presso la palestra del centro sportivo Il Gabbiano di Ladispoli.

“Il progetto – spiega l’assessore alla polizia locale, Amelia Mollica Graziano che ha seguito la vicenda insieme al delegato alle associazioni sportive Mauro Di Giovanni – nasce dall’esigenza di addestrare i nostri agenti all’auto difesa in caso di emergenza. Il corso durerà tre mesi e sarà svolto dal maestro di arti marziali Glauco Nespeca che insegnerà agli allievi le tecniche di difesa già adottate dai Nocs dei Carabinieri. Il progetto è stato offerto dal titolare del centro sportivo Il Gabbiano, Guido Deleuse, che ringraziamo per questa proposta che permetterà alla nostra polizia locale di essere sempre pronta ad intervenire in soccorso dei cittadini e potersi difendere in caso di aggressioni”.

L’iniziativa non sarà l’unica adottata in questo campo dall’amministrazione comunale di Ladispoli.

“Abbiamo in cantiere – spiega il delegato Di Giovanni – altri progetti riguardanti sia i corsi per l’auto difesa delle donne, sia la presentazione nelle scuole di questo programma a favore delle studentesse. Ringraziamo il comandante della polizia locale Sergio Blasi per aver aderito con entusiasmo a questa importante iniziativa”.

Continua a leggere Ladispoli: Corsi di auto difesa per la polizia locale su Il Corriere della Città.

Meteo: weekend caldo, poi brusco calo termico

Abbiamo già anticipato come il weekend sarà caratterizzato da condizioni di tempo stabile e soleggiato, a tratti simil estivo; ma attenzione perché la configurazione meteo-climatica del territorio Europeo si appresta a subire decisi cambiamenti. 

La giornata di domenica vedrà il realizzarsi della prima spinta decisa dell’anticiclone Azzorriano verso nord, fin sull’Inghilterra, permettendo lo scivolamento di aria decisamente fredda per il periodo sul suo bordo più orientale, fin sulla nostra penisola. 

Le temperature subiranno cosi una brusca diminuzione, portandosi diversi gradi al di sotto delle medie stagionali, e molto probabilmente fra la notte di domenica e il mattino di lunedì si avranno anche le prime imbiancate delle cime appenniniche centro-meridionali. 

Si piomberà a tutti gli effetti in Inverno, segnando cosi l’ennesima anomalia di un’autunno che sa di tutto tranne che d’autunno.

Intorno alla metà della prossima settimana l’alta pressione si riprenderà in parte il bacino del Mediterraneo, andando a mitigare anche il clima nostrano. 

Tuttavia al momento sembra ipotizzabile un nuovo affondo freddo a ridosso della fine del mese, forse a significare che l’estate 2018 è finalmente giunta a termine. 

Meteo Centro Italia – www.meteocentroitalia.it

Continua a leggere Meteo: weekend caldo, poi brusco calo termico su Il Corriere della Città.