image_pdfimage_print

“Avvelenate il cibo nei supermercati…”- Europa nel mirino dellISIS

“Avvelenate il cibo nei supermercati iniettandoci il cianuro”: è uno degli appelli dell’Isis ai lupi solitari, secondo quanto riferisce il Site in un comunicato e diramato stamattina dall’agenzia giornalistica Ansa.

Nelle ultime ore, i canali Isis hanno lanciato appelli per attacchi in Europa, Russia e Usa in concomitanza con Eid al Adha, la ‘festa del sacrificio’ islamica.

Nei giorni scorsi è stato espulso dall’Italia un marocchino che progettava di avvelenare l’acquedotto a Roma. 

Marina Cozzo

Continua a leggere “Avvelenate il cibo nei supermercati…”- Europa nel mirino dellISIS su Il Corriere della Città.

Terrorismo, la minaccia dell’Isis sui social: “Il prossimo obiettivo sarà l’Italia”

Cresce l’allerta terrorismo in Italia. Dopo gli attentati sulle ramblas di Barcellona, l’attacco a coltellate in Finlandia e l’assalto in Siberia, nel tardo pomeriggio di oggi l’organizzazione Usa Site, famosa per monitorare l’attività del sedicente Stato islamico sul web, ha annunciato che in un canale di comunicazione usato dai jihadisti su Telegram l’Isis ha lanciato una nuova minaccia: “Il prossimo obiettivo sarà l’Italia”. Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è in contatto con il ministro degli Esteri Alfano e con il ministro dell’Interno Minniti per seguire gli sviluppi degli attentati e comprendere quali misure di prevenzione e sicurezza adottare in tutta Italia.

Dalle prime informazioni acquisite sembrerebbe che a Roma potrebbero presto venir installate nuove barriere in punti sensibili della città, nel dettaglio si parla di piazzare barriere in via del Corso e in via dei Fori Imperiali. Inoltre, sempre nella Capitale, potrebbe venir interdetto l’accesso alla Piazza del Campidoglio agli Ncc, derogando l’accesso solo al trasporto per i disabili. Nelle prossime ore è in programma un tavolo ad hoc tra Campidoglio e prefettura per comprendere tutte le soluzioni da adottare.

Continua a leggere Terrorismo, la minaccia dell’Isis sui social: “Il prossimo obiettivo sarà l’Italia” su Il Corriere della Città.

“One love Manchester” il contrattacco musicale al terrorismo islamico a Londra

concerto di beneficenza

04 giugno 2017 la nuova data del grande concerto di Ariana Grande, in diretta televisiva mondiale, per contrastare l’attacco terroristico sia alla città britannica di Manchester del 23 maggio scorso sia a quello di Londra di ieri sera.

A poche ore dall’ultimo attentato al London Bridge, il prato dell’Old Trafford Cricket Ground è gremito di giovani: mani e sorrisi che salutano gioviali alla musica e all’arte, sdegnati degli ultimi attentati terroristici che hanno colpito il Regno Unito due volte nelle ultime due settimane.
La star statunitense ha voluto cantare per il suo pubblico e lo sta facendo con grande commozione e intensità.
L’apertura del concerto è affidata a Marcus Mumford, seguono i Take That.
 Inizia così il Manchester One Love, il concerto di beneficenza voluto da Ariana Grande a favore delle famiglie colpite dall’attentato del 22 maggio.

Sui maxischermi, il videomessaggio dagli U2: “Il nostro cuore è con voi”.

Un evento grandioso che resterà nella storia della musica e dell’Inghilterra anche per lo stile che sta portando sul palcoscenico l’eclettica diva americana semplice e raggiungibile: jeans, felpa bianca e stivali.

Mentre viene sommersa da una pioggia di festoni rosa, parte il videomessaggio da Stevie Wonder: “Love is the way…”.

Intanto sullo chermo il videomessaggio di David Beckham, grande ex campione del Manchester United. “Come padre, quanto accaduto a Manchester mi ha fatto soffrire molto. Ma ora sono orgoglioso di ognuno di voi”.

Manchester ha dunque risposto all’invito di Ariana Grande, sfidando la paura, pur sapendo che a Londra quella stessa paura è tornata a colpire meno di 24 ore fa, sconvolgendo il sabato sera della Capitale, spargendo dolore in altre famiglie.

Il pubblico euforico e contagiato dall’energia di una grande star era formato da giovani e adulti nervosi, che si sono assiepati nel verso il glorioso Old Trafford Cricket Ground, anno di fondazione 1857 e capienza da 50mila posti.

La sorveglianza tornata è al massimo livello per numero e livello di allerta.

Prima di accedere all’area del concerto, perquisizioni individuali per tutti e polizia armata ad ogni angolo dell’impianto.

Non può essere considerato un clima di una festa, ma di una prova da superare.

E l’hanno superata tutti nel segno dell’amore e della pace.

Marina Cozzo

The post “One love Manchester” il contrattacco musicale al terrorismo islamico a Londra appeared first on Il Corriere della Città.

Attacco a Parigi: ucciso un poliziotto, un altro ferito gravemente

Attacco terroristico a Parigi, nuovamente, poche ore fa e l’allarme torna nella capitale francese, per una sparatoria sugli Champs Elysees.

Fonti governative hanno dichiarato che un poliziotto è stato ucciso a colpi di kalashnikov e un altro è stato ferito.

Ma anche l’uomo che ha sparato contro gli agenti è morto dal contrattacco dei poliziotti, in stanza nella più frequentata zona parigina.

Si parla ancora di probabilità rispetto alla matrice terroristica.

Il governo, infatti, dichiara  che è presto per avere certezze, ma l’arma utilizzata da motivo di pensare a questa ipotesi.

L’agente ricoverato, che ha riportato ferite al cranio, versa in gravi condizioni.

Il killer è già stato indentificato: si tratterebbe di una persona già nota sia alla polizia che ai servizi antiterrorismo. 

Un attentato  a colpi di kalashnikov,  una sparatoria molto violenta, secondo le testimonianze che i massmedia del mondo stanno raccogliendo, nei pressi di un grande magazzino “Marks & Spencer”, di fronte alla brasserie Fouquet’s, proprio in un momento politico cruciale per la Francia: le elezioni presidenziali.

La sparatoria ha avuto luogo mentre andava si teneva l’ultimo confronto fra tutti i candidati in vista del voto di  domenica.

Sembrerebbe che un altro assalitore sarebbe in fuga e si sarebbe rifugiato in un garage della zona, perchè diversi  colpi d’arma da fuoco sarebbero stati uditi non lontano dalla prima sparatoria.

 

Marina Cozzo

 

 

 

The post Attacco a Parigi: ucciso un poliziotto, un altro ferito gravemente appeared first on Il Corriere della Città.

Trump lancia la “madre di tutte le bombe” in Afganistan

attacco all’ISIS

oggi alle19 ora locale

E’ di pochi minuti fa la notizia sconvolgente sugli  Stati Uniti d’America!

Il presidente Trump avrebbe dato il count down per l’innesco della bomba più potente mai costruita sull’Afghanistan orientale con l’obiettivo di colpire l’Isis.

Fonte di tale notizia la Cnn che ha citato fonti militari Usa.

L’ordigno, definito MOAB acronimo di  “Massive ordnance air blast, ribattezzata mother of all bombs

 la madre di tutte le bombe non nucleari,  pesa quasi 10 tonnellate e ha la forza di distruggere tutto nel raggio di centinaia di metri, la  prima mai utilizzata in combattimento.

A sganciare la bomba contro l’Isis è stato un MC-130 delle Forze speciali dell’aeronautica militare americana e a firmare l’autorizzazione per l’uso dell’ordigno è stato il comandante delle forze americane in Afghanistan, il generale John Nicholson.

Il raid sarebbe  stato organizzato in modo da ridurre al minimo il rischio per le forze afghane e americane mirando all’eliminazione dei combattenti dell’Isis e le loro strutture.

Sarebbero, inoltre, state prese le giuste misure precauzionali per evitare vittime civili.

Il Presidente degli U.S.A. Donald Trump parrebbe esultante per la soddisfazione di “un’altra missione di successo” per l’America.

Marina Cozzo

The post Trump lancia la “madre di tutte le bombe” in Afganistan appeared first on Il Corriere della Città.