Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dalla serata di oggi, mercoledì 31 ottobre e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio ‘precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, sui settori costieri. Mareggiate lungo le coste esposte’.

Il Centro Funzionale Regionale ha adottato l’avviso di criticità con indicazione dalle prime ore di domani, giovedì 1 novembre e per le successive 24-36 ore, si prevede nelle zone di allerta del Lazio: criticità idrogeologica per temporali codice arancione su Bacini Costieri Nord, Medio Tevere, Roma; criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica per temporali codice giallo su Rieti. È stata inoltre emessa un’attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio.

La Sala Operativa Permanente ha diffuso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555″.

Lo comunica in una nota la Protezione civile del Lazio.

Continua a leggere Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo su Il Corriere della Città.

Marino, nascondeva in casa 15 kg di marijuana: arrestato 50enne

E’ con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti che i Carabinieri della Stazione di Marino hanno arrestato un 50enne di Roma.

Era da qualche giorno che i Carabinieri osservavano un’abitazione sulla via dei Laghi ove l’uomo veniva solo per qualche pomeriggio a settimana, rimaneva un paio d’ore, e andava via.

Insospettiti da quest’insolito via vai, nel tardo pomeriggio di ieri è scattato il blitz e, dopo aver fatto irruzione nella dimora con affaccio sul lago, i Carabinieri si sono trovati di fronte ad un vero e proprio “laboratorio della droga”. Infatti all’interno del salotto, i militari hanno rinvenuto 5 kg di marijuana, già essiccata, oltre a bilancini di precisione e vario materiale utilizzato per confezionare lo stupefacente. Ma la sorpresa più grande si trovava nella taverna, dove era stata allestita una serra artigianale completa di aeratori, sistemi di irrigazione e lampade fluorescenti per favorire la crescita delle piante. Qui gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato 79 piante per un peso complessivo di 10 kg e mezzo.

Dopo l’arresto, l’uomo è stato trasferito nel carcere di Velletri, in attesa del processo.

Continua a leggere Marino, nascondeva in casa 15 kg di marijuana: arrestato 50enne su Il Corriere della Città.

I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto

I ragazzi di oggi sono ignoranti anche per via dei social!
Questa è la denuncia scattata qualche giorno fa dal una trasmissione televisiva dove si affrontava il rapporto dei ragazzi con i social e, quindi i cellulari.
I risultati portati da taluni docenti scolastici sono allarmanti e sconfortanti: temi in classe sconclusionati; capacità di apprendimento azzerata, memoria solo quella breve.
Abbiamo chiesto lumi all’esperta Maria Tinto, psicologa, psicoterapeuta e comportamentalista, che collabora con la testata con le sue analisi approfondite:

 

“Fragili, distratti, ignoranti, bamboccioni, inoccupabili, sfigati, choosy, sono loro, la Generazione Y, Millennial Generation, quelli nati tra gli anni 80 e il 2000 e questi sono solo alcuni degli appellativi che, nel corso degli ultimi anni, si sono susseguiti a definirli.
Ritenuti di non possedere le conoscenze sufficienti né per avere una vita sociale soddisfacente, né per entrare nel mondo del lavoro.
Come a dire, idioti, incapaci funzionali, inadatti ad assolvere un compito complesso, incapaci di capire e di fare il riassunto di quanto letto, quando leggono.
Insomma un esercito di incompiuti col punto interrogativo.
Ma cosa è successo ai nostri ragazzi?

Possibile che li abbiamo talmente abbrutiti da non riuscire più a cavarli dal pozzo nero della somma incapacità.

Come è possibile che con le tecnologie avanzate disponibili, con gli strumenti della cultura digitale, abbiamo creato incultura generazionale.

Dove nasce questo paradosso in cui sta pascolando questo annoiato, impaziente e insoddisfatto gregge.

Dove nasce questa deriva di abominevole riluttanza verso ogni forma di attivazione del pensiero, questa digito frenesia compulsionale in cui gettano le ore del giorno e della notte.

Dove hanno imparato a comunicare con le “faccine”, con gli acronimi, senza peraltro neanche sapere che si chiamano così.

Disusa la parola, se non per urlare rabbia, unico modo per esprimere l’incapacità di riferire il loro malessere e di farsi comprendere.

Ma soprattutto, chi ha insegnato ai nostri ragazzi che il valore di un essere umano dipende dai risultati che ottiene.

Perché con tale consapevolezza, l’unica che hanno, ovvero quella di non arrivare mai ad un risultato compiuto, neanche ci provano, credendosi degni incapaci.

Le tecnologie digitali, che dovrebbero essere un ausilio alla possibilità di informazione, di formazione culturale e di crescita personale, sono diventate un ennesimo strumento di distruzione di massa.

E’ tutta colpa di internet?

E’ tutta colpa delle risposte immediate che fornisce la rete, senza dare la capacità di dubitare di quanto attesta?

E’ pur vero che l’uso illimitato degli smartphone non attiva alcuna capacità di riflessione, l’iperattivazione cerebrale stimola l’attività delle cellule, ma senza alcuna finalità logica di pensiero.

Si dice che i nostri ragazzi non credono nel futuro.

Ma perché non credono nel futuro?

Perché il futuro non esiste.

Lo sanno bene, in fondo il presente è semplice, a portata di mano, c’è una soluzione per ogni difficoltà.

Da bambini non si sono mai sbucciate le ginocchia, perché quando cadevano c’era il cuscinetto ammortizzatore, apposto all’occorrenza da mamma e papà.

Non hanno imparato a cadere.

Non sanno quali strategie usare per non farsi male.

A casa stanno bene, sono coccolati, venerati, indisturbati, chiusi nella loro stanza e se provi ad entrare ti urlano contro, perché stanno guardando la loro serie televisiva preferita o stanno giocando con il loro corrispettivo idiota dall’altra parte del mondo, ma sono tutti abbondantemente nutriti e soprattutto, giustificati.

Vivono puntandosi addosso una telecamera, in attesa di un gratificante like, che se non arriva, è capace di distruggere l’immagine deformata che hanno di se stessi.

Non hanno più bisogno di nessuna “giustifica”, nè da portare a scuola, se non hanno studiato, né se passano anni a pascolare all’Università.”

Continua a leggere I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto su Il Corriere della Città.

Era bomber dell’Aprilia Sandro Abbatini, morto per una fuga di gas a Genzano

La bombola di gas è esplosa sabato sera, nella sua casa acquistata da poco da Sandro Abbatini e la sua compagna.

Ancora da accertare le cause di una tragedia simile, dove il bomber quarantesettenne, ha perso la vita, dopo tre giorni di prognosi riservata presso il nosocomio di Velletri.

Così, Massimiliano Sorrentino, il suo collega di rete lo saluta:

“Ciao unico e solo mio gemello del gol… vola da papà Bruno che ti sta aspettando a braccia aperte davanti ad una lavagnetta per parlare di schemi…..”

Sandro Abbatini nato il 3 maggio 1971 e gemello di Walter Sorrentino, del gol all’Aprilia negli anni 1990-91 e 1991-92.

Figlio dell’ex giocatore della Roma Bruno Abbatini, poi allenatore dell’Aprilia calcio,  lascia la mamma e la sorella Monica Abbatini

La compagna è, ancora, a Velletri ricoverata in prognosi riservata e ignara di tutto.

Marina Cozzo

 

Continua a leggere Era bomber dell’Aprilia Sandro Abbatini, morto per una fuga di gas a Genzano su Il Corriere della Città.

Esplosione Genzano: famiglie evacuate e strade chiuse. Il Sindaco: “Prese misure anti-sciacalli”

“Questa notte c’è stata un’esplosione, presumibilmente per una fuga di gas, in una palazzina di piazza Vittorio Buttaroni e due persone sono rimaste gravemente ferite. Sul posto Polizia locale, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Polizia di Stato e Carabinieri, che ringrazio per il tempestivo intervento.

Abbiamo evacuato le famiglie presenti trovando loro un alloggio temporaneo per la notte e stiamo lavorando per una sistemazione di più lungo periodo. Abbiamo interdetto al traffico veicolare oltre a piazza Buttaroni anche le strade adiacenti, via Ronconi e via Sauro, e l’area è stata messa in sicurezza. Il nostro ufficio Tecnico insieme al personale di Engie è a lavoro per monitorare la situazione.

Vorrei esprimere la mia solidarietà a tutti i cittadini coinvolti da questo tragico incidente e rassicurarli che stiamo monitorando senza sosta l’accaduto per tutelare la sicurezza e la pubblica incolumità di tutti. Stiamo lavorando per evitare lo squallido fenomeno dello sciacallaggio delle case evacuate. Sarà mia premura informare la nostra comunità di ogni ulteriore aggiornamento”.

Lo dichiara in una nota il sindaco di Genzano di Roma, Daniele Lorenzon.

Esplosione in una palazzina a Genzano: due feriti gravi

Esplosione nella notte in una palazzina in Piazza Vittorio Buttaroni a Genzano. L’ipotesi al momento è quella di una fuga di gas. L’appartamento interessato dalla deflagrazione è quello di Alessandro Abbatini, figlio dell’ex calciatore Bruno: è lui una delle persone rimaste gravemente ferite insieme ad una donna di 41 anni. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e la Polizia di Stato. L’intero stabile è stato per il momento dichiarato inagibile.

Continua a leggere Esplosione Genzano: famiglie evacuate e strade chiuse. Il Sindaco: “Prese misure anti-sciacalli” su Il Corriere della Città.

Esplosione in una palazzina a Genzano: due feriti gravi

Esplosione nella notte in una palazzina in Piazza Vittorio Buttaroni a Genzano. L’ipotesi al momento è quella di una fuga di gas. L’appartamento interessato dalla deflagrazione è quello di Alessandro Abbatini, figlio dell’ex calciatore Bruno: è lui una delle persone rimaste gravemente ferite insieme ad una donna di 41 anni. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e la Polizia di Stato. L’intero stabile è stato per il momento dichiarato inagibile.

 

Continua a leggere Esplosione in una palazzina a Genzano: due feriti gravi su Il Corriere della Città.

Festival Internazionale del Cinema dei Castelli Romani, al via la IIª edizione

Tutto pronto per la IIª edizione del Festival Internazionale del Cinema dei Castelli Romani. L’evento, ideato e prodotto dalla Fondazione Punto e Virgola, Presieduta da Marco Di Stefano, vedrà il via l’11 ottobre e si concluderà il 14. La kermesse è organizzata da Fabrizio Borni e Fabrizio Pacifici per conto di Tetramax Movie Services e Patrocinato e sostenuto dalla Direzione Generale Cinema – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con i Comuni di Ariccia e Frascati.

I film in concorso sono sette, di cui due stranieri e una coproduzione Italia/Spagna. Sempre sette i cortometraggi in gara per il Premio di Miglior Short Film. A differenza della scorsa edizione, due le location di quest’anno; infatti oltre alle prestigiose sale del Palazzo Chigi di Ariccia, anche il Comune di Frascati ha aderito, mettendo a disposizione le sale delle Scuderie Aldobrandini.

Due le giurie, di cui quella dei film presieduta da Elizabeth Missland, già Presidente Onoraria dei Globi d’Oro ed oggi Coordinatrice Artistica del Festival de la Comediè di Montecarlo ideato da Ezio Greggio. Altra novità il coinvolgimento degli studenti delle scuole di Frascati ed Ariccia che, guidati da due registi, Francesco Colangelo e Maria Laura Moraci produrranno alcuni cortometraggi che verranno proiettati il 12 Ottobre alle Scuderie Aldobrandini, iniziativa fortemente voluta per far avvicinare ancora di più i ragazzi all’interesse e alla diffusione della cultura cinematografica in genere. Tutte le proiezioni sono ad ingresso libero sino ad esaurimento dei posti ed il programma completo si può visitare sul sito www.festivalinternazionalecinemacastelliromani.com

Il gran finale ci sarà Domenica 14 Ottobre presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi: la serata verrà presentata da Laura e Silvia Squizzato e vedrà la consegna dei Premi.

Continua a leggere Festival Internazionale del Cinema dei Castelli Romani, al via la IIª edizione su Il Corriere della Città.

Castelli di cioccolato, a Marino torna la kermesse dedicata al cibo degli dei

A Marino torna il consueto appuntamento con il golosissimo mondo di cioccolato. Da venerdì 12 a domenica 14 ottobre la cittadina dei Castelli Romani ospiterà la VII edizione della manifestazione “Castelli di Cioccolato”. Maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia offriranno agli ospiti gustosissimi degustazioni, tutte rigorosamente preparate con pregiatissimo cacao. Montagne di cioccolatini e praline, creme di svariati gusti e deliziose tavolette di cioccolato, tutte prelibatezze realizzate nei più svariati gusti da artigiani esperti. Un evento da non perdere per i golosi di ogni età, dove sarà possibile conoscere la filiera che porta al prodotto finito e alle numerose varietà del cioccolato.

«Anche quest’anno», ha detto Alessandra Morgante, presidente di RomaChocolate e organizzatrice della manifestazione Castelli di Cioccolato «siamo riusciti a tornare in questa cittadina meravigliosa dei Castelli Romani. Grazie al Comune di Marino e ai tanti produttori e artigiani che continuano a offrire la loro disponibilità, ancora una volta potremo donare a tutti i nostri ospiti un evento unico nel suo genere».

Continua a leggere Castelli di cioccolato, a Marino torna la kermesse dedicata al cibo degli dei su Il Corriere della Città.

Meteo, nuovo calo delle temperature: in arrivo pioggia e raffiche di vento

Nelle prossime ore, a causa dell’ingresso di aria decisamente fresca dai quadranti nord occidentali, le condizioni meteorologiche tenderanno a peggiorare su tutta la nostra regione, in particolare modo sulle coste.

In arrivo raffiche di vento e piogge.

L’instabilità permarrà almeno fino alla giornata di domenica intervallata da pause più stabili all’interno delle quali sarà possibile anche qualche schiarita.
 
Le temperature saranno in diminuzione di 1-3 gradi.
 
 
Meteo Centro Italia – www.meteocentroitalia.it

Continua a leggere Meteo, nuovo calo delle temperature: in arrivo pioggia e raffiche di vento su Il Corriere della Città.

Truffatori napoletani ‘in trasferta’ ai Castelli: arrestati con documenti falsi alle Poste

I Carabinieri della Tenenza di Ciampino hanno arrestato quattro persone, tutte residenti a Napoli e di età compresa tra i 21 e i 49 anni, con l’accusa di tentata truffa aggravata, possesso di documenti contraffatti, sostituzione di persona e ricettazione.

Ieri pomeriggio, i truffatori sono entrati nell’ufficio postale di Ciampino ed hanno tentato di incassare un titolo di circa 700 euro, poi risultato rubato, presentando documenti d’identità contraffatti. Nutrendo dubbi sull’autenticità dei documenti, gli addetti all’ufficio postale hanno contattato i Carabinieri che, poco dopo, sono giunti sul posto. Alla vista dei Carabinieri i quattro individui hanno tentato la fuga ma sono stati bloccati e, ad esito degli accertamenti eseguiti sul titolo e i documenti,  sono stati arrestati e portati nel carcere di Velletri, in attesa del processo.

Continua a leggere Truffatori napoletani ‘in trasferta’ ai Castelli: arrestati con documenti falsi alle Poste su Il Corriere della Città.