Municipio X, Zanichelli (M5S): “Entra la fase importante bilancio 2018/19”

Tempo di bilanci nel Municipio X, che da quasi un anno vede la guida amministrativa del M5S

La maggioranza del Parlamentino Lidense tira le somme di questa prima fase amministrativa, tra proposte e innumerevoli difficoltà di percorso accusate durante questo iter legislativo. 

Sul bilancio generale di quest’esperienza si è espressa Paola Zenichelli, assessore al Bilancio e Patrimonio del Municipio X di Roma Capitale: “Dopo la pausa estiva, la nostra Consigliatura entra nell’ultimo quadrimestre dell’esercizio: è tempo quindi di tirare alcune somme, facendo un’analisi economico-finanziaria del periodo trascorso e tarare la fase conclusiva dell’anno impostando al meglio le attività future. La gestione del bilancio del X Municipio è bene in linea con gli indici di perfomance, in quanto superati i due terzi del periodo di bilancio, con una disponibilità complessiva di oltre 52 milioni di euro, risultano al momento impegnati circa 43 milioni di euro, con un tasso di saturazione pari al 85% del Budget. Oltre alla gestione corrente, abbiamo avviato anche grandi interventi su opere importanti quali, ad esempio e non solo, la realizzazione dello Skate Park, la manutenzione straordinaria della Fontana dello Zodiaco e della Scalinata di Regina Pacis“.

Continua: “Ciò, in sintesi, significa che il nostro Municipio, supportato dall’attuale Direzione e uffici competenti, ha adottato una gestione capace e virtuosa dei fondi assegnati da Roma Capitale: con questo trend, giungeremo al termine del 2018 dimostrando capacità operativa di impegnare tutti i fondi messi a disposizione per portare a termine le attività programmate, senza lasciare fondi inutilizzati. Da sottolineare che gli spazi di finanza non impegnati a fine anno vengono restituiti a Roma Capitale e sono indice di una gestione non ottimale e di un sovradimensionamento delle risorse finanziarie assegnate (come a voler dire che non si è stati in grado di realizzare sufficienti attività per spendere); inoltre, questo comporta l’aver sottratto ad altri Municipi eventuali disponibilità di risorse impedendogli di fatto di finanziare ulteriori attività“.

Ha continuato Paola Zanichelli: “La previsione di questo Assessorato, relativamente al trend di andamento di spesa da qui a fine anno, è il raggiungimento del target di impegno totale della dotazione finanziaria del nostro Municipio e non determinare overshooting, ovvero la richiesta di fondi superiori alla capacità di spesa. Tutto questo si inserisce in un approccio metodologico strutturato, fortemente voluto da Roma Capitale, di corretto dimensionamento delle risorse finanziarie assegnato ad ogni Municipio di Roma, per poter procedere programmando e pianificando, in maniera corretta, le attività delle strutture territoriali“.

Ha concluso: “Sulla base dell’esperienza acquisita, intraprendiamo oggi il percorso di costruzione del bilancio di previsione 2019/2021: la sfida da affrontare a questo punto è il congruo dimensionamento, per il futuro esercizio, delle richieste di fondi per soddisfare pienamente i fabbisogni e le necessità del nostro Municipio“.

Continua a leggere Municipio X, Zanichelli (M5S): “Entra la fase importante bilancio 2018/19” su Il Corriere della Città.

Municipio X, Zanichelli (M5S): “Entra la fase importante bilancio 2018/19”

Tempo di bilanci nel Municipio X, che da quasi un anno vede la guida amministrativa del M5S

La maggioranza del Parlamentino Lidense tira le somme di questa prima fase amministrativa, tra proposte e innumerevoli difficoltà di percorso accusate durante questo iter legislativo. 

Sul bilancio generale di quest’esperienza si è espressa Paola Zenichelli, assessore al Bilancio e Patrimonio del Municipio X di Roma Capitale: “Dopo la pausa estiva, la nostra Consigliatura entra nell’ultimo quadrimestre dell’esercizio: è tempo quindi di tirare alcune somme, facendo un’analisi economico-finanziaria del periodo trascorso e tarare la fase conclusiva dell’anno impostando al meglio le attività future. La gestione del bilancio del X Municipio è bene in linea con gli indici di perfomance, in quanto superati i due terzi del periodo di bilancio, con una disponibilità complessiva di oltre 52 milioni di euro, risultano al momento impegnati circa 43 milioni di euro, con un tasso di saturazione pari al 85% del Budget. Oltre alla gestione corrente, abbiamo avviato anche grandi interventi su opere importanti quali, ad esempio e non solo, la realizzazione dello Skate Park, la manutenzione straordinaria della Fontana dello Zodiaco e della Scalinata di Regina Pacis“.

Continua: “Ciò, in sintesi, significa che il nostro Municipio, supportato dall’attuale Direzione e uffici competenti, ha adottato una gestione capace e virtuosa dei fondi assegnati da Roma Capitale: con questo trend, giungeremo al termine del 2018 dimostrando capacità operativa di impegnare tutti i fondi messi a disposizione per portare a termine le attività programmate, senza lasciare fondi inutilizzati. Da sottolineare che gli spazi di finanza non impegnati a fine anno vengono restituiti a Roma Capitale e sono indice di una gestione non ottimale e di un sovradimensionamento delle risorse finanziarie assegnate (come a voler dire che non si è stati in grado di realizzare sufficienti attività per spendere); inoltre, questo comporta l’aver sottratto ad altri Municipi eventuali disponibilità di risorse impedendogli di fatto di finanziare ulteriori attività“.

Ha continuato Paola Zanichelli: “La previsione di questo Assessorato, relativamente al trend di andamento di spesa da qui a fine anno, è il raggiungimento del target di impegno totale della dotazione finanziaria del nostro Municipio e non determinare overshooting, ovvero la richiesta di fondi superiori alla capacità di spesa. Tutto questo si inserisce in un approccio metodologico strutturato, fortemente voluto da Roma Capitale, di corretto dimensionamento delle risorse finanziarie assegnato ad ogni Municipio di Roma, per poter procedere programmando e pianificando, in maniera corretta, le attività delle strutture territoriali“.

Ha concluso: “Sulla base dell’esperienza acquisita, intraprendiamo oggi il percorso di costruzione del bilancio di previsione 2019/2021: la sfida da affrontare a questo punto è il congruo dimensionamento, per il futuro esercizio, delle richieste di fondi per soddisfare pienamente i fabbisogni e le necessità del nostro Municipio“.

Continua a leggere Municipio X, Zanichelli (M5S): “Entra la fase importante bilancio 2018/19” su Il Corriere della Città.

Ardea, servono multe per far quadrare il bilancio: ritornano gli autovelox

Più multe ad Ardea per far quadrare il bilancio: lo ha detto il Comune ai vigili urbani per arrivare all’incasso previsto di 300mila euro.

TORNANO GLI AUTOVELOX

Il bilancio sarà approvato il prossimo 19 giugno. La Polizia, visto il poco personale, è costretta dunque a rimettere in campo gli autovelox nelle strade più pericolose.

Inoltre nei dieci varchi di accesso ad Ardea saranno installate telecamere con sistema di lettura automatica delle targhe, con collegamento alle banche dati della motorizzazione civile (per il controllo di auto senza assicurazione o revisione e trovare le auto rubate).

DOVE VERRANNO INVESTITI I SOLDI

Dei 300mila euro 90mila saranno utilizzati dal Comune per il fondo crediti di dubbia esigibilità: un fondo di emergenza in caso di mancate entrate. Gli altri soldi saranno destinati alla sicurezza stradale e potenziamento del corpo: segnaletica stradale, interventi sulle vie più danneggiate, una nuova auto per i vigili, manutenzione di autovelox ed etilometro, acquisto di strumenti di difesa personale, previdenza complementare della polizia.

Continua a leggere Ardea, servono multe per far quadrare il bilancio: ritornano gli autovelox su Il Corriere della Città.

Intervista a Giorgio Giusfredi: “Se fossi sindaco di Aprilia…”

Giorgio Giusfredi è candidato sindaco di Aprilia.

Già docente, poi dirigente scolastico di plessi con migliaia di ragazzi, genitori docenti, inserito nel territorio da oltre 40anni, mette a disposizione della città le sue competenze, ma anche intuizioni la sua umanità e il suo sdegno verso ciò che non quadra.

Lo abbiamo intervistato perchè, scripta manent, si fermi nero su bianco la motivazione della sua candidatura. 

Così chiediamo:

  • Se fosse sindaco di Aprilia come spiegherebbe la sua candidatura di sindaco di una città come Aprilia? “La spiego con la mia immagine nel mio lavoro di educatore, come impegno sociale e civile e penso che la politica ha a che fare con il sociale. Vivo in questa città da 40anni e mi sento apriliano a tutti gli effetti. Desidero dunque portare la voce della buona politica e, in questo modo dare un contributo alla città.

 

  • Se fosse sindaco, rispetto alle  altre amministrazioni precedenti quale sarebbe il suo valore aggiunto se salisse al governo di Aprilia?  “intanto sono i presupposti di partenza dobbiamo iniziare a riavvicinare la gente alla buona politica e alla cosa pubblica. E per gente, in modo particolare intendo i giovani. Desidero creare un humus tra i giovani che tra qualche anno prendere in mano le sorti della città. Quindi è necessaria una rigenerazione della classe politica apriliana. La città è complessa e si deve partire dalle periferie e dal centro caotico. Questo è un cardine per Aprilia affinchè diventi davvero la quinta città del Lazio. Le potenzialità sono immense e lo vediamo nel settore sia dello sport sia dell’associazionismo, sia per la quantità che per la qualità, rappresentando un importante punto di riferimento culturale.”
  • Se fosse sindaco quali sarebbero gli interventi più immediati che lei, salendo sullo scranno di sindaco apporterebbe? “Come prima cosa prenderei in mano il bilancio e, in base a quello farei un piano e una progettazione di interventi. Ritengo che oggi le risorse siano scarse.  Ma una macchina amministrativa deve partire dalle finanze per la progettualità di ogni settore. Inoltre, mi pare che finora si sia andato dietro alle esigenze in maniera disordinata, disorganica. Allora per esempio per interventi da farsi sia al centro sia nelle periferia, penso ad un concorso importante, a livello nazionale, affinché i migliori progettisti si mettano in campo per rendere ridisegnare la città e renderla più bella e vivibile. Aprilia ha perso molti elementi architettonici storici. L’idea è di creare delle prospettive armoniche con il resto, seppur capisca non è semplice. Pensando ai borghi: si dovrebbero apportare quegli aggiustamenti, creando piazze, illuminazioni, che diano una identità singolare. Un esempio tra tutti per l’importanza dei nostri borghi è la Fiera di Campoverde e, in più la produzione di fiori che rappresenta una eccellenza nazionale. Ecco la valorizzazione di questi due elementi già porterebbe una grande svolta culturale, turistica ed economica. La fiera dovrebbe diventare un polo non solo con un evento l’anno, ma con una maggior periodicità come la Fiera di Roma. Questo porterebbe ad un aspetto rinnovato e valorizzato. Chi attraversa la Pontina dal sud al nord pontino, deve trovare un punto di richiamo verso Aprilia. Infine l’impatto con il cemento grigio che regna sovrano deve necessariamente trovare un rimedio e questo solo con l’input di una amministrazione lungimirante e oculata si può realizzare.”

Il 10 giugno, allora, tutti alle urne! Ne riparleremo lunedì.

M.C.

 

Continua a leggere Intervista a Giorgio Giusfredi: “Se fossi sindaco di Aprilia…” su Il Corriere della Città.