Aprilia, raccolta firme per messa in sicurezza zone di Via Torre del Padiglione a Via Carroceto

 

I residenti delle zone Via Torre del Padiglione e Via Carroceto si stanno organizzando per una raccolta di firme affinché le strade vengano messe in sicurezza.

Gli stessi infatti hanno lamentato in un intervista la mancanza di sistemi di sicurezza, quali: un marciapiede, una corretta illuminazione della strada, un sistema di controllo del limite di velocità (autovelox o dossi artificiali).

“Circa una decina di giorni fa percorrevo la strada di torre del padiglione e una macchina mi ha sorpassata così velocemente che lo spostamento d’aria mi ha fatto rovinare in terra, cagionandomi, così, diverse ferite, per fortuna lievi. Ma la paura è stata tantissima! Io uso molto la bicicletta sia per muovermi più velocemente al centro di Aprilia sia come attività fisica. Uscire a piedi dalle abitazioni è molto rischioso, abbiamo già fatto richiesta al comune per la realizzazione di una pista ciclabile e di tutte quelle accortezze che possano indurre a rallentare la velocità”.

Questa è la dichiarazione di I.L. che si sta muovendo per raccogliere le firme dei residenti da presentare all’amministrazione comunale di Aprilia per accelerare le pratiche burocratiche, “prima che succeda qualche tragedia!”, ha concluso la signora.

Le strade interessate sono di passaggio sia per raggiungere il centro cittadino, sia per la zona degli istituti scolastici superiori, dove il flusso di pedoni è davvero notevole sul ciglio della strada senza alcun riparo e precedenza.

Giovanni Di Micco

Continua a leggere Aprilia, raccolta firme per messa in sicurezza zone di Via Torre del Padiglione a Via Carroceto su Il Corriere della Città.

Aprilia, raccolta firme per messa in sicurezza zone di Via Torre del Padiglione a Via Carroceto

 

I residenti delle zone Via Torre del Padiglione e Via Carroceto si stanno organizzando per una raccolta di firme affinché le strade vengano messe in sicurezza.

Gli stessi infatti hanno lamentato in un intervista la mancanza di sistemi di sicurezza, quali: un marciapiede, una corretta illuminazione della strada, un sistema di controllo del limite di velocità (autovelox o dossi artificiali).

“Circa una decina di giorni fa percorrevo la strada di torre del padiglione e una macchina mi ha sorpassata così velocemente che lo spostamento d’aria mi ha fatto rovinare in terra, cagionandomi, così, diverse ferite, per fortuna lievi. Ma la paura è stata tantissima! Io uso molto la bicicletta sia per muovermi più velocemente al centro di Aprilia sia come attività fisica. Uscire a piedi dalle abitazioni è molto rischioso, abbiamo già fatto richiesta al comune per la realizzazione di una pista ciclabile e di tutte quelle accortezze che possano indurre a rallentare la velocità”.

Questa è la dichiarazione di I.L. che si sta muovendo per raccogliere le firme dei residenti da presentare all’amministrazione comunale di Aprilia per accelerare le pratiche burocratiche, “prima che succeda qualche tragedia!”, ha concluso la signora.

Le strade interessate sono di passaggio sia per raggiungere il centro cittadino, sia per la zona degli istituti scolastici superiori, dove il flusso di pedoni è davvero notevole sul ciglio della strada senza alcun riparo e precedenza.

Giovanni Di Micco

Continua a leggere Aprilia, raccolta firme per messa in sicurezza zone di Via Torre del Padiglione a Via Carroceto su Il Corriere della Città.

Ardea, servono multe per far quadrare il bilancio: ritornano gli autovelox

Più multe ad Ardea per far quadrare il bilancio: lo ha detto il Comune ai vigili urbani per arrivare all’incasso previsto di 300mila euro.

TORNANO GLI AUTOVELOX

Il bilancio sarà approvato il prossimo 19 giugno. La Polizia, visto il poco personale, è costretta dunque a rimettere in campo gli autovelox nelle strade più pericolose.

Inoltre nei dieci varchi di accesso ad Ardea saranno installate telecamere con sistema di lettura automatica delle targhe, con collegamento alle banche dati della motorizzazione civile (per il controllo di auto senza assicurazione o revisione e trovare le auto rubate).

DOVE VERRANNO INVESTITI I SOLDI

Dei 300mila euro 90mila saranno utilizzati dal Comune per il fondo crediti di dubbia esigibilità: un fondo di emergenza in caso di mancate entrate. Gli altri soldi saranno destinati alla sicurezza stradale e potenziamento del corpo: segnaletica stradale, interventi sulle vie più danneggiate, una nuova auto per i vigili, manutenzione di autovelox ed etilometro, acquisto di strumenti di difesa personale, previdenza complementare della polizia.

Continua a leggere Ardea, servono multe per far quadrare il bilancio: ritornano gli autovelox su Il Corriere della Città.