Bando aree verdi, Caporaso: da opposizione solo strumentalizzazioni politiche che tentano di nascondere un successo per la Città

 

Riceviamo e pubblichiamo

Non mi stupiscono più di tanto le parole della Lega, piene di allusioni e condizionali, che dimostrano una volta di più l’infondatezza delle accuse e la strumentalizzazione utilizzata come metodo politico, da parte degli esponenti cittadini del partito di Salvini. Sono un po’ più sorpresa dalle accuse del consigliere Giusfredi, che conosce più approfonditamente il mondo dello sport cittadino e speravo esser più accurato nello studio delle procedure amministrative e nella lettura degli atti e delle determine”. Con queste parole, l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Aprilia, Luana Caporaso, risponde alle critiche che l’opposizione ha rivolto ieri all’Amministrazione Terra in merito al bando per le aree verdi.

Ad inizio agosto, infatti, il dirigente del Settore Lavori Pubblici ha disposto l’affidamento di tre delle sei aree verdi cittadine in situazione di degrado messe a bando lo scorso dicembre, ad associazioni o raggruppanti di associazioni apriliane.

In particolare, l’area verde di via Pergolesi (4700 mq) è stata affidata all’associazione Giò Volley, l’area di via delle Margherite (cosiddetta ex CRAL, per un totale di 4500 mq) ad un gruppo di associazioni capitanate dall’associazione Sport & Proevent e formato da Anaspol, Aprilia Scherma, Pallavolando, United Aprilia. Mentre l’area di via Tiberio (più di un ettaro e mezzo) ad un altro raggruppamento di associazioni, guidate dalla Minigolf Aprilia ASD e composto da ASD Centro Sportivo Primavera, ASD Club 5 Rondini e ASD Aprilia Calcio Balilla.

Se i consiglieri di opposizione avessero letto meglio le procedure – continua l’assessore Caporaso – avrebbero di certo salutato con soddisfazione la partecipazione di ben 10 associazioni cittadine, che – proprio come auspicato dalle misure contenute nel bando – si sono raggruppate al fine di consentire una gestione condivisa degli spazi pubblici”.

Sia la Lega che il consigliere Giusfredi avevano infatti criticato la scarsa adesione delle associazioni cittadine, sottolineando erroneamente come solo tre realtà sportive avessero partecipato al bando.

Il bando – aggiunge l’assessore – dispone, tra le altre cose, che le associazioni si facciano carico della riqualificazione degli spazi, prevedendo che le aree siano fruibili per tutti i cittadini e non dunque utilizzate esclusivamente per le attività dei gestori. Credo che questa sia la miglior risposta di chi parla oggi – senza cognizione di causa – di privatizzazione”.

Quanto alle tempistiche del procedimento – conclude la Caporaso – il ritardo della determina è dovuto ad alcune variazioni tecniche ai progetti di riqualificazione, che il dirigente ha richiesto alle associazioni vincitrici del bando, prima di procedere all’affidamento. Ad ogni modo, se i consiglieri di opposizione si fossero concentrati meno sulla campagna elettorale e più sulle vicende cittadine, avrebbero potuto partecipare alle sedute pubbliche di apertura delle domande e della documentazione richiesta, avvenute a partire dallo scorso 13 febbraio. Avrebbero potuto conoscere già lì i nomi delle 10 associazioni che hanno partecipato al bando, le stesse a cui ora sono affidate le aree in questione”.

Sulla vicenda, interviene anche il Sindaco Antonio Terra, per il quale “l’atto dirigenziale rende esecutiva una misura importante e attesa, che riesce a restituire alla Città e a costo zero, aree non più utilizzate, caratterizzate spesso da degrado. A dispetto delle critiche faziose, di cui avremmo fatto volentieri a meno, si tratta di un successo di cui andar fieri. Nei prossimi mesi, contiamo di poter rimettere a bando anche le tre aree per le quali non abbiamo ricevuto domande. Confidiamo nel fatto che il provvedimento e la “buona pubblicità” assicurata all’iniziativa possano favorire la partecipazione anche di altre realtà sportive cittadine”.

Continua a leggere Bando aree verdi, Caporaso: da opposizione solo strumentalizzazioni politiche che tentano di nascondere un successo per la Città su Il Corriere della Città.

La rieletta Francesca Barbaliscia “Ho conosciuto una città fantastica!”. Nell’intervista il suo intento per migliorare Aprilia

Francesca Barbaliscia, l’ex assessore con delega alla cultura nel Comune di Aprilia, durante anche questa tornata elettorale che l’ha vista al fianco del sindaco Antonio Terra, ci parla in una intervista dell’importanza della continuità che si è ristabilita.

Ancora non è ufficiale il suo ruolo se da assessore o da mero consigliere comunale, eppure l’ex amministratore è sempre piena di grinta ed energia da mettere a disposizione della sua città.

Quando arrivò nella prima amministrazione Terra, Barbaliscia aveva appena 34 anni: una delle più giovani amministratrici di Aprilia.

Mantiene, ancora la sua freschezza e quella stessa energia di quando la incontrammo la prima volta.

Gli occhi ilari giocano tra ricordi, pensieri e progetti futuri, che accompagna con la pacatezza e determinazione che la contraddistinguono.

Iniziamo la nostra intervista con un flash-back che ci riconduce al suo primo mandato. 

  • Assessore lei ha iniziato la sua carriera politica con la delega onerosa della cultura.  Cosa ricorda dei primi tempi? “Mi sono ritrovata catapultata in un mondo in cui avevo da apprendere, ma a me vicino sotto altri punti di vista: amo i giovani e i bambini. Il lato positivo era che ho affrontato tutte le situazioni con un punto di vista privo di pregiudizi. Ho cominciato a rapportarmi nel mondo della scuola come fossi una allieva, con semplicità e desiderio di conoscere. E’ stato moto bello e costruttivo il rapporto con i dirigenti scolastici e gli insegnanti: confronti, scambi di idee, suggerimenti. L’aspetto che forse è stato apprezzato di me, che mi presentavo senza il bagaglio da addetta ai lavori per il settore,  era la mia grande passione. Poi è stato un crescendo nel desiderio di comunicare con i ragazzi con le mie missive di fine anno scolastico o a Natale in cui invitavo loro a fare il punto della situazione per spronare a migliorarsi sempre più.”
  • Da questa esperienza lei ha toccato con mano ancor più intimamente Aprilia, giusto? “Si e ho conosciuto una città fantastica! Una città con un terreno fertile che vuole crescere migliorandosi! Le associazioni e le scuole negli ultimi anni hanno realizzato progetti eccezionali e queste, per me sono fonte di rinnovo di idee ed energie. Io cerco di essere presente ma per il gusto di esserci e condividere con loro le esperienze, senza formalismi.”
  • Sono questi i motivi che l’hanno spinta a rimettersi in gioco in questa nuova campagna piuttosto faticosa? “E’ stata dura per tanti motivi. Io sono entrata in politica cinque anni fa e ricordo altro. Questa campagna elettorale è stata scadenzata sopratutto da toni poco edificanti. In questo senso c’è tanto da fare: non si può parlare di cultura se mancano le basi spicce dell’educazione. Noi politici siamo persone pubbliche e di esempio anche per i nostri concittadini. E molti di noi siamo anche madri e padri: va bene che si attacchi ma sempre con stile e intelligenza per insegnare ai nostri figli come rapportarsi senza scadere e senza mai mancare di rispetto al prossimo. Questo fa la differenza delle persone! E il buon senso è prevalso! La prima cosa che farò sia da consigliere sia da assessore… Farò un esame di cosa non è andato e stilare un programma per migliorare: questo è fare politica secondo me.”
  • Cosa pensa di questa seconda occasione che le è stata data dal suo nutrito elettorato? “Interrompere questo percorso sarebbe stato un errore! Ormai abbiamo preso un ritmo e Terra è una persona molto intelligente sia come uomo che come politico. Il sindaco sa che deve ai suoi cittadini una analisi attenta degli errori e da lì cominciare il nuovo percorso da governatore, per migliorare.”
  • Come desidera chiudere questa nostra “chiacchierata”? “Innanzitutto ringraziando tutti gli elettori che mi hanno ribadito la loro fiducia: è stato un segnale molto importante, un riconoscimento per tanti anni di lavoro e di dialogo, non solo con le istituzioni ma sopratutto con le persone!”

Qualunque sarà il ruolo di Francesca Barbaliscia in questa seconda amministrazione Terra, auguriamo buon lavoro, perché la città ne ha bisogno e il nostro ex assessore lo sa bene.

Marina Cozzo

Continua a leggere La rieletta Francesca Barbaliscia “Ho conosciuto una città fantastica!”. Nell’intervista il suo intento per migliorare Aprilia su Il Corriere della Città.