Bando aree verdi, Caporaso: da opposizione solo strumentalizzazioni politiche che tentano di nascondere un successo per la Città

 

Riceviamo e pubblichiamo

Non mi stupiscono più di tanto le parole della Lega, piene di allusioni e condizionali, che dimostrano una volta di più l’infondatezza delle accuse e la strumentalizzazione utilizzata come metodo politico, da parte degli esponenti cittadini del partito di Salvini. Sono un po’ più sorpresa dalle accuse del consigliere Giusfredi, che conosce più approfonditamente il mondo dello sport cittadino e speravo esser più accurato nello studio delle procedure amministrative e nella lettura degli atti e delle determine”. Con queste parole, l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Aprilia, Luana Caporaso, risponde alle critiche che l’opposizione ha rivolto ieri all’Amministrazione Terra in merito al bando per le aree verdi.

Ad inizio agosto, infatti, il dirigente del Settore Lavori Pubblici ha disposto l’affidamento di tre delle sei aree verdi cittadine in situazione di degrado messe a bando lo scorso dicembre, ad associazioni o raggruppanti di associazioni apriliane.

In particolare, l’area verde di via Pergolesi (4700 mq) è stata affidata all’associazione Giò Volley, l’area di via delle Margherite (cosiddetta ex CRAL, per un totale di 4500 mq) ad un gruppo di associazioni capitanate dall’associazione Sport & Proevent e formato da Anaspol, Aprilia Scherma, Pallavolando, United Aprilia. Mentre l’area di via Tiberio (più di un ettaro e mezzo) ad un altro raggruppamento di associazioni, guidate dalla Minigolf Aprilia ASD e composto da ASD Centro Sportivo Primavera, ASD Club 5 Rondini e ASD Aprilia Calcio Balilla.

Se i consiglieri di opposizione avessero letto meglio le procedure – continua l’assessore Caporaso – avrebbero di certo salutato con soddisfazione la partecipazione di ben 10 associazioni cittadine, che – proprio come auspicato dalle misure contenute nel bando – si sono raggruppate al fine di consentire una gestione condivisa degli spazi pubblici”.

Sia la Lega che il consigliere Giusfredi avevano infatti criticato la scarsa adesione delle associazioni cittadine, sottolineando erroneamente come solo tre realtà sportive avessero partecipato al bando.

Il bando – aggiunge l’assessore – dispone, tra le altre cose, che le associazioni si facciano carico della riqualificazione degli spazi, prevedendo che le aree siano fruibili per tutti i cittadini e non dunque utilizzate esclusivamente per le attività dei gestori. Credo che questa sia la miglior risposta di chi parla oggi – senza cognizione di causa – di privatizzazione”.

Quanto alle tempistiche del procedimento – conclude la Caporaso – il ritardo della determina è dovuto ad alcune variazioni tecniche ai progetti di riqualificazione, che il dirigente ha richiesto alle associazioni vincitrici del bando, prima di procedere all’affidamento. Ad ogni modo, se i consiglieri di opposizione si fossero concentrati meno sulla campagna elettorale e più sulle vicende cittadine, avrebbero potuto partecipare alle sedute pubbliche di apertura delle domande e della documentazione richiesta, avvenute a partire dallo scorso 13 febbraio. Avrebbero potuto conoscere già lì i nomi delle 10 associazioni che hanno partecipato al bando, le stesse a cui ora sono affidate le aree in questione”.

Sulla vicenda, interviene anche il Sindaco Antonio Terra, per il quale “l’atto dirigenziale rende esecutiva una misura importante e attesa, che riesce a restituire alla Città e a costo zero, aree non più utilizzate, caratterizzate spesso da degrado. A dispetto delle critiche faziose, di cui avremmo fatto volentieri a meno, si tratta di un successo di cui andar fieri. Nei prossimi mesi, contiamo di poter rimettere a bando anche le tre aree per le quali non abbiamo ricevuto domande. Confidiamo nel fatto che il provvedimento e la “buona pubblicità” assicurata all’iniziativa possano favorire la partecipazione anche di altre realtà sportive cittadine”.

Continua a leggere Bando aree verdi, Caporaso: da opposizione solo strumentalizzazioni politiche che tentano di nascondere un successo per la Città su Il Corriere della Città.

Aprilia-Scuole, Caporaso risponde ai 5Stelle: manutenzione licei non è nelle competenze del Comune

Riceviamo e pubblichiamo:

“Siamo sempre ben lieti delle segnalazioni che provengono dai cittadini, ma spiace ricordare ai due meetup cittadini che la manutenzione degli istituti superiori non spetta al Comune di Aprilia ma alla Provincia di Latina. La competenza del Comune si limita alle scuole dell’infanzia, elementari e medie inferiori”.
Con queste parole, l’assessore ai lavori pubblici di Aprilia, Luana Caporaso, risponde alle richieste avanzate dai due gruppi grillini apriliani in merito alla manutenzione del Liceo Meucci, oggetto di un sopralluogo nei giorni scorsi da parte degli esponenti del Movimento 5 Stelle.
“Girerò le segnalazioni ai consiglieri provinciali De Maio e La Pegna – prosegue l’assessore – che potranno far presente la situazione del Liceo Meucci anche all’ente competente”.
Questa mattina l’assessore si è comunque recata in via Carroceto per verificare la situazione degli spazi esterni alla scuola. “Ho potuto constatare – ha affermato – che gli spazi la cui cura compete al Comune, sono già pronti per l’inizio delle lezioni”.
Luana Caporaso ha già incontrato nelle scorse settimane il collega Elvis Martino, al quale il Sindaco ha affidato la delega alle scuole, per valutare l’andamento dei lavori di manutenzione ordinaria degli istituti comprensivi della Città. “Stiamo procedendo secondo le richieste avanzate dalle dirigenze scolastiche di tutti gli istituti cittadini – conclude – e nei primi giorni di settembre, quando i Dirigenti rientreranno dalla ferie, programmeremo una riunione con tutti quanti per fare anche con loro un punto sui vari lavori, in vista dalla riapertura delle scuole”.

Continua a leggere Aprilia-Scuole, Caporaso risponde ai 5Stelle: manutenzione licei non è nelle competenze del Comune su Il Corriere della Città.

Anzio, pronta l’illuminazione notturna alle Grotte di Nerone. Si valutano barriere

L’assessore ai Lavori pubblici di Anzio Giuseppe Ranucci sta lavorando per l’illuminazione artistica notturna delle Grotte di Nerone e della Villa Imperiale.

IL PROGETTO D’ILLUMINAZIONE E L’IDEA DELLE BARRIERE

L’assessorato, grazie ai ribassi in alcune gare per l’assegnazione dei lavori di asfaltatura, ha studiato un progetto.

Inoltre si sta valutando anche la creazione di barriere per impedire ai bagnanti ed i senzatetto di entrare nei ripari delle grotte dove minore è la sicurezza.

Nel frattempo gli uffici dello stesso assessorato rendono noto che si stanno programmando nuovi interventi sul manto stradale.

Continua a leggere Anzio, pronta l’illuminazione notturna alle Grotte di Nerone. Si valutano barriere su Il Corriere della Città.