Roma, contrasto allo spaccio: arrestati pusher di yaba, hashish, cocaina e marijuana

Sette persone finite in manette, sequestrate alcune pasticche di “yaba”, numerose dosi di hashish, cocaina e marijuana; questo è il bilancio dei servizi antidroga messi in atto nella giornata di ieri dagli agenti della Polizia di Stato.

I primi tre arresti sono stati effettuati nella zona est della capitale. Il primo in via San Biagio Platani dove gli investigatori del commissariato Casilino  Nuovo hanno arrestato C.D. 19enne italiano trovato in possesso di 50 grammi di hashish e numerose banconote di vario taglio. Il secondo invece, in via Giacinto Camassei dove gli agenti del reparto volanti hanno fermato per un controllo G.T.R. , 43 enne romano trovato con indosso 12 dosi di cocaina.

L’ultimo invece (R.A. 54enne di origini napoletane) è stato sottoposto agli arresti domiciliari continuava la sua attività di spaccio da casa.

Diversi i servizi di appostamento da parte dei poliziotti di Casilino presso l’abitazione in via Nocere Terinese, dove hanno potuto notare l’andirivieni di diversi “clienti” e la presenza fissa di due giovani all’altezza dell’ingresso della palazzina con la funzione di “vedette” – poi una distrazione  che ha permesso agli agenti di entrare nel portone, salire al 4 piano ed entrare in casa, dove la porta era aperta. Una volta dentro, gli investigatori hanno trovato, dentro diversi sacchetti in cellophane diverse dosi di cocaina già pronte per essere vendute, denaro contante e un bilancino di precisione.

E ancora in via Labico gli agenti del commissariato Torpignattara hanno proceduto al controllo di un cittadino del Bangladesh, M.Z.K. di 43 anni, trovato in possesso di venti pasticche di “yaba”. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente, per lui si sono aperte le porte del carcere.

W.J 20enne tunisino, è stato fermato per un controllo dagli agenti del reparto volanti in via degli Olivi, indosso aveva nascosti 25 grammi di cocaina, arrestato dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli ultimi due a cadere nella rete della Polizia sono stranieri: S.A. del Mali di 26 anni e K.K. guineano di 20 anni. I due, durante un servizio straordinario finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, sono stati controllati all’interno del parco di Colle Oppio. Indosso avevano circa 55 grammi di marijuana e 112 grammi di hashish. Anche loro dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.   

Continua a leggere Roma, contrasto allo spaccio: arrestati pusher di yaba, hashish, cocaina e marijuana su Il Corriere della Città.

Ladispoli, baby gang in azione: aggredito e rapinato un diciassettenne. Due arresti

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, nell’ambito dei serrati servizi di controllo del territorio, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, hanno arrestato due persone, un 22enne cittadino romeno e un 21enne romano e, denunciato in stato di libertà due 17enni,  per i reati di rapina e furto.

BABY GANG IN AZIONE A LADISPOLI: LA VITTIMA E’ UN DICIASSETTENNE

Nello specifico, ieri sera, un 17enne del posto, mentre tornava a casa in sella alla sua bicicletta, è stato avvicinato in via di Campagna, da un gruppo di 4 suoi coetanei. A quel punto, dopo essere stato aggredito con calci e pugni, è stato rapinato della sua bici e del suo smartphone.

Intervenuti su richiesta della vittima, i Carabinieri della Stazione di Ladispoli hanno acquisito una precisa descrizione degli aggressori, avviando immediatamente le ricerche.

GLI ARRESTI DA PARTE DEI CARABINIERI

Poco dopo hanno individuato sul lungomare di Ladispoli 4 giovani corrispondenti alla descrizione fornita. Sottoposti a controllo, sono stati trovati in possesso del telefono cellulare e dalla bici di proprietà della vittima e di un motorino, risultato oggetto di furto.

I quattro pertanto sono stati accompagnati presso la Caserma di via Livorno, dove al termine degli accertamenti, i Carabinieri hanno arrestato i 2 maggiorenni che, come disposto dall’A.G.  sono stati accompagnati  presso la Casa Circondariale di Civitavecchia.

Continua a leggere Ladispoli, baby gang in azione: aggredito e rapinato un diciassettenne. Due arresti su Il Corriere della Città.

Ostia, nuovi controlli ed arresti: preso un ladro in opera durante i “Soci@l Days”

Nuovi controlli negli esercizi commerciali e nuovi arresti ad Ostia. Preso anche un ladro che aveva rubato ad uno stand della manifestazione “Soci@l Days”.

NUOVI CONTROLLI ED ARRESTI

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri, nell’ambito di uno specifico servizio a Ostia Nuova, hanno arrestato un 25enne del posto, con precedenti, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno sorpreso il giovane mentre cedeva una dose di hashish ad un’altra persona.

La successiva perquisizione, effettuata nell’abitazione del malfattore anche con l’aiuto dei cani antidroga, ha consentito di trovare ulteriori dosi di “fumo”, 3.200 euro in contanti e un assegno – non intestato – per l’importo di 2.500 euro. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

I Carabinieri della Stazione di Casal Palocco, invece, hanno proceduto al controllo di un’utilitaria con a bordo due uomini. Il conducente, un 29enne senza fissa dimora, ha esibito ai militari una patente di guida contraffatta, fornendo le generalità in essa contenute. I militari quindi, appurata l’alterazione del documento, li hanno bloccati: nel corso della perquisizione, il passeggero, trovato in possesso di alcune dosi di cocaina – subito sequestrata – è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di sostanze stupefacenti, mentre l’autista è stato arrestato e trattenuto in caserma in attesa delle decisioni della competente Autorità Giudiziaria.

Un uomo, già agli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, dopo essersi allontanato dall’abitazione senza alcuna autorizzazione, ha aggredito e molestato una donna. I Carabinieri lo hanno arrestato e rinchiuso nel carcere di Civitavecchia.

L’Autorità Giudiziaria, riconoscendo l’elevata pericolosità sociale del malfattore, dovrà scontare anche la precedente pena all’interno dell’istituto carcerario.  

Inoltre grazie ad un servizio organizzato ad hoc nei pressi degli esercizi commerciali e nei luoghi di lavoro della zona, i Carabinieri di Ostia e del personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro hanno riscontrato, in due ristoranti del litorale, numerose irregolarità connesse con l’assunzione e la registrazione obbligatoria del personale dipendente.

Nella circostanza è stata accertata anche l’installazione di un sistema di videosorveglianza privo di autorizzazione. Ad una delle due attività commerciali è stata intimata la sospensione in attesa della regolarizzazione ed il relativo titolare è stato denunciato per impiego di personale non contrattualizzato.  

IL LADRO DEL “SOCI@L DAYS”

Il ladro del “Soci@l Days”, invece, è un 29enne ostiense. I Carabinieri lo hanno arrestato poco dopo la rapina.

L’uomo era riuscito a sottrarre 1.400 euro dalla cassa di uno stand.

La sua azione, però, è stata notata da uno dei partecipanti alla manifestazione che ha cercato di fermarlo e per questo è stato aggredito dal malvivente che è riuscito, dopo una breve colluttazione, a darsi alla fuga.

I Carabinieri, in transito sul vicino lungomare, allertati dalla vittima e da altri testimoni, sono riusciti in poco tempo a individuare e bloccare il malvivente, recuperando anche l’intera refurtiva.

Il rapinatore è trattenuto in caserma, in attesa dell’udienza di convalida.

Continua a leggere Ostia, nuovi controlli ed arresti: preso un ladro in opera durante i “Soci@l Days” su Il Corriere della Città.

Ostia, gli arresti non finiscono mai: altri 4 in manette

E’ di quattro persone arrestate e due denunciate il bilancio dei servizi condotti nella giornata di ieri dai Carabinieri di Ostia.

QUATTRO NUOVI ARRESTI AD OSTIA

I militari hanno fatto scattare le manette ai polsi di un giovane senza fissa dimora di 25 anni. L’uomo, notato mentre si aggirava con fare sospetto tra le autovetture in sosta lungo corso Duca di Genova, è stato controllato dai militari, ai quali ha tentato maldestramente di fornire false generalità. I Carabinieri, accertata la vera identità del giovane, lo hanno arrestato e condotto nelle camere di sicurezza del Gruppo Carabinieri di Ostia, in attesa dell’udienza di convalida. 

Sempre ad Ostia, presso la stazione ferroviaria “Lido Centro”, i militari sono intervenuti a seguito di una violenta aggressione posta in essere da un giovane extracomunitario nei confronti della fidanzata. L’uomo, alla vista dei militari, non ha cessato il proprio comportamento, anzi non ha esitato a scagliarsi anche contro il personale intervenuto che si è visto così costretto ad immobilizzarlo e condurlo presso le camere di sicurezza del Gruppo Carabinieri di Ostia.

I militari della Stazione di Acilia hanno arrestato un 56enne del posto, già conosciuto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti negli ambienti della droga, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il pusher, nel corso di una mirata perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di molteplici dosi di cocaina, nonché vario materiale per la pesa ed il confezionamento dello stupefacente. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Altre due persone, trovate in possesso di esigue quantità di droga, sono stare invece segnalate per “detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti”. Tutta la droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro in attesa di essere distrutta. 

Fiumicino, i militari hanno fermato un 78enne del posto, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro la persona, che senza alcun motivo aveva deciso di allontanarsi dal proprio luogo di detenzione. L’uomo è stato arrestato per evasione e condotto presso le camere di sicurezza del Gruppo Carabinieri di Ostia, in attesa dell’udienza di convalida. 

I numerosi controlli, effettuati anche lungo la via Litoranea di Ostia in occasione delle prime giornate di mare, hanno consentito di denunciare in stato di libertà un 37enne, parcheggiatore abusivo già noto alle forze di polizia che, al termine di un diverbio per motivi di viabilità con un automobilista, ha minacciato di incendiarne l’autovettura

Sempre in stato di libertà, per violazioni alla normativa sulla “tutela del lavoro minorile”, è stato denunciato un commerciante di 59 anni, già gravato da precedenti di polizia, per avere assunto irregolarmente alle proprie dipendenze un 15enne.

Fonte: Ostia.tv

Continua a leggere Ostia, gli arresti non finiscono mai: altri 4 in manette su Il Corriere della Città.

Ancora arresti di spacciatori di shaboo, la droga che devasta il volto

Arrestati nuovi spacciatori di “shaboo”, la potente metanfetamina fino a 10 volte più potente e devastante della cocaina che devasta il volto.

I NUOVI ARRESTI PER SPACCIO DI SHABOO

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato tre persone, un 27enne cinese e due cittadini delle Filippine, un uomo e una donna di 35 e 36 anni, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri pomeriggio, impegnati in un posto di controllo alla circolazione stradale su via di Torrevecchia, i Carabinieri hanno fermato i tre a bordo dell’auto di proprietà del 27enne. Durante gli accertamenti, i fermati hanno mostrato segni di impazienza e nervosismo e così i militari hanno approfondito i controlli. L’ispezione del veicolo ha permesso di recuperare 70 dosi di shaboo che erano state nascoste in diverse fessure dell’abitacolo.

I Carabinieri sono poi risaliti alla stanza del B&B, in viale Trastevere, dove alloggiavano due di loro e sono intervenuti per una verifica. Anche qui, ben nascosti in un’intercapedine del letto hanno scovato altre dosi della stessa sostanza, ben 370, pronte allo spaccio, oltre che materiale per il confezionamento.

Materiale e strumentazione per il confezionamento sono stati trovati anche nel negozio di casalinghi, in via Baldo degli Ubaldi, gestito dal cittadino cinese, dove i Carabinieri, al piano seminterrato, hanno trovato e sequestrato anche una pistola, perfetta replica di una pistola Beretta, priva del tappo rosso.

LE MISURE CAUTELARI

Per i pusher, a seguito dell’udienza di convalida, sono stati disposti rispettivamente: la misura cautelare in carcere per la cittadina filippina, la misura cautelare degli arresti domiciliari al cittadino cinese e la misura cautelare dell’obbligo di firma per l’altro cittadino filippino.

Continua a leggere Ancora arresti di spacciatori di shaboo, la droga che devasta il volto su Il Corriere della Città.