image_pdfimage_print

Eco X: i campioni del suolo dopo l’incendio

Incendio Eco X di Pomezia, aggiornamento dell’Arpa Lazio su pm10, microinquinanti organici e campioni di suolo

Con riferimento all’incendio di vaste dimensioni divampato in data 5 maggio u.s. presso il sito industriale Eco X di Via Pontina Vecchia a Pomezia, si rende noto che l’Arpa Lazio ha inoltrato i risultati delle ultime rilevazioni analitiche disponibili relativamente a pm10, microinquinanti organici, e i primi risultati sui campioni di suolo.

Per quanto riguarda le misurazioni delle concentrazioni di pm10 effettuate con il campionatore specificatamente installato nelle immediate vicinanze dell’incendio, si confermano valori inferiori al limite imposto dal D.Lgs. 155/2010 ed in linea con quelli acquisiti dalla rete fissa di monitoraggio dello stesso periodo.

Per quanto riguarda le analisi per la ricerca di microinquinanti organici sui campioni relativi alle giornate del 27 e del 28 maggio scorsi, la concentrazione di benzo(a)pirene, l’unico idrocarburo policiclico aromatico (IPA) normato, evidenzia un andamento in diminuzione: l’ultimo valore rilevato è di diversi ordini di grandezza inferiore al limite medio annuale di 1 nanogrammo/metro cubo.

L’ultima concentrazione di diossine e furani rilevata nelle vicinanze dell’incendio conferma il trend decrescente messo in evidenza nelle precedenti rilevazioni. Il valore relativo ai PCB si conferma simile a quello riscontrato nelle giornate precedenti del 20 e 21 maggio.

In data 11 maggio u.s., infine, personale tecnico di Arpa Lazio ha prelevato campioni superficiali di terreno nelle aree circostanti l’impianto Eco X. I punti di prelievi sono stati scelti su indicazione della direzione tecnica sulla base di una simulazione modellistica elaborata dalla Divisione Atmosfera e Impianti di Arpa Lazio. Il prelievo è stato effettuato al fine di valutare l’entità delle deposizioni sul suolo di diossine, PCB e IPA eventualmente diffusi a seguito dell’incendio.

I campioni oggetto del monitoraggio hanno mostrato concentrazioni simili tra loro. In particolare, le concentrazioni rilevati nei siti in cui era prevista la massima ricaduta sono confrontabili con i siti in cui era prevista ricaduta inferiore. Per quanto riguarda la concentrazione di diossine, PCB e IPA al suolo non sembra quindi manifestarsi una differenza significativa tra aree a cui, a priori, era prevista una diversa deposizione di inquinanti.

In termini assoluti, le concentrazioni trovate sono risultate molto basse e simili a quelle riscontrate in altre campagne di misura in cui non è stata rilevata una contaminazione del suolo.

The post Eco X: i campioni del suolo dopo l’incendio appeared first on Il Corriere della Città.

Incendio ECOX: il Comune di Aprilia divulga la nota di ARPA Lazio

Incendio presso l’azienda Eco X di Pomezia, la nota informativa trasmessa dall’Arpa Lazio
Si rende noto che l’Arpa Lazio in data odierna ha trasmesso al Sindaco di Aprilia una nota informativa relativa ai rilievi sulla presenza di inquinanti nell’area interessata dall’incendio divampato lo scorso 5 maggio presso il sito industriale Eco X di Via Pontina Vecchia a Pomezia.
Stante la nota, nelle giornate dal 16 al 21 maggio, le concentrazioni misurate presso le stazioni di Ciampino, Cinecittà e Fermi e quelle rilevate dal mezzo mobile situato nell’abitato di Albano, hanno fornito valori inferiori ai limiti imposti dal D.Lgs. 155/2010 ed in linea con quelli rilevati nelle giornate precedenti l’incendio.
Per quanto riguarda le misurazioni effettuate con campionatori specificamente installati nelle immediate vicinanze dell’incendio, nonché presso la sede municipale di Pomezia, in Piazza Indipendenza, sono stati raccolti i filtri per la determinazione del pm10. L’andamento delle ultime concentrazioni di quest’ultimo conferma, in entrambe le postazioni mobili installate nel Comune di Pomezia, valori inferiori al limite imposto ed in linea con quelli misurati dalla rete fissa di monitoraggio nello stesso periodo.
Per quanto riguarda invece il campionatore per il pm10 situato nelle immediate vicinanze dell’incendio, sono state completate le analisi per la ricerca di microinquinanti organici sui campioni di pm10 relativi alle giornate del 13 e del 14 maggio. La concentrazione di benzo(a)pirene, l’unico idrocarburo policiclico aromatico (IPA) normato, evidenzia un andamento in diminuzione; l’ultimo valore rilevato continua ad essere inferiore al limite medio annuale. Le concentrazioni di diossine e furani rilevate nelle vicinanze dell’incendio, tra il 9 e il 14 maggio, confermano il trend decrescente messo in evidenza nelle precedenti rilevazioni. Anche le concentrazioni di PCB evidenziano una costante diminuzione.
In analogia a quanto fatto per i campioni prelevati nelle vicinanze dell’incendio, sono state determinate le concentrazioni di inquinanti organici sui filtri di pm10 campionati il 13 e il 14 maggio presso la sede municipale di Pomezia. Secondo i risultati ottenuti, la concentrazione di benzo(a)pirene è inferiore al limite medio annuale; le concentrazioni di PCB e diossine sono in linea con quelle normalmente riscontrabili in ambiente urbano e con i valori misurati in precedenti analoghe campagne di monitoraggio.
Per quanto concerne infine i BTEX (benzene, toluene, etilbenzene e xileni), sono stati analizzati i campionati relativi al periodo dal 9 all’11 maggio. Nei due siti più vicini all’incendio (Via Pontina Vecchia km. 33,38 e Via delle Gardenie altezza civico 21C), le concentrazioni di benzene rilevate in quel periodo sono di poco superiori al limite di 5 microgrammi al metro cubo, calcolato come media annuale, previsto dal D.Lgs. 155/2010. L’andamento dei valori misurati mostra comunque una rapida diminuzione.

The post Incendio ECOX: il Comune di Aprilia divulga la nota di ARPA Lazio appeared first on Il Corriere della Città.

Incendio Eco-X di Pomezia: nuovi dati sulla qualità dell’aria, prelevati primi campioni nei pressi dello stabilimento

Arpa Lazio, dopo il comunicato diramato ieri e a seguito dell’incendio divampato all’interno dello stabilimento Eco X di Pomezia, ha reso noti i nuovi dati in merito alla qualità dell’aria. “In riferimento all’incendio sviluppatosi nella mattinata del 05/05/2017 presso l’impianto di trattamento rifiuti della Eco X sito nel comune di Pomezia, Via Pontina Vecchia Km 33.381 – si legge nella nota – si comunica che anche nella giornata del 06/05/2017, così come in quella precedente, i dati rilevati dalle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria situate nel comune e nella provincia di Roma e quelli rilevati dal mezzo mobile posizionato nel centro abitato di Albano Laziale non hanno evidenziato superamenti dei limiti previsti dal D. lgs 155/2010. Inoltre le medie giornaliere e le medie orarie osservate continuano ad essere in linea con quelle dei giorni precedenti e con i valori normalmente rilevati in questo periodo dell’anno.”

[See image gallery at www.ilcorrieredellacitta.com]

Incendio Eco X: prelevati campioni nei pressi dello sstabilimento, risultati nei prossimi giorni

“In data odierna i tecnici dell’Agenzia – continua la nota – hanno provveduto a prelevare i primi campioni dai campionatori che erano stati collocati in prossimità dello stabilimento interessato dal rogo nella giornata di venerdì. Nei prossimi giorni, nei minimi tempi tecnici consentiti dalle procedure analitiche, saranno disponibili  gli esiti delle determinazioni“.

The post Incendio Eco-X di Pomezia: nuovi dati sulla qualità dell’aria, prelevati primi campioni nei pressi dello stabilimento appeared first on Il Corriere della Città.