Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dalla serata di oggi, mercoledì 31 ottobre e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio ‘precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, sui settori costieri. Mareggiate lungo le coste esposte’.

Il Centro Funzionale Regionale ha adottato l’avviso di criticità con indicazione dalle prime ore di domani, giovedì 1 novembre e per le successive 24-36 ore, si prevede nelle zone di allerta del Lazio: criticità idrogeologica per temporali codice arancione su Bacini Costieri Nord, Medio Tevere, Roma; criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica per temporali codice giallo su Rieti. È stata inoltre emessa un’attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio.

La Sala Operativa Permanente ha diffuso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555″.

Lo comunica in una nota la Protezione civile del Lazio.

Continua a leggere Maltempo, nuova allerta meteo: temporali e raffiche di vento in arrivo su Il Corriere della Città.

Aprilia, Gruppo Giovanile Pathos e Coro San Pietro in Formis chiudono il venerdì di Osmosi 2018

Chiudono la serata Osmosi di venerdi 26 ottobre 2018 il Gruppo Giovanile Pathos ed il coro San Pietro in Formis diretti dal M°Sonia Sette. Il Gruppo Giovanile, formato da ragazzi di età compresa tra i 13 e i 20 anni, ha presentato brani particolari, non presenti nei repertori corali, scelti dai ragazzi stessi ed armonizzati a 4 e più voci dal M°Giuseppe Mele che li accompagna al pianoforte sotto la direzione artistica del M°Sonia Sette.

Tra i brani presentati si citano: Hymn for the weekend di Coldplay, Hall of fame, The script, Under the bridge di Red Hot Chili Peppers, Evening rise, brano tipico della tradizione degli Indiani d’America ed il celeberrimo The sound of silence di Simon e Gurfunkel.

Il Gruppo Giovanile Pathos, nonostante la recente formazione (2017), ha partecipato a vari Concorsi conquistando più volte il podio. Si citano: il secondo posto, medaglia d’argento al Concorso Internazionale Chorus Inside tenutosi a Chieti in giugno presso il Teatro Marrucino; il Terzo posto al Concorso Musicale Nazionale “Carlo Cicala” tenutosi a Fossanova (Lt) ed il il Primo Premio all’evento “VERSO IL CONCORSO” tenutosi a Palazzo Chigi di Ariccia.

Formano i Pathos: Giulia Cardinali; Fabiana Catalano; Chiara Cosmi; Davide Cosmi; Mara Di Giulio; Claudia Di Mauro; Valerio Di Meo; Ilaria Fantauzzi; Raffaele Lanzi; Leonardo Mastrini; Dario Preziosi; Ilaria Riparbelli; Elisa Sette; Gaia Turetta; Sara Zaccardi; Veronica Zaccardi.

Ultimo gruppo della serata, il Coro San Pietro in Formis diretto sempre dal M°Sonia Sette. L’associazione corale, presente sul territorio da oltre venti anni, si è divertita proponendo 3 brani del repertorio folk ed un inedito.

Il divertentissimo “Mama, Piero me toca…” di B.De Marzi, adattato dal M°S.Sette, una gradevolissima farsa musicale in dialetto veneto, che celebra l’eterno rito del corteggiamento e del gioco dell’invitare e negarsi; è seguito poi “Non photo reposare” in dialetto sardo e “La strada ferata” un canto triestino che rievoca l’inaugurazione della ferrovia che collegava Trieste a Vienna.

A concludere l’intervento del coro apriliano, un inedito particolare: Lo stelo di vita. Un originale composto dal M°Giuseppe Mele e presentato dal Coro San Pietro in Formis a Lucca nel marzo 2018, in occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, riscuotendo notevole successo sia per l’armonizzazione e il testo che per l’interpretazione del gruppo corale. Il brano ha chiuso la serata di venerdi sera ed il M°Sonia Sette ha lasciato, per l’occasione, la direzione del suo coro al M°Giuseppe Mele.

Sono seguiti i ringraziamenti dell’Assessore Elvis Martino che si è dichiarato divertito dall’esecuzione e soprattutto di aver compreso ed assimilato i brani in dialetto veneto in virtù delle sue origini veronesi.

Continua a leggere Aprilia, Gruppo Giovanile Pathos e Coro San Pietro in Formis chiudono il venerdì di Osmosi 2018 su Il Corriere della Città.

Nuova discarica a Casalazzara, i comitati e le associazioni di Aprilia chiedono una commissione speciale

Il giorno sabato 20 ottobre si è tenuta un’assemblea pubblica in cui i comitati che stanno seguendo le sorti della richiesta di realizzazione della discarica a Casalazzara, e che hanno seguito quelle di La Cogna, hanno firmato una istanza diretta al sindaco del Comune di Aprilia e a tutti i consiglieri, in cui si chiede l’istituzione di una commissione speciale al fine di agire concretamente per aumentare le tutele del territorio, nella quale sia ammessa la partecipazione pro-attiva di rappresentati di comitati, associazioni e cittadini, e auspicata la partecipazione degli assessori di competenza, allo scopo di formulare osservazioni in merito al piano provinciale e regionale dei rifiuti che saranno sottoposti a procedura di valutazione ambientale strategica, di avviare un percorso che porti ad azioni per la maggior tutela del territorio attraverso l’apposizione di specifiche norme anche all’interno degli strumenti di programmazione urbanistica dell’ente e per l’apposizione di vincoli a tutela del paesaggio.

“Per ora – spiegano gli organizzatori – la richiesta è stata firmata dai componenti dei comitati cittadini: Comitato Borghi rurali, Comitato Campoleone Aprilia-lanuvio, Consorzio Colli del Sole, Comitato Agricoltori Colli del Sole, Ass. Italia nostra, Ass. Orma, comitato NO deposito rifiuti Colli del Sole. Visto l’approssimarsi del momento in cui la Regione Lazio affiderà l’incarico per l’aggiornamento del piano rifiuti, è il tempo di riavviare i lavori di informazione della cittadinanza, studio e redazione delle osservazioni, questa volta non su una sola richiesta alla volta, ma sull’intero piano Regionale e Provinciale, nella speranza di poter arginare il più possibile il dilagare di richieste che negli ultimi anni hanno bersagliato Aprilia, che hanno reso la città in cui 68 comuni vengono a trattare i loro rifiuti e in cui i miasmi non fanno respirare intere zone. Siamo fiduciosi che altri comitati si aggiungeranno al coordinamento, perchè è uniti che si vincono le battaglie più importanti.

Noi ci saremo e speriamo che l’intero Conisglio Comunale, sia maggioranza che opposizione, accolga senza se e senza ma, questa importate richiesta”.

Continua a leggere Nuova discarica a Casalazzara, i comitati e le associazioni di Aprilia chiedono una commissione speciale su Il Corriere della Città.

“Flo”, fioreria & Co. di Savina Tatti inaugura la nuova sede in Via degli Aranci 36 di Aprilia

“Flo”, il negozio di fiori di Savina Tatti cambia sede, ma non nome, proprietaria, estro e bravura e si avvicina ancora più a Piazza Roma.

Un trasloco da poco tutto sommato, giungere fino a Via degli Aranci 36, dove domenica 28 si terrà l’inaugurazione.

Ricordiamo che la fioreria Flò è ideatrice  della grande manifestazione “Estrosa” nelle due edizioni 2017 e 2018.

Chissà che anche per il 2019 non regali alla città una nuova intensa ed emozionante serata dove tutto è fatto di fiori, a partire dagli abiti in sfilata su Piazza Roma, per finire alla leggiadria della autrice, apriliana doc, che ogni anno si sta mettendo in gioco per portare in città una cultura diversa, creativa e spettacolare.

Leggi anche: Grande successo per Estrosa 2018. I fiori fanno spettacolo e Savina Tatti trionfa in Piazza Roma di Aprilia

 

Continua a leggere “Flo”, fioreria & Co. di Savina Tatti inaugura la nuova sede in Via degli Aranci 36 di Aprilia su Il Corriere della Città.

La Virtus Aprilia è bella ma fatica al tiro: Frassati esce con i due punti dal PalaRespighi

Parziali: 20-21 / 5-11 / 11-15 / 19-24

Virtus Aprilia: Palandrani 4, Cavicchini 4, Belli 6, Cappelli 5, Wish Diaz n.e., Stillitano 4, Alessandrini 0, Bruni 0, De Nadai 9, Milani 2, Tricarico 2, Sorge 19. Coach: Martiri

Frassati: Di Bello 14, Pichini 0, Iori 0, Zambonelli 2, Moscianese 10, D’Angelo 19, Danzi 4, Migliorini n.e., Spizzichini 2, Cammillucci 20. Coach: Menichincheri

 

La Virtus Bk Aprilia gioca bene ma ancora non balla. In casa arriva il terzo ko consecutivo contro Frassati (team a punteggio pieno) che non proccupa affatto staff tecnico e società, convinta delle scelte che ha fatto questa estate. La Virtus è una squadra nella maggior parte composta da nuovi elementi di valore seppur giovani e riuscire a trovare un giusto equilibrio occorre del tempo. Il coach lavora in piena armonia, i giocatori si impegnano al massimo e la società continua a incitare e sostenere i suoi beniamini: i beniamini di tutti anche dei più piccoli che ieri sera, mano nella mano, hanno partecipato alla presentazione della squadra prima della palla a due.

La cronaca. La Virtus Bk Aprilia ci teneva a fare bella figura contro l’ex di turno coach Menichincheri: infatti dalle prime battute lo stesso ha dovuto fare i conti con la determinazione dei virtussini, i quali sono stati molto bravi nell’approcciare al match in maniera positiva, con intensità e ritmo. Il Frassati stretto alle corde decide di cambiare strategia ed inserisce la zona in difesa mandando in tilt, per almeno un quarto e mezzo, l’attacco di casa. L’assenza di Ronald sotto le plance si è fatta sentire; l’inserimento dei giocatori appena recuperati da infortuni vari sta avvenendo in maniera regolare, ma il vero tallone d’Achille sono state le percentuali al tiro (4/28 da tre ad esempio). Nel primo quarto il Frassati è stato messo in difficoltà dal ritmo forsennato della Virtus, convincendo il coach avversario a inserire la zona per il resto della gara: “Alla fine del secondo periodo abbiamo capito come attaccarli, ma le brutte percentuali al tiro sono state più che influenti nella sconfitta. I ragazzi sono stati bravi nel giro palla, ma quando non fai canestro tutto diventa più difficile, soprattutto quando ti confronti con formazioni molto più forti ed esperte di noi.”

Nel prossimo weekend la Virtus incrocierà il Civitavecchia, una gara difficilissima per i ragazzi di Martiri.

 

Continua a leggere La Virtus Aprilia è bella ma fatica al tiro: Frassati esce con i due punti dal PalaRespighi su Il Corriere della Città.

Aprilia, anziano di 72 anni precipita dal tetto in zona Casello 45: interviene l’eliambulanza (FOTO)

Incidente quest’oggi ad Aprilia, in zona Casello 45, dove un anziano è precipitato dal tetto della propria abitazione. L’uomo, di 72 anni, è stato trasportato all’ospedale di Latina con l’eliambulanza. Polemiche sono state sollevate dai residenti in quanto, a causa dei lavori al passaggio al livello, l’ambulanza ha avuto notevoli difficoltà a giungere sul luogo dell’incidente.

 

 

 

Continua a leggere Aprilia, anziano di 72 anni precipita dal tetto in zona Casello 45: interviene l’eliambulanza (FOTO) su Il Corriere della Città.

I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto

I ragazzi di oggi sono ignoranti anche per via dei social!
Questa è la denuncia scattata qualche giorno fa dal una trasmissione televisiva dove si affrontava il rapporto dei ragazzi con i social e, quindi i cellulari.
I risultati portati da taluni docenti scolastici sono allarmanti e sconfortanti: temi in classe sconclusionati; capacità di apprendimento azzerata, memoria solo quella breve.
Abbiamo chiesto lumi all’esperta Maria Tinto, psicologa, psicoterapeuta e comportamentalista, che collabora con la testata con le sue analisi approfondite:

 

“Fragili, distratti, ignoranti, bamboccioni, inoccupabili, sfigati, choosy, sono loro, la Generazione Y, Millennial Generation, quelli nati tra gli anni 80 e il 2000 e questi sono solo alcuni degli appellativi che, nel corso degli ultimi anni, si sono susseguiti a definirli.
Ritenuti di non possedere le conoscenze sufficienti né per avere una vita sociale soddisfacente, né per entrare nel mondo del lavoro.
Come a dire, idioti, incapaci funzionali, inadatti ad assolvere un compito complesso, incapaci di capire e di fare il riassunto di quanto letto, quando leggono.
Insomma un esercito di incompiuti col punto interrogativo.
Ma cosa è successo ai nostri ragazzi?

Possibile che li abbiamo talmente abbrutiti da non riuscire più a cavarli dal pozzo nero della somma incapacità.

Come è possibile che con le tecnologie avanzate disponibili, con gli strumenti della cultura digitale, abbiamo creato incultura generazionale.

Dove nasce questo paradosso in cui sta pascolando questo annoiato, impaziente e insoddisfatto gregge.

Dove nasce questa deriva di abominevole riluttanza verso ogni forma di attivazione del pensiero, questa digito frenesia compulsionale in cui gettano le ore del giorno e della notte.

Dove hanno imparato a comunicare con le “faccine”, con gli acronimi, senza peraltro neanche sapere che si chiamano così.

Disusa la parola, se non per urlare rabbia, unico modo per esprimere l’incapacità di riferire il loro malessere e di farsi comprendere.

Ma soprattutto, chi ha insegnato ai nostri ragazzi che il valore di un essere umano dipende dai risultati che ottiene.

Perché con tale consapevolezza, l’unica che hanno, ovvero quella di non arrivare mai ad un risultato compiuto, neanche ci provano, credendosi degni incapaci.

Le tecnologie digitali, che dovrebbero essere un ausilio alla possibilità di informazione, di formazione culturale e di crescita personale, sono diventate un ennesimo strumento di distruzione di massa.

E’ tutta colpa di internet?

E’ tutta colpa delle risposte immediate che fornisce la rete, senza dare la capacità di dubitare di quanto attesta?

E’ pur vero che l’uso illimitato degli smartphone non attiva alcuna capacità di riflessione, l’iperattivazione cerebrale stimola l’attività delle cellule, ma senza alcuna finalità logica di pensiero.

Si dice che i nostri ragazzi non credono nel futuro.

Ma perché non credono nel futuro?

Perché il futuro non esiste.

Lo sanno bene, in fondo il presente è semplice, a portata di mano, c’è una soluzione per ogni difficoltà.

Da bambini non si sono mai sbucciate le ginocchia, perché quando cadevano c’era il cuscinetto ammortizzatore, apposto all’occorrenza da mamma e papà.

Non hanno imparato a cadere.

Non sanno quali strategie usare per non farsi male.

A casa stanno bene, sono coccolati, venerati, indisturbati, chiusi nella loro stanza e se provi ad entrare ti urlano contro, perché stanno guardando la loro serie televisiva preferita o stanno giocando con il loro corrispettivo idiota dall’altra parte del mondo, ma sono tutti abbondantemente nutriti e soprattutto, giustificati.

Vivono puntandosi addosso una telecamera, in attesa di un gratificante like, che se non arriva, è capace di distruggere l’immagine deformata che hanno di se stessi.

Non hanno più bisogno di nessuna “giustifica”, nè da portare a scuola, se non hanno studiato, né se passano anni a pascolare all’Università.”

Continua a leggere I giovani di oggi e la “cultura della distrazione”, ce ne parla la psicologa Maria Tinto su Il Corriere della Città.

Tir in avaria sulla Pontina: traffico paralizzato per 4 chilometri

Traffico paralizzato sulla Pontina a causa di un veicolo in avaria al chilometro 37+300, all’altezza di Aprilia.

Un grosso tir, per motivi ancora sconosciuti, è rimasto fermo in mezzo alla carreggiata, provocando fortissimi disagi per la circolazione.

Attualmente le lunghe code si estendono per oltre 4 chilometri, da via Guardapasso all’uscita per via del Tufetto, in direzione Roma.

Continua a leggere Tir in avaria sulla Pontina: traffico paralizzato per 4 chilometri su Il Corriere della Città.

Grandinata record, Pontina chiusa da Ardea ad Aprilia

Grandinata record ieri sera. Le condizioni meteorologiche, con grandine, pioggia e vento sferzante, hanno reso l SR 148 impraticabile a causa dei numerosi rami spezzati e della quantità di grandine sull’asfalto.

L’intervento massiccio degli agenti della Polizia Stradale di Aprilia e dei Vigili del Fuoco ha consentito di evitare incidenti e di salvare gli automobilisti rimasti nei sottopassi allagati della Pontina.

La strada è stata chiusa diverse ore nel tratto tra Ardea e Aprilia per poterla mettere in sicurezza.

Continua a leggere Grandinata record, Pontina chiusa da Ardea ad Aprilia su Il Corriere della Città.

Bombelvis di Aprilia a “Tu si que vales”: 4 Si!

Bombelvis pochi minuti fa si è esibito nella trasmissione televisiva “Tu si que vales” su Canale 5.

Il cantante e performer, conosciuto in città con il nome di battesimo di Massimiliano Sorrentino, si è appena esibito per Mediaset, davanti alla giuria composta da: Jerry Scotti, Teo Mammuccari, Maria De Filippi e Juri Zerbi, che gli hanno accordato 4 grandi SI.

L’ex capocannoniere dell’Aprilia, che ha portato la squadra cittadina nelle vette per i goal segnati una ventina di anni fa, si è esibito magnificamente, tanto che i giurati gli hanno chiesto di cantare a cappella, per verificare la sua bravura canora.

Durante l’intervista con gli illustri nomi dello spettacolo ha con orgoglio fatto il nome di Aprilia.

Sorrentino è sempre stato un fan del grande e indimenticabile cantautore americano, sapendolo emulare nella voce e nella mimica, nei tanti concerti in cui si esibisce in tutto il Lazio.

Dalle immagini scattate in diretta dallo schermo, si intende come l’artista apriliano abbia stupito i giurati con le sue esibizioni di artista/sportivo.

 

Vestito negli abiti di Elvis Presley, ha intonato una delle sue canzoni più note, calciando il pallone con la maestria che lo hanno decretato da sempre: Il Bomber.

Marina Cozzo

Continua a leggere Bombelvis di Aprilia a “Tu si que vales”: 4 Si! su Il Corriere della Città.