Ad Anzio è rimasta la “magia” per fermare la Biogas

L’impianto Biogas in fase di realizzazione ad Anzio, sta per essere ultimato. Le commissioni speciali istituite dal comune, le mozioni plateali portate in consiglio e le relazioni addotte dai comitati ambientalisti, sembrano non aver sortito nessun effetto. L’impianto sorge in una zona Sic, a poche centinaia di metri da una scuola. Ricordiamo che nella presentazione del progetto in regione, la scuola è stata omessa e non rispetta la localizzazione ed il cumulo di progetti, previsti dalla norma vigente sull’impatto ambientale. I cittadini della Sacida, vivono da sempre, in una zona fortemente compromessa, a causa dell’elevata concentrazione degli impianti industriali presenti, ma a quanto pare dovranno abituarsi ad accoglierne un altro, con tutto ciò che ne concerne. Durante l’ultima campagna elettorale, c’erano ottime possibilità di fermare l’impianto, svanite subito dopo. Ora leggiamo dai canali d’informazione ambientalisti, che servirebbe “la bacchetta magica” e precisano che la colpa è degli ex amministratori defenestrati, non degli attuali. Chissà se queste giustificazioni saranno sufficienti per i residenti della Sacida, gli stessi che in tutti questi mesi hanno creduto che qualcuno si ricordasse di loro.

 

Continua a leggere Ad Anzio è rimasta la “magia” per fermare la Biogas su Il Corriere della Città.