Internet in Italia: le cose migliorano da alcuni anni

L’Italia è sempre stata uno tra i Paesi europei più arretrati per quanto riguarda la diffusione delle connessioni a banda larga. Negli ultimi anni le cose sono molto cambiate, siamo passati da una penetrazione inferiore al 50% della popolazione di solo alcuni anni fa, a più del 70% del 2018. Mostriamo ancora degli importanti ritardi, soprattutto se si confronta l’Italia con le nazioni del nord Europa, ma la strada fatta è decisamente molta.

Come fare tanta strada in pochissimi anni
L’arretratezza dell’Italia per quanto riguarda la diffusione di internet è correlata ad alcuni fattori, il primo è sicuramente il cosiddetto digital divide: ci sono zone della Penisola difficilmente raggiungibili dalla banda larga o dalla fibra ottica. Del resto la presenza di alte montagne, piccoli paesini rurali su cui nessun gestore di telefonia ha voglia di investire, infrastrutture generalmente poco evolute. Oltre a questo dobbiamo sempre considerare che un’alta percentuale di italiani ha un’età superiore ai 70 anni, dato che li porta ad essere poco propensi, in senso generale, alle novità. L’aumento della penetrazione della rete è dovuto in buona parte ad una maggiore presenza di smartphone di nuova generazione; infatti ad oggi circa la metà delle persone che si connettono a internet dall’Italia lo fa dal telefonino e non grazie alla connessione fissa di casa. La situazione è ancora problematica, ma ci sono buone premesse per un miglioramento.

Cosa piace agli italiani in rete
A parte tuti coloro che si connettono quotidianamente alla rete per lavoro, che sono comunque molti, l’italiano medio utilizza internet per una serie di attività, la prima tra tante è sicuramente la connessione ai social media, facebook e Instagram in prima linea. Tantissimi italiani utilizzano anche twitter, youtube e altri siti che vengono utilizzati per comunicare con amici e conoscenti, per inviare fotografie della propria attività quotidiana, o addirittura per reperire informazioni di vario genere. Sono tanti anche gli italiani che usano internet semplicemente per divertimento, utilizzando piattaforme per il gioco d’azzardo, come betway.it, o anche semplici siti di giochi e passatempi vari, dai più classici e tradizionali rompicapo fino ai complessi MMORPG. Chiaramente queste attività sono svolte nel tempo libero, anche se in media ci si connette a internet circa 6 ore per svolgere attività non connesse alla propria professione.

Video in streaming
La rete viene sempre più utilizzata anche per visualizzare contenuti multimediali di vario genere, dalla musica ai video, dai documentari fino ai film da poco usciti sullo schermo. Sono diffusi infatti anche nel nostro Paese i servizi che offrono la visione di serie TV, documentari e programmi di attualità completamente online, da visionare sul tablet, sul telefono o anche sulle nuove Smart TV. Oltre a questo sono in numero sempre maggiore anche gli italiani che usano internet per fare acquisti, soprattutto per quanto riguarda la moda e l’abbigliamento; molti anche coloro che sfruttano la rete per i servizi di home banking della propria banca o per prenotazioni di vario genere, dai biglietti per uno spettacolo a teatro fino al volo aereo per le vacanze.

Continua a leggere Internet in Italia: le cose migliorano da alcuni anni su Il Corriere della Città.