Sgomberare la cantina: da dove si comincia?

La cantina è un locale molto utile, ma con il passare del tempo tende a riempirsi sempre troppo. Per evitare di fare disordine in casa, spesso e volentieri pensiamo che sia una buona idea portare le cose superflue o che utilizziamo raramente in cantina, in modo da avere più spazio libero a disposizione nel nostro ambiente domestico. In effetti lo scantinato serve proprio a questo, ma con il passare degli anni rischiamo di perdere il controllo e di accumulare troppe cose in questo locale, che solitamente non ha dimensioni enormi! Così facendo, quando arriva il momento di trasferirsi o di fare pulizia ci troviamo in difficoltà. Capita spesso di non svuotare la cantina per diversi anni e di trovarvi talmente tanti oggetti da non sapere nemmeno da dove iniziare per sgomberarla completamente!
Prima o poi però il momento di liberare lo scantinato arriva per tutti e non è quasi mai piacevole. Possiamo scegliere se affrontare tutto in autonomia oppure rivolgerci ad una ditta che svuota cantine in modo professionale e questa opzione deve essere presa seriamente in considerazione perché al giorno d’oggi le tariffe sono molto convenienti. Se abbiamo poco tempo a disposizione, affidare tutto il lavoro a dei professionisti si rivela spesso la scelta migliore. In questo modo non dobbiamo preoccuparci di nulla e ci togliamo tantissimi problemi.
Sgomberare la cantina con il fai da te: consigli e dritte
Se invece decidiamo di fare tutto in autonomia, dobbiamo organizzarci al meglio e soprattutto prenderci con un largo anticipo. Paradossalmente, potrebbe essere molto più complicato e problematico svuotare una cantina piuttosto che un appartamento. Tutto dipende da quanto siamo stati ordinati nel corso degli anni, ma anche da quante cose abbiamo accumulato. Trattandosi di un locale piuttosto ristretto, non dobbiamo illuderci di poter svuotare tutto insieme. È infatti importante portare via un po’ di cose alla volta, perché altrimenti rischiamo di ostruire il passaggio e ci complicheremmo la vita inutilmente.
Di solito conviene iniziare sempre dal centro: dobbiamo avere un certo spazio di manovra per appoggiare una scala in modo da poter raggiungere anche i punti più alti della cantina. Possiamo quindi procedere per aree ed imballare tutto un po’ alla volta, portando via gli scatoloni mano a mano che sono pronti. Ricordiamoci anche di scrivere su ogni scatola il contenuto, perché quando arriverà il momento di sistemare tutto in un nuovo locale sarà molto più semplice!
Sicuramente, svuotando la cantina, troveremo diverse cose da buttare via e questo potrebbe essere un problema. Alcuni oggetti particolari o ingombranti infatti devono essere portati negli appositi centri di raccolta e conviene sempre informarsi a dovere per evitare spiacevoli inconvenienti. Se lasciamo mobili o vecchi elettrodomestici sul ciglio della strada rischiamo di prendere una multa anche molto salata, perciò è fondamentale organizzarsi per tempo. Una volta che portiamo via le cose da buttare, dobbiamo già sapere dove andare per smaltirle nel modo corretto.
Se non sappiamo dove mettere e come gestire scatoloni e mobili vari possiamo sempre rivolgerci ad una ditta specializzata in sgomberi e traslochi e affittare per un breve periodo un box.

Continua a leggere Sgomberare la cantina: da dove si comincia? su Il Corriere della Città.