Pontina, il Mit: “Garantire standard europei per sicurezza”. Da gennaio competenza all’Anas

Nota della Regione Lazio sulla Pontina che fa eco alle dichiarazioni rilasciate dal Ministero dei trasporti. Due gli argomenti toccati: la messa in sicurezza della strada e il progetto della Roma-Latina. Poi l’annuncio: dal 1 gennaio sarà l’Anas a gestire la SR148. A parlare, sponda regionale, è Mauro Alessandri, assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio.

Pontina, il Ministero dei trasporti: “Garantire standard europei per sicurezza”. Da gennaio competenza all’Anas

“La posizione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul progetto dell’autostrada Roma-Latina è condivisibile, da parte della Regione Lazio c’è la piena disponibilità a un dialogo costruttivo sul futuro dell’infrastruttura, con l’auspicio che il finanziamento venga mantenuto e l’opera venga portata a termine, come nostro intendimento”, dichiara Alessandri.

Il Ministero dei Trasporti, in una nota odierna, aveva infatti fatto sapere che “in relazione al progetto di costruzione dell’autostrada Roma-Latina si fa presente che ogni azione amministrativa attivata dal Mit sull’opera è da considerarsi unicamente quale atto dovuto rispetto alla necessità di tutelare l’Amministrazione da richieste risarcitorie in sede giurisdizionale, e non ha alcuna valenza in relazione alle decisioni politiche sull’infrastruttura, che saranno assunte in un dialogo già programmato con la Regione Lazio, dialogo che auspichiamo possa essere proficuo”.  

Sul tema sicurezza della Pontina invece il Mit precisava: “Questo Ministero è già al lavoro per garantire in tempi brevi all’importante arteria standard di sicurezza e di qualità degni di un Paese europeo, rimediando così ad anni di incuria e insipienza politico-amministrativa”. 

Palla al balzo presa allora dalla Regione che poi annuncia il passaggio di competenze all’Anas: “Discorso equivalente per quanto concerne le opere per la messa in sicurezza della Pontina. È infatti in corso il perfezionamento degli atti per il trasferimento della strada, dal primo gennaio 2019, nella sfera di competenza di Anas. Nelle more di questo passaggio resta prioritaria l’intenzione della Regione Lazio di intervenire sulle situazioni di adeguamento necessarie all’infrastruttura. Ci auguriamo infine che il ministero, quanto prima, dia riscontro al fabbisogno di fondi per la viabilità che la Regione Lazio ha provveduto a quantificare, già dalla fine del mese di agosto, in risposta a una richiesta del ministero stesso”, conclude la nota di Mauro Alessandri, assessore, come visto, ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio.

Continua a leggere Pontina, il Mit: “Garantire standard europei per sicurezza”. Da gennaio competenza all’Anas su Il Corriere della Città.