Roma, bagno nudi a Piazza Venezia: i vandali hanno i minuti contati, shopping e bancomat…

Sono in dirittura d’arrivo le indagini per dare un nome ed un cognome ai turisti che lo scorso 19 agosto avevano avuto la brillante idea di farsi il bagno – nudi -dentro la fontana di Piazza Venezia a Roma

[See image gallery at ilcorrieredellacitta.com]

Quasi certa la nazionalità inglese dei due bagnanti cafoni (fenomeno quest’ultimo in preoccupante ascesa), le indagini stanno ricostruendo praticamente minuto per minuto gli spostamenti effettuati dalla coppia di vandali; al vaglio del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale tutti i fotogrammi che hanno immortalato la deprecabile scena, remake mal riuscito del celebre film Felliniano “La Dolce Vita”, compresi quelli registrati dagli occhi elettronici degli esercizi commerciali della zona.

In tal modo, ad esempio, è stato possibile risalire al negozio in cui è stato comprato il costume: l’indumento è stato identificato nel modello grazie al lungo video girato alla coppia di turisti da un autonoleggiatore di nazionalità straniera nonché in virtù di una shopping bag recante il nome di un’attività di Via del Gambero adocchiata nei filmati in mano agli amici dei due.

Il “fatal” acquisto avviene alle tre di pomeriggio: nell’era digitale, specie se decidi di pagare col bancomat, tutto è tracciato. E così la Polizia Locale ha anche un numero, quello della tessera strisciata per acquistare il costume testato poi inopportunamente qualche minuto dopo nella fontana a ridosso dell’Altare della Patria a Piazza Venezia.

Atti osceni in luogo pubblico e violazione per l’uso illecito di beni culturali o paesaggistici le accuse che potrebbero pesare sui turisti che, alla luce di questi ultimi elementi, potrebbero davvero avere i minuti contati.

 

Continua a leggere Roma, bagno nudi a Piazza Venezia: i vandali hanno i minuti contati, shopping e bancomat… su Il Corriere della Città.