Nettuno: il bagnino richiama un giovane per non farlo affogare, la famiglia non ci sta e lo picchia

Storia allucinante a Nettuno, dove questo pomeriggio un bagnino è stato picchiato per aver svolto il suo lavoro, ovvero cercare di proteggere i bagnanti.

E’ accaduto allo stabilimento Sangallo, dove un ragazzo dopo essere entrato in acqua si è allontanato un po’ troppo dalla riva. Il bagnina, preoccupato per le forti correnti, si è quindi avvicinato alla riva e ha iniziato a richiamare il giovane, dicendogli di tornare a riva.

Invece di essere grati per l’interessamento, i parenti del ragazzo – padre, madre, zii e cugini – si sono indispettiti e, dopo un breve diverbio, hanno iniziato a picchiare il bagnino, tanto che per calmare gli animi sono dovuti intervenire i carabinieri della Compagnia di Anzio, guidati dal Tenente Lorenzo Buschettari.

I militari sono attualmente ancora in spiaggia per ascoltare le testimonianze dei presenti e ricostruire nel dettaglio la vicenda.

Seguiranno aggiornamenti.

Continua a leggere Nettuno: il bagnino richiama un giovane per non farlo affogare, la famiglia non ci sta e lo picchia su Il Corriere della Città.